laRegione
scontri-ai-funerali-della-reporter-uccisa
Atmosfera concitata durante il funerale (Keystone)
israele
13.05.22 - 21:19
Aggiornamento : 21:38

Scontri ai funerali della reporter uccisa

La bara che ondeggia sotto la carica della polizia fin quasi a cadere a terra. Ucciso un poliziotto a Jenin

Ansa, a cura de laRegione

È l’immagine che ha segnato i funerali, con migliaia di persone, della reporter di Al-Jazeera Shireen Abu Akleh oggi a Gerusalemme in mezzo a nuovi violenti scontri con gli agenti israeliani. Scene che hanno fatto il giro del mondo suscitando indignazione. A partire dalla Casa Bianca, che le ha definite "inquietanti". La portavoce Jen Psaki ha espresso il "rammarico" dell’amministrazione Biden e ha definito le violenze "un’intrusione in una processione pacifica". "L’Unione europea è sconvolta", ha denunciato l’Alto rappresentante per la politica estera Josep Borrell, condannando "l’uso sproporzionato della forza e il comportamento irrispettoso della polizia israeliana nei confronti dei partecipanti al corteo funebre".


Shireen Abu Akleh, la giornalista uccisa

Gli incidenti sono cominciati all’uscita del feretro dall’ospedale a Beit Hanina, quartiere arabo di Gerusalemme est, quando la polizia ha impedito che la bara della giornalista uccisa mercoledì in Cisgiordania in un conflitto a fuoco fra miliziani palestinesi e un’unità militare israeliana, coperta dalla bandiera palestinese, fosse issata in spalla da un gruppo di persone. Il feretro, sotto la carica degli agenti, ha basculato ed è quasi caduto a terra. Le foto della scena sono eloquenti. Tuttavia gli israeliani hanno spiegato la carica sostenendo che dal corteo funebre, compresi da quelli che portavano a spalla la bara, è partito un lancio di pietre e altri oggetti contro gli agenti. Il tutto, secondo la loro versione, accompagnato da slogan nazionalistici. "I manifestanti - ha proseguito la polizia - hanno anche danneggiato il veicolo del funerale e provato a impedire che questi proseguisse". Sei i dimostranti arrestati - e 10 i feriti ricorsi alle cure dei medici - durante gli incidenti che hanno caratterizzato la prima parte delle esequie. Al-Jazeera durante la diretta ha ripetutamente criticato il comportamento "aggressivo" mantenuto dalla polizia israeliana in questa circostanza. Il corteo si è poi diretto verso la Porta di Giaffa, dove nella Chiesa greco-melchita (il credo cattolico di rito bizantino di Shireen Abu Akleh) si è svolta la funzione religiosa. Infine la tumulazione, sempre con molta gente, nel vicino cimitero del Monte Sion, mentre le chiese vicine suonavano le campane. Stavolta senza alcun incidente.

Quasi in contemporanea con quanto succedeva a Gerusalemme est, un poliziotto israeliano, Noam Raz (47 anni), è stato ucciso in scontri con palestinesi armati nei pressi di Jenin. Era un veterano dell’unità antiterrorismo della polizia Yamam e lascia moglie e 6 figli. È stato colpito – ha fatto sapere la polizia – in scontri con palestinesi armati (11 i feriti, secondo l’agenzia palestinese Wafa) durante un’operazione per catturare sospetti terroristi nella città di Burqin, vicino Jenin, luogo dal quale sono arrivati molti degli autori degli ultimi attentati in Israele. "È morto un eroe, un soldato che ha dato la sua vita per la sicurezza di Israele in una complessa e delicata operazione antiterrorismo", ha detto il premier Naftali Bennett.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
cisgiordania funerali israele jenin polizia poliziotto shireen abu akleh
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Confine
16 ore
Sospesi per quasi quattro mesi i lavori sulla A9
In vista del traffico estivo si sono fermati i lavori nella galleria San Fermo Sud, che riprenderanno in settembre
Estero
17 ore
L’Europarlamento chiede lo status di candidato per la Moldavia
Con 512 a favore, 43 contrari e 39 astenuti il Parlamento di Strasburgo sollecita le istituzioni europee a riconoscere la Moldavia come Paese candidato
Confine
22 ore
Operazione Ritual, 4 arresti e 3 kg di cocaina sequestrati
Prima di imbarcare la sostanza stupefacente verso l’Europa, la banda di nigeriani era solita avvalersi di riti propiziatori dei ‘santoni’
Estero
1 gior
Houston abbiamo un problema. Con le tute spaziali
Niente più uscite extraveicolari con i modelli Emu, fino al termine dell’indagine sull’incidente capitato al tedesco Matthias Maurer
Estero
1 gior
La Russia potrebbe ‘chiudere il gas’ alla Finlandia entro sabato
La principale azienda finlandese del gas, Gasum, ha rifiutato di passare al pagamento del gas in rubli
Estero
1 gior
L’Azerbaigian si dichiara pronto a firmare la pace con l’Armenia
Lo ha dichiarato il presidente azero Ilham Aliyev nel corso di un incontro con il presidente lituano Gitanas Naueda a Baku
Estero
1 gior
Erdogan insiste sul ‘no’ a Svezia e Finlandia nella Nato
Il presidente turco persiste nelle accuse ai due Paesi scandinavi candidati di ospitare membri del Pkk considerati terroristi da Ankara
Speciale Ucraina
1 gior
Il soldato russo si dichiara colpevole di crimini di guerra
Il 21enne è accusato di omicidio premeditato di un 62enne avvenuto nel nord-est dell’Ucraina. Segui il live de laRegione
Estero
2 gior
In Spagna lo Stato pagherà i congedi mestruali
Primo Paese in Europa a fare una legge. Permessi speciali di durata variabile. ‘Basta andare al lavoro imbottite di pillole’
Confine
2 gior
‘Big’ della logistica, infiltrazioni di ’ndrangheta dal Comasco
Un affiliato ai clan residente nel Comasco si sarebbe infiltrato nei subappalti della filiale italiana della tedesca Schenker, ora commissariata
© Regiopress, All rights reserved