laRegione
07.08.22 - 07:05
Aggiornamento: 14:54

Rifiuti alimentari umani: ‘Una minaccia per gli orsi polari’

Con la riduzione dei ghiacciai questi animali cercano cibo sempre più vicino alle zone abitate

Ats, a cura di Red.Web
rifiuti-alimentari-umani-una-minaccia-per-gli-orsi-polari
Keystone

I rifiuti alimentari umani attirano gli orsi polari verso le comunità umane mettendo così in pericolo questi animali, hanno avvertito gli scienziati. Questi plantigradi sono infatti seriamente minacciati dai cambiamenti climatici.

Tre anni fa l’invasione di un remoto villaggio russo da parte di decine di famelici orsi polari aveva fatto notizia in tutto il mondo. Le immagini mostravano gruppi di animali che si nutrono di rifiuti in una discarica a cielo aperto.

Secondo gli scienziati e gli ambientalisti, questo è solo uno dei sempre più numerosi incidenti che dimostrano la minaccia che i rifiuti alimentari rappresentano per questi animali in via di estinzione.

Con il riscaldamento globale, la regione artica sta aumentando di temperatura circa tre volte più velocemente della media globale, il che significa che c’è meno ghiaccio, un terreno di caccia per questi animali.

Più contatti tra orsi polari e umani

"Stiamo assistendo a un lento e costante aumento delle interazioni negative tra uomo e orso polare, alimentato in gran parte dalla riduzione della banchisa, che spinge un maggior numero di orsi a sbarcare per periodi più lunghi e in un maggior numero di luoghi", ha dichiarato Geoff York, direttore senior per la conservazione della Ong Polar Bears International.

Nella nuova analisi, i ricercatori hanno esaminato come il cibo scartato, in particolare quello proveniente dalle discariche, attiri gli orsi polari nelle comunità umane e li metta a rischio. "Sappiamo dal mondo degli orsi bruni e neri in Europa e in Nord America che le discariche sono un problema enorme per gli orsi".

A Kaktovik, in Alaska, la spiaggia protetta dove vengono scaricati i resti delle balene bowhead, che la comunità Inupiat caccia tradizionalmente, attira ogni autunno fino a 90 orsi polari da un raggio di 160 chilometri.

"Il cibo umano è un problema enorme per gli orsi", ha dichiarato York, coautore del rapporto pubblicato sulla rivista Oryx. "La situazione rischia di peggiorare se non viene affrontata".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Stati Uniti d’America
8 ore
In Florida devastazione e milioni di persone senza elettricità
Gli effetti dell’uragano Ian, uno dei più violenti mai abbattutosi sugli Usa, con venti a 240 chilometri orari
il dopo-voto in italia
19 ore
Incontro Meloni-Salvini: ‘Unità d’intenti’
Calenda scommette su un governo di pochi mesi. Il Pd prova a ricostruirsi dalle macerie: il 6 ottobre la Direzione convocata in vista del Congresso
il voto contestato
19 ore
I separatisti ucraini da Putin: ‘Pronti all’annessione’
Lunedì la plenaria della Duma. L’Occidente condanna e manda armi. Kiev: i numeri dati da Mosca sono gonfiati.
mar baltico
19 ore
‘Nord Stream potrebbe essere irrecuperabile’
Scambio d’accuse tra Washington e Mosca: è sabotaggio. Già dispersa oltre la metà del gas, prezzi ancora in rialzo
stati uniti
19 ore
L’uragano Ian spazza la Florida: oltre 2 milioni di evacuati
Dopo essersi abbattuto su Cuba lasciando l’isola caraibica al buio, la tempesta si è diretta verso la costa Usa e ha superato i 250 chilometri orari
medio oriente
1 gior
Dall’Iran al Libano, la rivolta è donna
In piazza per rivendicare il diritto di non portare il velo oppure a rapinare banche che occultano i loro risparmi: un mondo messo a tacere alza la voce
italia
1 gior
Elezioni: ancora 109 posti in Parlamento da assegnare
Le donne sono la metà degli uomini. Per completare i nomi di deputati e senatori resta da capire cosa sceglieranno i leader che erano in più listini.
Estero
1 gior
‘Plebiscito per l’annessione’. Putin vuole smembrare l’Ucraina
Medvedev torna ad agitare lo spettro dell’atomica. Per i filorussi il 95% avrebbe votato a favore
mar baltico
1 gior
Perdite di gas da Nord Stream. Scambi di accuse: ‘Sabotaggio’
Danni “senza precedenti” nel tratto tra Danimarca e Svezia a 80 metri di profondità. E intanto il prezzo sale
Russia
1 gior
In sette giorni 66’000 russi sono entrati nell’Unione europea
La maggior parte, fuggita dopo la mobilitazione annunciata da Putin, è passata attraverso i valichi di frontiera finlandesi ed estoni
© Regiopress, All rights reserved