laRegione
italia
11.08.22 - 20:42
Aggiornamento: 21:00

Accordo Renzi-Calenda, nasce il terzo polo

Obiettivo principale riportare Draghi a Palazzo Chigi. Il leader di Azione sarà il candidato numero uno

Ansa, a cura di Red.Estero
accordo-renzi-calenda-nasce-il-terzo-polo
Matteo Renzi è ottimista (Keystone)

Nasce il terzo polo: dopo giorni di faticose trattative Carlo Calenda e Matteo Renzi raggiungono l’accordo per presentarsi con una lista e un simbolo unitario alle prossime elezioni del 25 settembre. Obiettivo riportare Draghi a Palazzo Chigi. Ma Renzi sembra andare oltre: "Se ci sarà un problema nel prossimo governo cercheremo di dare una mano come abbiamo fatto con il governo Draghi". Un "matrimonio" politico sancito in rete, all’ora di pranzo, a colpi di post sui social, senza alcuna presentazione ufficiale, senza nessuna fotografia dei due contraenti. Anche oggi nessun faccia a faccia tra loro: l’ex premier è nella sua Toscana, in serata parla a Marina di Pietrasanta, mentre Calenda è a Roma.

L‘unica immagine, anch’essa diffusa in rete, è quella dell’effige elettorale che sarà sulla scheda - metà blu, metà bianca - con sopra, i simboli di Azione e Italia Viva, e al centro, grande, la scritta Calenda. Sotto, più piccola ’renew europe’, come si chiama la comune famiglia europea. Insomma, l’ex ministro sarà il front-runner, evidentemente un passo avanti rispetto all’ex premier. Un ruolo di assist-man che lo stesso Matteo Renzi, rivendica a caldo, sempre in rete, postando un video in cui lo si vede, durante una partita di calcio, passare la palla a un compagno, mandandolo in gol. E il commento: "Anche in politica servono gli assist". Quindi, su Facebook, si rivolge direttamente ai suoi potenziali elettori: "Abbiamo deciso di provarci. Il 25 settembre troverete sulla scheda elettorale anche questa possibilità: non accontentatevi dei meno peggio, mandate in Parlamento persone di qualità". Quindi lancia un appello ai suoi: "Dico alla comunità di Italia Viva: adesso tutti al lavoro con Carlo e gli amici di Azione per salvare l’Italia dai sovranisti e dai populisti".


Carlo Calenda (Keystone)

Le critiche

Anche Calenda, a ora di pranzo, affida a twitter il suo primo commento: "Nasce oggi per la prima volta un’alternativa seria e pragmatica al bipopulismo di destra e di sinistra che ha devastato questo paese e sfiduciato Draghi. Ringrazio Matteo Renzi per la generosità. Adesso insieme Italia Viva e Azione per Italia sul serio". Più tardi, puntualizza che se lui "è il leader di questa campagna elettorale, rimane l’autonomia dei partiti". "Quest’accordo dura - assicura - per un semplice fatto, perché non credo che Renzi non si metta a fare accordi con Fratoianni o Di Maio". Un’intesa snobbata dal Pd, da Giorgia Meloni e da Matteo Salvini. Duramente criticata, invece da Forza Italia e da Giuseppe Conte. "Nuova settimana, nuovo cambio di alleanza per Calenda. Ora - attacca il leader dei Cinque Stelle - è il momento di abbracciare il Rinascimento saudita di Renzi, per provare insieme a trovare un posto in Parlamento. Le emergenze di cittadini e imprese? Un dettaglio secondario". Per il coordinatore nazionale di Forza Italia, Antonio Tajani, l’accordo Azione-Iv è "autoreferenziale, di palazzo, che serve solo per le poltrone", paragonabile a un "matrimonio di Las Vegas, di quelli che durano poco". "Il terzo polo è destinato ad arrivare quarto, non inciderà sul futuro dell’Italia. Il centro liberale siamo noi". Quindi Tajani fa riferimento ai tanti video rilanciati online, uno di questi postato anche da Forza Italia, in cui si vede Calenda, nel recente passato, attaccare in tv con veemenza Matteo Renzi, assicurando i telespettatori che mai avrebbe stretto un alleanza con lui.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
il dopo-voto in italia
3 ore
Incontro Meloni-Salvini: ‘Unità d’intenti’
Calenda scommette su un governo di pochi mesi. Il Pd prova a ricostruirsi dalle macerie: il 6 ottobre la Direzione convocata in vista del Congresso
il voto contestato
3 ore
I separatisti ucraini da Putin: ‘Pronti all’annessione’
Lunedì la plenaria della Duma. L’Occidente condanna e manda armi. Kiev: i numeri dati da Mosca sono gonfiati.
mar baltico
3 ore
‘Nord Stream potrebbe essere irrecuperabile’
Scambio d’accuse tra Washington e Mosca: è sabotaggio. Già dispersa oltre la metà del gas, prezzi ancora in rialzo
stati uniti
3 ore
L’uragano Ian spazza la Florida: oltre 2 milioni di evacuati
Dopo essersi abbattuto su Cuba lasciando l’isola caraibica al buio, la tempesta si è diretta verso la costa Usa e ha superato i 250 chilometri orari
medio oriente
18 ore
Dall’Iran al Libano, la rivolta è donna
In piazza per rivendicare il diritto di non portare il velo oppure a rapinare banche che occultano i loro risparmi: un mondo messo a tacere alza la voce
italia
1 gior
Elezioni: ancora 109 posti in Parlamento da assegnare
Le donne sono la metà degli uomini. Per completare i nomi di deputati e senatori resta da capire cosa sceglieranno i leader che erano in più listini.
Estero
1 gior
‘Plebiscito per l’annessione’. Putin vuole smembrare l’Ucraina
Medvedev torna ad agitare lo spettro dell’atomica. Per i filorussi il 95% avrebbe votato a favore
mar baltico
1 gior
Perdite di gas da Nord Stream. Scambi di accuse: ‘Sabotaggio’
Danni “senza precedenti” nel tratto tra Danimarca e Svezia a 80 metri di profondità. E intanto il prezzo sale
Russia
1 gior
In sette giorni 66’000 russi sono entrati nell’Unione europea
La maggior parte, fuggita dopo la mobilitazione annunciata da Putin, è passata attraverso i valichi di frontiera finlandesi ed estoni
Stati Uniti d'America
1 gior
Elon Musk diventa il più ricco d’America
Scalzato l’ex ceo di Amazon Jeff Bezos. Al terzo posto il fondatore di Microsoft Bill Gates. Fuori dalla top ten Mark Zuckerberg.
© Regiopress, All rights reserved