laRegione
nuove proteste in iran
21.09.22 - 20:06
Aggiornamento: 20:27

Donne in piazza bruciano l’hijab per Mahsa

La ragazza era stata uccisa per non aver indossato il velo nel modo corretto. Biden all’Onu: ‘Siamo al fianco delle coraggiose iraniane’

Ansa, a cura di Red.Estero
donne-in-piazza-bruciano-l-hijab-per-mahsa
Una ragazza protesta davanti a una bandiera iraniana (Keystone)

"Donne, vita, libertà" e "Abbasso il dittatore". Slogan infuocati riecheggiano in diverse città dell’Iran, in un grido unanime di protesta per la morte di Mahsa Amini dopo tre giorni di coma per i maltrattamenti subiti dalla polizia morale che l’aveva arrestata perché non indossava correttamente il velo. Il Paese è in fiamme. Strade, università, bazar, perfino le stazioni della metropolitana sono oramai diventati i nuovi luoghi simbolo delle manifestazioni che si moltiplicano e si diffondono a macchia d’olio in tutto il Paese, con un amaro bilancio di almeno otto manifestanti uccisi, 450 feriti e cinquecento arresti, secondo Hengaw Organization for Human Rights, un’organizzazione registrata in Norvegia che monitora le violazioni dei diritti umani in Iran.

Cortei dove non sono mancati anche i gesti estremi e dimostrativi delle donne: molte si sono tolte l’hijab e lo hanno bruciato per protestare contro la legge sul velo. Altre hanno tagliato i capelli postando i video sui social. Duro il monito del presidente Joe Biden che dal palco dell’assemblea Onu ha affermato che gli Usa sono "al fianco delle coraggiose donne iraniane". Diverso, invece, il tono pronunciato sempre al Palazzo di vetro dal presidente iraniano Ebrahim Raisi che ha accusato l’Occidente di avere "doppi standard" sui diritti, in particolare quelli delle donne. Secco il ministro degli Esteri britannico James Cleverly che ha invitato le autorità della Repubblica islamica ad aprire gli occhi di fronte a quanto sta accadendo nel loro Paese. "I leader iraniani dovrebbero notare che la popolazione non è soddisfatta della direzione che hanno preso. C’è un’altra strada che potrebbero prendere", ha affermato in un’intervista all’Afp.


In piazza per Mahsa anche a Istanbul (Keystone)

Quinta notte consecutiva

Dalla morte di Amini, venerdì scorso, i manifestanti hanno continuato a protestare per la quinta notte consecutiva, bloccando il traffico, incendiando cassonetti e veicoli della polizia, oltre a scandire slogan antigovernativi contro il sistema e la Guida suprema iraniana, l’ayatollah Ali Khamenei. Un clima di forte tensione al quale le forze dell’ordine hanno risposto usando il pugno di ferro, con l’ausilio di cannoni ad acqua, gas lacrimogeni e colpi di arma da fuoco, accusando gli "antirivoluzionari", tra cui i "gruppi separatisti curdi" di essere dietro l’uccisione di alcuni manifestanti.

"Ho partecipato ai raduni, perché mi ricordo le vessazioni che da adolescente ho subito quando la polizia ci fermava per strada solo per aver calzato delle scarpe rosse o per avere indossato male l’hijab" ha raccontato Mahvash, una donna di 55 anni. "Non voglio che mia figlia soffra lo stesso", si è augurata. Zeinab, 23 anni, studentessa universitaria, ha invece difeso il velo poiché proviene da una famiglia religiosa, ma ha insistito sul fatto che tutti siano lasciati liberi di scegliere il proprio stile nell’abbigliamento. "Il linguaggio della forza non funzionerà mai e in questo caso porterà solo all’odio dei giovani per l’Islam", ha avvertito. Intanto l’hashtag persiano #MahsaAmini ha raggiunto oltre 3 milioni di menzioni su Twitter, mentre la magistratura iraniana ha annunciato la creazione di una commissione di inchiesta sulla morte di Amini.


Proteste anche in Germania (Keystone)

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
16 min
La protesta cinese è un foglio bianco
Migliaia di persone in piazza in diverse città per protestare contro le misure anti-Covid, tra esasperazione e censura. Resta da capire se c’è dell’altro
Estero
56 min
Guerra: il Papa rilancia il negoziato, ma condanna la Russia
Critiche da Mosca: ‘Questa non è più russofobia, ma una perversione della verità’
ITALIA
1 ora
A Ischia si scava nel fango, ora è allarme maltempo
I soccorritori sono alla ricerca di quattro persone, disperse dopo la frana di sabato
Estero
7 ore
Riesumato il corpo di Saman, integro e con gli stessi abiti
Esame autoptico della 18enne pachistana che si ritiene sia stata uccisa a Novellara dai familiari per contrastare una relazione amorosa
Cina
10 ore
In Cina la polizia picchia e arresta un reporter della Bbc
Ed Lawrence è stato preso a calci e trattenuto per diverse ore per poi essere rilasciato. Il portavoce di Pechino: ‘Non si è qualificato come giornalista’
Estero
11 ore
C’è un’ottava vittima nella frana ad Ischia
Individuato il corpo di un uomo nella zona di Casamicciola Terme devastata dall’alluvione di sabato mattina
italia
1 gior
Sette morti a Ischia, tra loro un bimbo di 22 giorni
Ancora cinque dispersi dopo la colata di fango che ha travolto Casamicciola. Tra le vittime anche due bambini di 6 e 11 anni
Estero
1 gior
Proteste anti-Covid in Cina: ‘Via Xi e il Pcc’
Rabbia e cortei in diverse città contro la politica della ‘tolleranza zero’, il potere trema. Intanto la tv di Stato filtra i Mondiali di calcio
la guerra in ucraina
1 gior
‘I russi stanno per lasciare la centrale di Zaporizhzhia’
Kiev sicura della ritirata dei soldati di Putin. Intanto due terzi dei Paesi della Nato sarebbero a corto di armi da inviare all’Ucraina
Confine
1 gior
Fiscalità dei frontalieri, l’accelerazione fa sperare per luglio
Il governo italiano ha approvato il disegno di Legge che porta alla ratifica, ora tocca al parlamento. Mattarella domani in visita nella Confederazione
© Regiopress, All rights reserved