laRegione
la-bielorussia-mette-al-bando-1984-di-orwell
Fonte: WikiMedia Commons
20.05.22 - 18:08
Aggiornamento: 19:56
Ansa, a cura de laRegione

La Bielorussia mette al bando ‘1984’ di Orwell

Vietato possedere copie del romanzo. Arrestato alcuni giorni fa l’editore Andrey Yanushkevich che nel 2020 ha pubblicato la versione in lingua bielorussa

Ad oltre 70 anni da quando venne scritto, il celeberrimo romanzo distopico ‘1984’ di George Orwell finisce all’indice nella Bielorussia dell’alleato di ferro del Cremlino Alexander Lukashenko.

Il suo governo ha ordinato che venga ritirato da ogni libreria, anche da quelle online. D’ora in avanti sarà di fatto vietato anche solo possederne una copia, come in Unione Sovietica fino al 1987.

A raccontarlo sono state fonti ucraine citando Nasha Niva, uno dei più antichi settimanali bielorussi, e notando, come fa la giornalista del Kyiv Independent Anastasia Lapatina, che "tutti i divieti sulla letteratura sono orrendi, ma lo sono ancora di più quando riguardano un libro che descrive perfettamente i nostri vicini".

Ma non finisce qui, perché in uno scenario forse non a caso degno proprio del ‘Grande Fratello’ orwelliano, quattro giorni fa l’editore Andrey Yanushkevich e un suo collega sono stati arrestati dopo che 200 copie del romanzo sono state trovate nel suo appartamento, durante una perquisizione delle forze di sicurezza dello Stato. Una perquisizione avvenuta con un certo anticipo sul bando, visto che è entrato in vigore solo ieri. La casa editrice di Yanushkevich aveva pubblicato la versione del romanzo in lingua bielorussa nel 2020 e nel 2021, ed era stato un grande successo editoriale.

Del resto ‘1984’ è stato più volte giudicato come uno dei migliori romanzi del Ventesimo secolo, per la sua vivida rappresentazione di un regime autoritario in un Paese immaginario che tiene sotto stretto controllo la vita di tutti i cittadini, con caratteristiche simili a quelle dell’Unione Sovietica di Stalin e della Germania nazista. Un controllo esercitato anche attraverso la censura, o nel migliore dei casi provvedendo alla riscrittura delle notizie e della storia secondo i requisiti del partito al governo.

"È una mossa comune a tutti i dittatori: vietare la verità su come funziona il meccanismo della repressione. È stupido, ma completamente nello spirito di Lukashenko", ha commentato il noto poeta bielorusso Serhiy Prylutsky.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
1984 andrey yanushkevich bielorussia george orwell
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
7 min
Un ginecologo olandese ha generato almeno 41 figli con l’inganno
Il medico, morto nel 2019, ha utilizzato segretamente il proprio sperma anzichè quello di un donatore anonimo, nel corso dei trattamenti di fertilità
Estero
36 min
Anche i ministri ancora fedeli chiedono a Johnson di lasciare
Una delegazione di almeno una mezza dozzina di membri del Consiglio di gabinetto annunciano di voler chiedere al primo ministro di dimettersi
Estero
42 min
Salgono a 9 le vittime del disastro della Marmolada
Sono due in più rispetto a ieri. Cinque i morti non ancora identificati
Estero
1 ora
Tre accuse di stupro per un giocatore della Premier League
Il calciatore, la cui identità non è nota, è libero su cauzione. Secondo i media inglesi fa parte di una Nazionale qualificata ai Mondiali in Qatar
Estero
2 ore
Hong Kong: autori di libri per bambini accusati di sedizione
Cinque persone sono accusate di aver ritratto pecore e lupi riferendosi metaforicamente agli abitanti della città e alla Cina
Estero
5 ore
Boris Johnson al Parlamento: il Governo va avanti nel suo lavoro
Il premier inglese, nonostante la raffica di dimissioni in seguito al caso Pincher, è deciso a restare al suo posto
Estero
5 ore
Malta, il killer di Caruana: pagato per ucciderla, solo affari
L’assassino della giornalista maltese, morta per un’autobomba nel 2017, ha spiegato il suo ruolo di sicario prezzolato in un’intervista con la Reuters
Regno Unito
6 ore
Proseguono le defezioni nel governo di Boris Johnson
Dopo le dimissioni, ieri, di due ministri senior per il caso Pincher, oggi lascia Robin Walker, viceministro per gli Standard della Scuola
Estero
7 ore
È morto il segretario generale dell’Opec Muhammad Barkindo
Il 63enne è deceduto improvvisamente. Era alla testa dell’organizzazione dal 2016
Estero
8 ore
Marmolada: proseguono le ricerche con i droni
La frana di ghiaccio aveva travolto gli alpinisti domenica. Alcuni soccorritori potrebbero tornare sul posto giovedì per l’intervento ‘vista e udito’
© Regiopress, All rights reserved