laRegione
07.09.22 - 10:13
Aggiornamento: 15:18

Il Wwf scrive alle banche centrali

L’Ong chiede di considerare i rischi finanziari legati al riscaldamento globale e alla perdita di biodiversità come parte della loro missione principale

Ats, a cura di Red.Web
il-wwf-scrive-alle-banche-centrali
Keystone

Il Wwf chiede alle banche centrali e alle autorità di vigilanza dei mercati finanziari di rafforzare le loro misure a favore della natura e del clima. Anche la Svizzera deve fare la sua parte, ha sottolineato oggi la Ong in un comunicato.

"Senza misure urgenti che permettano di capire e gestire meglio i rischi climatici e naturali, questi ultimi avranno conseguenze macroeconomiche significative", ha avvertito, citata nel comunicato, Margaret Kuhlow, responsabile della finanza sostenibile di Wwf International.

In quest’ottica la Banca nazionale svizzera (Bns) e l’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (Finma) non fanno abbastanza, secondo il Wwf. Quest’ultimo chiede loro di considerare i rischi finanziari legati al riscaldamento globale e alla perdita di biodiversità come parte della loro missione principale.

Per la Ong il riscaldamento climatico e la perdita di biodiversità devono essere affrontati come una "doppia crisi". "Questa situazione richiede misure coordinate, che mettano l’accento sulle attività economiche più nefaste, poiché queste comportano anche il rischio finanziario più elevato".

Il Wwf chiede alla Bns e alla Finma di obbligare gli istituti finanziari a pubblicare piani di transizione credibili che tengano conto degli aspetti legati alla biodiversità e al cambiamento climatico.

"Ecosistemi sani potrebbero assorbire il 37% dei gas a effetto serra necessari per limitare a 1,5 gradi l’aumento della temperatura globale", scrive il Wwf. Ma il riscaldamento climatico, la distruzione degli habitat e la perdita della diversità minano questo processo e rilasciano più carbonio.

La piazza finanziaria svizzera svolge un ruolo importante in questo contesto, sottolinea la Ong, secondo la quale la Bns gestisce più di 1’000 miliardi di franchi e il settore finanziario svizzero più di 2’790 miliardi di franchi. "Questo denaro ha un’influenza sull’ambiente ed è influenzato dall’ambiente".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Ucraina
16 min
Emergenza blackout nella regione di Kiev
Solo dopo l’aumento delle capacità del sistema elettrico sarà possibile procedere con le interruzioni di corrente di stabilizzazione
Italia
42 min
Risveglio con la terra che trema nelle Eolie
Avvertita in tutta la provincia di Messina e nel capoluogo la scossa di magnitudo 4,6 registrata alle 8.12 a sud dell’isola di Vulcano
Giappone
50 min
Massima allerta per un possibile tsunami in Giappone
A provocarlo è stata l’eruzione del vulcano Monte Semeru, sull’isola indonesiana di Giava
Estero
2 ore
Inondazioni e terremoti presentano il conto
Danni a seguito di catastrofi naturali per 260 miliardi di dollari l’anno scorso: cifre in calo rispetto al 2021, ma superiori alla media decennale
Messico
14 ore
‘I morti continuano ad arrivare e le persone a scomparire’
In Messico traboccano gli obitori. È la conseguenza dell’ondata di violenza legata al traffico di droga. E dei tempi lunghi per l’identificazione
Italia
16 ore
Dopo caro-benzina e caro-elettricità, ecco il caro-panettone
Natale (e Capodanno) più caro per gli italiani (e non solo loro). Che complessivamente dovrebbero spendere 340 milioni di euro in più rispetto al 2021
India
16 ore
Coccodrilli con le valigie in mano pronti a traslocare
Complice la sovrappopolazione, che sta causando continui conflitti tra i rettili, migliaia di loro saranno trasferito da Chennai al Gujarat
Estero
18 ore
Schianto di primo mattino a Forcola. Muore un diciottenne
A bordo della vettura c’erano altri due giovani, entrambi rimasti gravemente feriti. I tre stavano andando a scuola a Sondrio.
Italia
18 ore
Rapina una farmacia. Ma dimentica la ricetta della moglie
Maldestro furto per un 57enne nel Milanese. Sul bancone ha infatti lasciato il foglietto con cui i carabinieri sono risaliti alla sua identità
Brasile
18 ore
Pelé non risponde alla chemio: trasferito in un altro reparto
Dopo il ricovero di martedì, ‘O Rei’ spostato nel reparto delle cure palliative dell’ospedale ‘Albert Einstein’ di San Paolo
© Regiopress, All rights reserved