laRegione
10.07.22 - 23:17

Srebrenica, musulmani boicottano il ricordo di tutte le vittime

A 27 anni dalla fine della guerra di Bosnia si conferma il persistere di tensioni fra i bosgnacchi musulmani e quelli di etnia serba

Ats, a cura di Red.Web
srebrenica-musulmani-boicottano-il-ricordo-di-tutte-le-vittime
Keystone

I rappresentanti bosgnacchi musulmani nel consiglio comunale di Srebrenica hanno boicottato oggi la seduta indetta dal sindaco e dagli altri consiglieri di etnia serba per commemorare tutte le vittime registratesi a Srebrenica e nella regione circostante nel corso della guerra di Bosnia del 1992-1995. Non solo le vittime musulmane, ma anche quelle di etnia serba. A darne notizia sono i media regionali. Il boicottaggio, alla vigilia delle commemorazioni ufficiali per il genocidio di Srebrenica, ha confermato il persistere di tensioni e perenni incomprensioni fra le due principali componenti etniche del paese. Lo stesso era avvenuto lo scorso anno.

Il sindaco di etnia serba stigmatizza

Il sindaco di Srebrenica Mladen Grujicic, di etnia serba, ha stigmatizzato il comportamento dei consiglieri musulmani, che non intendono rendere omaggio a tutte le vittime della guerra, ma le distinguono a seconda dell’etnia, "politicizzando ogni cosa, anche le commemorazioni dei caduti in guerra".

Ieri i serbo-bosniaci avevano messo in mostra le foto di centinaia di vittime serbe della guerra lungo la strada che collega Bratunac a Potocari, il cimitero-memoriale alle porte di Srebrenica, con l’obiettivo di denunciare la discriminazione e il totale disinteresse per le oltre 3’000 vittime serbe uccise dai musulmani in quella regione durante il conflitto armato.

Massacrati oltre 8’000 bosniaci musulmani

Srebrenica e Bratunac sono due cittadine vicine nell’est della Bosnia-Erzegovina, a ridosso del confine con la Serbia. Entrambe fanno parte della Republika Srpska, l’entità a maggioranza serba della Bosnia-Erzegovina. Nel luglio 1995 oltre 8’000 bosniaci musulmani furono massacrati nel giro di pochi giorni dalle truppe serbo-bosniache al comando del generale Ratko Mladic. Un eccidio che la giustizia internazionale ha definito genocidio, termine questo che i serbi respingono.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
5 ore
Sempre più vittime del terremoto in Turchia e Siria: oltre 5’000
È stato intanto estratto vivo dalle macerie il calciatore ghanese Christian Atsu. Oltre 8’000 persone sono state salvate finora
Estero
9 ore
Sale a 4’890 il bilancio dei morti del sisma fra Turchia e Siria
Da parte di Ankara le vittime del terremoto di magnitudo 7,9 di ieri sono al momento 3’381, da parte siriana sono 1’509
la guerra in ucraina
19 ore
Zelensky: ‘Nuova offensiva russa entro 10 giorni’
Il leader atteso giovedì a Bruxelles al vertice e al Parlamento
italia
20 ore
Il tiramisù non è vegano, muore ragazza allergica al latte
Quattro indagati a Milano. Prodotto ritirato dal ministero della Salute
diplomazie
20 ore
La Cina insiste: ‘Palloni civili’. Un video la smaschera
Immagini del 2018 su un social network mostrano un test militare con un aerostato identico. Pechino se la prende con gli Usa
Estero
23 ore
‘Pray for Syria and Turkey’. L’inizio di un incubo
Il terremoto visto dal Ticino e con gli occhi della bellinzonese Sara Demir, con parenti sia in Turchia sia in Siria
Estero
23 ore
Turchia, del castello di Gaziantep non restano che macerie
Il terremoto miete vittime anche fra i monumenti storici: completamente distrutta la fortezza patrimonio dell’Unesco
Estero
1 gior
La visita dei parlamentari svizzeri a Taiwan preoccupa la Cina
Pechino critica i contatti ufficiali fra le autorità dell’isola che considera una provincia ribelle e i Paesi che hanno relazioni diplomatiche con la Cina
Confine
1 gior
Confine, arrestato un 21enne per spaccio di droga
Nell’abitazione del giovane militari e cane antidroga hanno rinvenuto 500 grammi di hashish, diversi contanti e una bici elettrica rubata in Ticino
Estero
1 gior
Sono oltre 3600 le vittime del sisma, ma si scava ancora
Superati i 2300 morti in Turchia e 1200 in Siria. Erdogan: ‘Il più grande disastro nel Paese dal 1939’
© Regiopress, All rights reserved