laRegione
05.09.22 - 19:53
Aggiornamento: 21:25

Le minacce di Mosca: via le sanzioni o niente gas

La Russia sostiene che la manutenzione del Nord Stream è resa impossibile dalle sanzioni occidentali, mentre l’Ue pensa al tetto sul prezzo del gas

Ats, a cura di Red.Web
le-minacce-di-mosca-via-le-sanzioni-o-niente-gas
Keystone

Via le sanzioni o niente più gas. Il messaggio che da Mosca arriva all’Europa non potrebbe essere più esplicito. E il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, confermando lo stop delle forniture dal gasdotto Nord Stream, di fatto dà sostanza all’ultima minaccia di Vladimir Putin: quella della "tempesta globale" pronta ad abbattersi in vista dell’inverno su una Unione europea decisa più che mai a imporre un tetto al prezzo del gas russo. Lo ha ribadito la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen, lo ha invocato il presidente francese Emmanuel Macron. Con l’inquilino dell’Eliseo che, dopo un colloquio col cancelliere tedesco Olaf Scholz, ha annunciato un patto di solidarietà sull’asse Parigi-Berlino: per affrontare l’inverno la Francia esporterà gas verso la Germania in cambio di energia elettrica.

Ma intanto, di fronte al braccio di ferro tra la Russia e la Ue, i mercati continuano a tremare. Il prezzo del gas è tornato a volare, toccando nuovamente ad Amsterdam il picco dei 290 euro al megawattora per poi chiudere a 245 euro. Un andamento che oramai da qualche settimana è da montagne russe. A fondo vanno le Borse europee che hanno bruciato oltre 58 miliardi di euro (Wall Street era chiusa per il Labour Day), con Milano che ha perso oltre il 2% mandando in fumo 12 miliardi, maglia nera insieme a Francoforte. Mentre lo spread è tornato a salire a 237 punti, con l’euro scivolato ai minimi da 20 anni sul dollaro.

Acque agitate dunque nel Vecchio Continente, dove però oramai prevale la linea ‘whatever it takes’, con Bruxelles e le principali capitali pronte a tutto per far fronte all’emergenza del caro-energia mantenendo una posizione intransigente nei confronti della Russia. Le prime decisioni sono attese nel corso del Consiglio dei ministri Ue dell’Energia di venerdì 9 settembre. Sul tavolo due opzioni principali: un tetto al prezzo del gas e possibili linee di credito d’emergenza per gli operatori del mercato energetico. In particolare, come emerge da una bozza della presidenza di turno ceca della Ue, si pensa a una limitazione temporanea del prezzo del gas utilizzato per la produzione di energia elettrica e a una limitazione del prezzo del gas importato", oltre a sospensioni temporanee dei mercati europei dei derivati sull’energia.

Sono tutte misure che Mosca vede come il fumo negli occhi, col Cremlino che ribadisce la sua versione: i problemi con le forniture di gas all’Europa attraverso il Nord Stream continueranno fino alla revoca delle sanzioni che impediscono la manutenzione dei macchinari del gasdotto. "Sono proprio le sanzioni che gli Stati occidentali hanno imposto – ha affermato Peskov – che hanno portato la situazione a quello che stiamo vedendo ora". Mentre Putin ha accusato l’Occidente anche di frenare la soluzione dei problemi ambientali globali.

E mentre il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, è arrivato a sorpresa in Algeria per una visita di lavoro e per discutere forniture aggiuntive da parte del Paese nordafricano, la Germania ha annunciato che per ora terrà due centrali nucleari di riserva fino al 2023. Nel frattempo Teheran tenta di approfittare della situazione di crisi, dicendosi pronta a rifornire l’Europa e a soddisfare i suoi bisogni energetici. Ma ad un patto: che l’Occidente rilanci l’accordo sul nucleare iraniano del 2015, quello stracciato da Donald Trump, e rimuova le sanzioni contro la Repubblica Islamica. Una mossa che molti interpretano più come una provocazione che come una proposta concreta.

Intanto preoccupa anche la situazione sul fronte delle forniture di petrolio. Così l’Opec+ ha deciso di tagliare la produzione di 100’000 barili al giorno nel mese di ottobre per stabilizzare il mercato, ritornando così sui livelli del mese di agosto.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
53 min
Inondazioni e terremoti presentano il conto
Danni a seguito di catastrofi naturali per 260 miliardi di dollari l’anno scorso: cifre in calo rispetto al 2021, ma superiori alla media decennale
Messico
13 ore
‘I morti continuano ad arrivare e le persone a scomparire’
In Messico traboccano gli obitori. È la conseguenza dell’ondata di violenza legata al traffico di droga. E dei tempi lunghi per l’identificazione
Italia
15 ore
Dopo caro-benzina e caro-elettricità, ecco il caro-panettone
Natale (e Capodanno) più caro per gli italiani (e non solo loro). Che complessivamente dovrebbero spendere 340 milioni di euro in più rispetto al 2021
India
15 ore
Coccodrilli con le valigie in mano pronti a traslocare
Complice la sovrappopolazione, che sta causando continui conflitti tra i rettili, migliaia di loro saranno trasferito da Chennai al Gujarat
Estero
16 ore
Schianto di primo mattino a Forcola. Muore un diciottenne
A bordo della vettura c’erano altri due giovani, entrambi rimasti gravemente feriti. I tre stavano andando a scuola a Sondrio.
Italia
17 ore
Rapina una farmacia. Ma dimentica la ricetta della moglie
Maldestro furto per un 57enne nel Milanese. Sul bancone ha infatti lasciato il foglietto con cui i carabinieri sono risaliti alla sua identità
Brasile
17 ore
Pelé non risponde alla chemio: trasferito in un altro reparto
Dopo il ricovero di martedì, ‘O Rei’ spostato nel reparto delle cure palliative dell’ospedale ‘Albert Einstein’ di San Paolo
Italia
17 ore
Eredità... stupefacente a Sesto Fiorentino
Nell’appartamento del fratello deceduto spuntano un laboratorio per la droga e 2,4 chili di marijuana
Russia
20 ore
Mosca se ne fa un baffo del ‘price cap’ sul petrolio
Per l’ambasciata russa negli Stati Uniti, malgrado il tetto al prezzo dell’oro nero russo, il greggio continuerà a essere richiesto
Indonesia
21 ore
La terra trema sull’Isola di Giava, in Indonesia
L’epicentro del terremoto, di magnitudo 5,7, è stato localizzato a 18 chilometri a sud-est della città di Banjar
© Regiopress, All rights reserved