laRegione
09.08.22 - 16:48
Aggiornamento: 17:32

La caccia al tesoro dei Paperoni Usa in Groenlandia

Gates, Bezos, Bloomberg finanziano la ricerca di cobalto e nichel sull’isola

Ansa, a cura di Red.Estero
la-caccia-al-tesoro-dei-paperoni-usa-in-groenlandia
Iceberg a Kulusuk, in Groenlandia (Keystone)

Si sposta in Groenlandia la guerra del cobalto, diventato cruciale in tutto il mondo per la transizione energetica. Complice il cambiamento climatico che sta sciogliendo i colossali ghiacciai, l’isola più grande del pianeta – tra Canada, Islanda e Mar Glaciale Artico – ha attirato l’attenzione di un club di miliardari, tra cui Jeff Bezos, Michael Bloomberg e Bill Gates, che finanziano sostanziosamente l’azienda Usa partita alla caccia del nuovo tesoro.

Un team di trenta persone tra geologi, geofisici, piloti di elicotteri, meccanici e pure cuochi si sono accampati nella zona delle colline e delle valli dell’isola di Disko e della penisola di Nuussuaq convinti che l’energia green dei Paesi occidentali passi proprio da lì: l’obiettivo sono i giacimenti di minerali rari, indispensabili per alimentare centinaia di milioni di veicoli elettrici e batterie massicce che immagazzinano potenza. Il progetto è stato messo in campo dalla statunitense Kobold Metals, una società di esplorazione mineraria con sede in California, con un investimento di 15 milioni di dollari per la parte delle ricerche.

Guerra molto fredda

Gli interessi geopolitici in gioco sono altissimi. I governi occidentali che vanno verso la transizione all’energia verde e rinnovabile sono da tempo in allarme per il crescente controllo della Cina sulle catene di approvvigionamento di litio e cobalto. La Repubblica popolare cinese detiene il 72% delle riserve del cobalto, minerale raro usato prevalentemente nelle apparecchiature elettroniche e nella produzione di batterie per le autovetture elettriche.


Antenne sul ghiacciaio Helheim (Keystone)

Un monopolio che si basa sulla sostanziale proprietà di buona parte delle miniere in Congo (produttore fino al 62% del fabbisogno mondiale), attraverso un raffinato sistema che – secondo gli analisti internazionali – mette insieme finanziamenti apparentemente a fondo perduto per il Paese africano, diritti di sfruttamento dei giacimenti, presenza di tecnici e operai cinesi, controllo delle esportazioni e dei trasporti marittimi.

Ma Pechino non si è fermata all’Africa: sta studiando un percorso di diversificazione della catena di rifornimento del prezioso minerale, rivolgendosi alle autorità di Giacarta. Nei mesi scorsi la cinese Huayou Cobalt ha annunciato il proposito di investire 1,28 miliardi di dollari per l’estrazione del cobalto proprio in Indonesia. Gli Stati Uniti dal canto loro sanno di non poter restare indietro in questa corsa, visto che entro il 2030 la metà dei nuovi veicoli venduti saranno elettrici, e la Groenlandia potrebbe dar loro una grande mano. "Stiamo cercando un giacimento di nichel e cobalto che sarà il primo o il secondo più significativo al mondo", ha dichiarato alla Cnn Kurt House, Ceo di Kobold Metals. E se tutto andrà bene, anche Bezos, Bloomberg e Gates avranno fatto bingo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
il dopo-voto in italia
4 ore
Incontro Meloni-Salvini: ‘Unità d’intenti’
Calenda scommette su un governo di pochi mesi. Il Pd prova a ricostruirsi dalle macerie: il 6 ottobre la Direzione convocata in vista del Congresso
il voto contestato
4 ore
I separatisti ucraini da Putin: ‘Pronti all’annessione’
Lunedì la plenaria della Duma. L’Occidente condanna e manda armi. Kiev: i numeri dati da Mosca sono gonfiati.
mar baltico
4 ore
‘Nord Stream potrebbe essere irrecuperabile’
Scambio d’accuse tra Washington e Mosca: è sabotaggio. Già dispersa oltre la metà del gas, prezzi ancora in rialzo
stati uniti
4 ore
L’uragano Ian spazza la Florida: oltre 2 milioni di evacuati
Dopo essersi abbattuto su Cuba lasciando l’isola caraibica al buio, la tempesta si è diretta verso la costa Usa e ha superato i 250 chilometri orari
medio oriente
19 ore
Dall’Iran al Libano, la rivolta è donna
In piazza per rivendicare il diritto di non portare il velo oppure a rapinare banche che occultano i loro risparmi: un mondo messo a tacere alza la voce
italia
1 gior
Elezioni: ancora 109 posti in Parlamento da assegnare
Le donne sono la metà degli uomini. Per completare i nomi di deputati e senatori resta da capire cosa sceglieranno i leader che erano in più listini.
Estero
1 gior
‘Plebiscito per l’annessione’. Putin vuole smembrare l’Ucraina
Medvedev torna ad agitare lo spettro dell’atomica. Per i filorussi il 95% avrebbe votato a favore
mar baltico
1 gior
Perdite di gas da Nord Stream. Scambi di accuse: ‘Sabotaggio’
Danni “senza precedenti” nel tratto tra Danimarca e Svezia a 80 metri di profondità. E intanto il prezzo sale
Russia
1 gior
In sette giorni 66’000 russi sono entrati nell’Unione europea
La maggior parte, fuggita dopo la mobilitazione annunciata da Putin, è passata attraverso i valichi di frontiera finlandesi ed estoni
Stati Uniti d'America
1 gior
Elon Musk diventa il più ricco d’America
Scalzato l’ex ceo di Amazon Jeff Bezos. Al terzo posto il fondatore di Microsoft Bill Gates. Fuori dalla top ten Mark Zuckerberg.
© Regiopress, All rights reserved