laRegione
18.09.22 - 18:01

L’inflazione è percepita maggiormente dalle donne

Per uno studio di tre economisti della Bce, uomini e donne hanno preoccupazioni sull’aumento di generi di consumo e servizi diversi

Ats, a cura di Red.Web
l-inflazione-e-percepita-maggiormente-dalle-donne
Keystone

L’inflazione è un problema per tutti, ma le donne la percepiscono di più rispetto agli uomini e hanno aspettative sulla sua crescita più alte. Con ricadute dirette sulle abitudini di spesa e di conseguenza sulla politica monetaria. Secondo uno studio realizzato da tre economisti della Banca centrale europea, e pubblicato sul suo blog, il "gender gap" sull’inflazione percepita è "abbastanza sostanzioso".

Lo studio esamina i dati dell’ultimo sondaggio di agosto sulle aspettative dei consumatori (‘Consumer Expectations Survey, o CES), dai quali emerge che le aspettative di donne e uomini divergono di quasi un punto percentuale. La causa principale della differenza è che le donne pongono maggiore enfasi sull’aumento percepito dei prezzi del cibo, settore che pesa più di tutti sulle aspettative generali. La seconda ragione è un atteggiamento diverso dei due sessi di fronte al futuro: "Gli uomini sono più fiduciosi circa le loro aspettative", spiegano gli esperti, e tendono a dare numeri sull’inflazione molto precisi, compresi di decimali. Mentre le donne sono più negative sull’economia, più incerte sulle prospettive e tendono ad arrotondare le stime al rialzo.

Se da una parte gli uomini non danno molto peso al cibo, dall’altra invece si preoccupano per il costo dei trasporti, dei vestiti e dell’immobiliare. Una differenza che, secondo gli autori dello studio, potrebbe riflettere "la diversa divisione dei compiti di casa tra uomini e donne". Anche perché questa distinzione non esiste nei single: nel campione che compone il sondaggio della Bce, di età tra i 35 e i 49 anni, la percezione dell’inflazione nei diversi settori è identica per entrambi i sessi. È solo nelle coppie che ci sono le differenze.

Gli economisti stimano che quel punto percentuale maggiore nella percezione delle donne aumenti le loro aspettative sui prezzi del cibo di 0,40 punti. La percezione degli uomini, invece, ha un impatto di appena 0,26 punti. I numeri si ribaltano quando si guarda agli altri settori, perché sono parecchi quelli su cui gli uomini hanno aspettative maggiori delle donne. Accade sulla sanità (0,12 punti percentuali rispetto agli 0,11 delle donne), sull’immobiliare (0,11 contro 0,08), sui vestiti (0,12 contro 0,07) e sui trasporti (0,07 contro 0,02).

Scorporare i dati dei sondaggi in base al sesso, sottolinea il blog della Bce, è molto importante per il futuro della politica monetaria. "Le percezioni influenzano i comportamenti in una miriade di modi", spiegano gli economisti. Ad esempio, da questi ultimi dati si può dire che "le donne potrebbero essere meno disposte a cancellare, rinviare o ridurre le proprie vacanze quando i prezzi dell’energia salgono, o potrebbero essere meno influenzate dai prezzi quando devono comprare un’auto". Con ricadute evidenti sulla domanda aggregata.

Per i banchieri centrali è importante capire come i consumatori formano e aggiornano le loro aspettative di inflazione. Prima di tutto "aiuta a identificare quale tipo di inflazione è importante per i consumatori", e poi "migliora l’analisi delle implicazioni macroeconomiche delle decisioni di politica monetaria".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Confine
19 min
Vende cocaina nel parcheggio del supermercato, arrestato
In manette un 25enne albanese fermato a Tavernola mentre cedeva la dose a un ticinese. Sequestrati anche 17mila euro.
Uganda
1 ora
C’è il Mondiale, niente telefonino per le guardie carcerarie
L’eccitazione per l’evento potrebbe distrarre i funzionari e favorire le evasioni. Personale invitato a tenere alta la guardia
Ucraina
4 ore
Emergenza blackout nella regione di Kiev
Solo dopo l’aumento delle capacità del sistema elettrico sarà possibile procedere con le interruzioni di corrente di stabilizzazione
Italia
5 ore
Risveglio con la terra che trema nelle Eolie
Avvertita in tutta la provincia di Messina e nel capoluogo la scossa di magnitudo 4,6 registrata alle 8.12 a sud dell’isola di Vulcano
Giappone
5 ore
Massima allerta per un possibile tsunami in Giappone
A provocarlo è stata l’eruzione del vulcano Monte Semeru, sull’isola indonesiana di Giava
Estero
6 ore
Inondazioni e terremoti presentano il conto
Danni a seguito di catastrofi naturali per 260 miliardi di dollari l’anno scorso: cifre in calo rispetto al 2021, ma superiori alla media decennale
Messico
19 ore
‘I morti continuano ad arrivare e le persone a scomparire’
In Messico traboccano gli obitori. È la conseguenza dell’ondata di violenza legata al traffico di droga. E dei tempi lunghi per l’identificazione
Italia
21 ore
Dopo caro-benzina e caro-elettricità, ecco il caro-panettone
Natale (e Capodanno) più caro per gli italiani (e non solo loro). Che complessivamente dovrebbero spendere 340 milioni di euro in più rispetto al 2021
India
21 ore
Coccodrilli con le valigie in mano pronti a traslocare
Complice la sovrappopolazione, che sta causando continui conflitti tra i rettili, migliaia di loro saranno trasferito da Chennai al Gujarat
Estero
22 ore
Schianto di primo mattino a Forcola. Muore un diciottenne
A bordo della vettura c’erano altri due giovani, entrambi rimasti gravemente feriti. I tre stavano andando a scuola a Sondrio.
© Regiopress, All rights reserved