laRegione
05.08.22 - 21:11

Raid israeliani su Gaza: almeno 10 morti

Lanciata l’operazione "Breaking Dawn”. Ucciso un capo della Jihad: tra i 50 feriti anche una bambina di 5 anni. Risposta palestinese: “Lanciati 100 razzi”

Ansa, a cura di Red.Estero
raid-israeliani-su-gaza-almeno-10-morti
Il fumo dopo un’esplosione a Gaza (Keystone)

Lampi di guerra a Gaza. Dopo giorni di minacce da parte della Jihad islamica della Striscia, Israele ha lanciato l’operazione ‘Breaking Dawn’ con attacchi aerei sull’enclave palestinese che hanno ucciso Tayasir Jabari, comandante del settore nord dell’organizzazione. In tutto - secondo l’ultimo bilancio del ministero della sanità locale - i morti sono circa 10 e 50 i feriti e tra questi una bambina di 5 anni.

L’esercito israeliano ha riferito di almeno 15 membri della Jihad colpiti nei ripetuti attacchi (due ondate, una nel primo pomeriggio, l’altra in serata) sulla Striscia che hanno centrato strutture militari della Jihad, siti di lancio di razzi e un appartamento a Bourj Falastin, un edificio di dieci piani destinato ad uffici, situato nel pieno centro di Gaza City nel quale si erano nascosti Jabari e altri dirigenti della Jihad. In serata è arrivata la reazione della Jihad, dopo i funerali in serata di Jabari.

Il leader politico dell’organizzazione Ziad Nahaleh aveva minacciato che "Tel Aviv e tutte le altre città israeliane sono nel mirino" dei razzi da Gaza. Poi si è passati ai fatti: Sarebbero 100 i razzi partiti dalla Striscia. Ma i portavoce hanno già precisato che si tratta solo dell’inizio della reazione all’attacco israeliano. Fonti militari israeliane, citate dalla televisione pubblica, hanno confermato per il momento "decine di lanci, oltre 40". Finora non si ha notizie di vittime in Israele. Secondo i media israeliani, stasera solo la Jihad islamica ha sparato da Gaza, mentre per ora Hamas non ha partecipato ai combattimenti.

Sale la tensione

"Il nemico - ha proclamato la fazione chiedendo ad Hamas di unirsi alla lotta a Israele - ha lanciato una guerra contro il nostro popolo". Abu Mazen da Ramallah ha condannato la mossa israeliana definendola "una aggressione" contro il popolo palestinese ed ha chiesto alla Comunità internazionale di intervenire. Il premier Yair Lapid - in stretto collegamento con il ministro della difesa Benny Gantz - ha spiegato che ‘Breaking Dawn’ è "un’operazione per rimuovere una minaccia concreta nei confronti di cittadini israeliani e nelle zone vicine a Gaza". "Il governo di Israele - ha aggiunto - non permetterà ai terroristi di minacciare cittadini. Chiunque cerchi di colpirci, sappia che lo raggiungeremo".


Gli effetti dei razzi israeliani (Keystone)

L’esercito ha rinforzato gli effettivi della divisione ‘Gaza’ lungo la Striscia e dichiarato "una allerta speciale" sul fronte interno del Paese. L’Iron Dome, il sistema di difesa anti missilistico, è stato schierato per coprire fino a 80 chilometri all’interno di Israele, quindi compresa Tel Aviv. In molte città - soprattutto quelle più vicine alla Striscia - per tema dei possibili razzi sono stati aperti i rifugi pubblici, i voli in partenza e in arrivo all’aeroporto Ben Gurion deviati lungo una rotta più a nord. Ma soprattutto è stato avviato il richiamo di circa 25 mila riservisti.

Rischio nuovo conflitto

Era da giorni che la situazione con Gaza montava: da quando l’esercito israeliano ha arrestato in Cisgiordania Bassen a-Saadi (62 anni), leader della Jihad islamica nei Territori. Una unità speciale israeliana lo aveva sorpreso durante una sua breve visita notturna alla famiglia, nel campo profughi di Jenin. Da quel giorno è stato uno stillicidio di minacce da parte dell’ala militare della Jihad, le brigate al-Quds, che hanno messo in massima allerta Israele con la chiusura dei valichi, la riduzione delle normali attività lungo la frontiera ed hanno indotto Lapid ad anticipare i tempi con l’attacco di oggi.

Jabari era da tempo nel mirino di Israele: come ha spiegato l’esercito, è stato "responsabile di multipli tentati attacchi contro civili israeliani". Jabari aveva sostituito Baha Abu al-Ata, comandante in campo che era stato ucciso durante il conflitto con Israele del 2019. Nella sua nuova funzione era stato individuato dall’esercito come autore di numerosi lanci di razzi verso Israele. Ora - come trapelato nei giorni scorsi - si attende una possibile mediazione dell’Egitto che possa mettere fine alle ostilità di quello che potrebbe diventare - se anche Hamas decidesse di scendere in campo - il quarto conflitto aperto con Gaza dal 2012 a oggi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
2 ore
Dopo il cappotto ‘alla Messina Denaro’, il bimbo vestito da boss
Un video su TikTok mostra un bambino che ‘sfila’ con gli stessi abiti del capomafia al momento dell’arresto. C’è anche chi minimizza: ‘È solo ironia’
Stati Uniti
6 ore
America nella morsa del ghiaccio: aerei a terra
Colpiti in particolare gli Stati meridionali, dove nelle ultime 24 ore sono stati cancellati circa 865 voli nazionali
Estero
16 ore
Kamikaze in moschea in Pakistan, almeno 63 morti
Centinaia i feriti a Peshawar, i talebani rivendicano la strage
la guerra in ucraina
16 ore
Boris Johnson: Putin minacciò di uccidermi con un missile
Il Cremlino nega, ma Londra ricorda le tante ingerenze di Mosca sul suolo britannico
Estero
16 ore
Bolsonaro chiede un visto di 6 mesi per restare negli Usa
L’ex presidente brasiliano, ora in Florida, ha domandato alle autorità statunitensi un permesso turistico per rimanere nel Paese per altri sei mesi.
Italia
17 ore
Alfredo Cospito trasferito al carcere di Opera (da Sassari)
L‘anarchico rischiava la vita dopo lo sciopero della fame e gli oltre 40 kg persi. Il ministro: ’La tutela della salute di ogni detenuto è una priorità’
Estero
21 ore
Sciopero in Francia, disagi sui binari in Svizzera
Le braccia incrociate contro la riforma delle pensioni nell’Esagono fanno saltare diversi collegamenti Tgv con Ginevra, Losanna e Zurigo
Estero
22 ore
Hitler nominato cancelliere: 90 anni fa i nazisti al potere
Il 30 gennaio del 1933 il Führer riceveva l’incarico di formare il governo dal presidente tedesco Paul von Hindenburg
Estero
1 gior
Euro, ogni milione di banconote 13 sono false
Lieve aumento nel 2022 per i casi di contraffazione: 376’000 quelle tolte dalla circolazione. I tagli da 20 e 50 restano i più gettonati
Italia
1 gior
Settantadue città fuorilegge per smog. Fra queste c’è anche Como
Lo indica il rapporto ‘Mal d’aria di città 2023’ di Legambiente, che ha analizzato l’inquinamento atmosferico in 95 centri della Penisola
© Regiopress, All rights reserved