laRegione
12.08.22 - 08:53
Aggiornamento: 16:17

Novartis conferma il decesso di due bimbi dopo terapia genetica

Il farmaco ha causato nei due pazienti una disfunzione al fegato. ‘I benefici restano superiori ai rischi’, afferma l’azienda farmaceutica.

Ats, a cura di Red.Web
novartis-conferma-il-decesso-di-due-bimbi-dopo-terapia-genetica
Keystone

Due bambini sono morti a causa di una disfunzione al fegato emersa dopo una terapia genetica di Novartis. Il gigante farmaceutico ha confermato i fatti in una presa di posizione, a disposizione dall’agenzia economica Awp.

"Dopo due decessi in breve tempo e d’accordo con le autorità sanitarie aggiorneremo le avvertenze e renderemo attenti sul fatto che si sono registrati casi mortali di disfunzioni acute al fegato", si legge nella nota del gruppo renano.

Zolgensma è approvato per il trattamento dell’atrofia muscolare spinale (Sma), una rara malattia ereditaria che nella sua forma più grave porta alla morte all’età di circa due anni. Con un costo di due milioni di dollari, Zolgensma è la più cara terapia singola a livello mondiale.

Possibili problemi al fegato già noti

"Crediamo fortemente al rapporto costi-benefici di Zolgensma, che fino a oggi è stato utilizzato mondialmente in oltre 2’300 pazienti", ha sottolineato Novartis. Possibili problemi al fegato erano già noti ed evocati nella descrizione del prodotto.

I casi mortali si sono registrati in Russia e Kazakistan. A entrambi i pazienti dopo la terapia di Zolgensma sono stati somministrati steroidi. Secondo Novartis si tratta dei primi decessi causati da disfunzioni al fegato.

Zolgensma è stato approvato negli Stati Uniti nel maggio 2019 ed è solo la seconda terapia genetica per malattie ereditarie che ha ricevuto l’ok dalle autorità. Già in passato erano stati sollevati dubbi sulla sicurezza del prodotto.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
15 min
Getta in terra sculture ai Musei Vaticani, fermato un turista
L’uomo ha danneggiato gravemente due antichi busti nella galleria Chiaramonti. È apparso agitato e ha detto di voler parlare col papa
Confine
1 ora
Operazione ‘Cavalli di razza’, chiesti quasi 400 anni di pena
I 34 imputati alla sbarra hanno scelto il rito abbreviato per beneficiare della riduzione di un terzo della pena. Due arresti avvenuti a Lugano.
Estero
2 ore
Guasti a Nordstream 1 e 2, probabile la ‘mano’ di uno Stato
È l’ipotesi avanzata dallo Spiegel sulla natura delle falle nei gasdotti. Secondo cui sarebbe stato oggetto di un ‘sabotaggio mirato’
Italia
3 ore
In auto a dormire o a far spesa dopo aver timbrato
Timbravano il badge di entrata e poi si assentavano. Nei guai sei dipendenti del Comune di Santa Domenica Vittoria, nel Messinese
Estero
4 ore
Luce verde al nuovo pacchetto di sanzioni contro la Russia
Trovato l’accordo: l’Unione europea prepara un altro giro di vite. Che contempla pure il tetto al prezzo del petrolio
India
6 ore
Valanga sull’Himalaya, almeno dieci le vittime
All’indomani della slavina che ha travolto un gruppo di scalatori, recuperati altri 6 corpi. Ancora 18 persone mancano all’appello
India
7 ore
India, al matrimonio in bus. Che però precipita: 25 morti
L’incidente si è verificato lungo una strada scoscesa di montagna, nello Stato dell’Uttarakhand. Altre venti persone sono state tratte in salvo
Italia
8 ore
La terra trema a Genova. Scossa avvertita in tutta la città
Il sisma, di magnitudo 3,5, è stato registrato ieri sera alle 23.41, con epicentro a due chilometri a ovest del Comune di Davagna
Italia
9 ore
Molesta un’allieva 11enne. Professore arrestato a Caltanisetta
In giugno la ragazzina aveva raccontato tutto a un’insegnate, che aveva informato il preside, senza però sortire effetti. Poi si sono mossi i genitori
Stati Uniti
9 ore
Da Corea del Sud e Usa 4 missili nel Mar del Giappone
All’indomani del test nordcoreano di Pyongyang s’alza la voce (e non solo quella) di Seul e Washingon
© Regiopress, All rights reserved