laRegione
27.04.22 - 14:11
Aggiornamento: 14:49

L’Ue avvia il meccanismo di stop ai fondi per l’Ungheria

La decisione a fronte delle violazioni dello Stato di diritto da parte di Budapest. Necessaria l’approvazione a maggioranza qualificata degli Stati membri

Ats, a cura de laRegione
l-ue-avvia-il-meccanismo-di-stop-ai-fondi-per-l-ungheria
Keystone

La Commissione europea ha avviato il meccanismo di condizionalità per sospendere i fondi Ue diretti all’Ungheria a fronte delle ripetute violazioni dello Stato di diritto del Paese. Lo ha annunciato il vicepresidente Ue Margaritis Schinas.

Il collegio dei commissari europei riunito questa mattina a Bruxelles ha autorizzato il commissario per il Bilancio, Johannes Hahn, a inviare una notifica scritta formale a Budapest.

È la prima volta che l’Ue avvia il meccanismo di condizionalità, entrato in vigore nel gennaio del scorso anno, che permette all’Ue di sospendere i pagamenti diretti a uno Stato quando le violazioni dello Stato di diritto hanno o rischiano di avere un impatto negativo sul bilancio europeo.

La procedura prevede che la Commissione europea, cui spetta l’attivazione del meccanismo, invii delle lettere di notifica agli Stati membri interessati, proponendo il taglio dei fondi europei che dovrà poi essere approvato dai governi europei a maggioranza qualificata, ossia il 55% degli Stati membri che rappresentano il 65% della popolazione Ue.

La decisione era stata annunciata in occasione della plenaria del Parlamento europeo all’inizio di aprile dalla presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen. Nella sua analisi Bruxelles ha riscontrato irregolarità negli appalti pubblici, nei sistemi di controllo e audit, nella lotta alla corruzione, per citarne alcuni.

A rischiare l’avvio della procedura è anche la Polonia, che al pari dell’Ungheria aveva ricevuto una prima lettera amministrativa lo scorso novembre in cui la Commissione europea contestava delle violazioni dello Stato di diritto, in particolare riguardanti il sistema giudiziario. Tuttavia, precisano dall’esecutivo europeo, per Varsavia è più complesso valutare l’impatto di tali violazioni sul bilancio dell’Ue.

L’attuazione del regolamento sul meccanismo di condizionalità potrebbe, tuttavia, richiedere tempo. Tra l’invio della notifica ufficiale e la decisione finale dei Paesi membri potrebbero passare dai 5 ai 9 mesi. La misura inoltre può essere oggetto di ricorso dinanzi alla Corte di giustizia dell’Ue, facendo così slittare ulteriormente il taglio dei fondi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
la guerra in ucraina
15 ore
Quarta falla nel Nord Stream, la Nato in allerta
‘Risponderemo ad attacchi’. Mosca: ‘Non si sa se sarà riavviato’
Estero
15 ore
Putin sfida il mondo e annette i territori ucraini
La firma al Cremlino. Dopo Polonia e Paesi baltici, anche la Finlandia chiude i confini ai russi. L’esodo di chi non vuole andare in guerra prosegue a est
Confine
17 ore
Sacerdote ciadiano trovato morto a Bresso. Era giunto da Locarno
Del religioso si erano perse le tracce da diversi giorni. Il suo corpo senza vita era appeso a una recinzione nei pressi del camposanto
Estero
20 ore
I soldati russi al telefono: ‘Guerra inutile, pretesto falso’
Dalle intercettazioni verificate, tradotte e pubblicate dal Nyt emerge il morale a terra delle truppe e le critiche a Putin per l’invasione dell’Ucraina
Stati Uniti d’America
1 gior
In Florida devastazione e milioni di persone senza elettricità
Gli effetti dell’uragano Ian, uno dei più violenti mai abbattutosi sugli Usa, con venti a 240 chilometri orari
il dopo-voto in italia
1 gior
Incontro Meloni-Salvini: ‘Unità d’intenti’
Calenda scommette su un governo di pochi mesi. Il Pd prova a ricostruirsi dalle macerie: il 6 ottobre la Direzione convocata in vista del Congresso
il voto contestato
1 gior
I separatisti ucraini da Putin: ‘Pronti all’annessione’
Lunedì la plenaria della Duma. L’Occidente condanna e manda armi. Kiev: i numeri dati da Mosca sono gonfiati.
mar baltico
1 gior
‘Nord Stream potrebbe essere irrecuperabile’
Scambio d’accuse tra Washington e Mosca: è sabotaggio. Già dispersa oltre la metà del gas, prezzi ancora in rialzo
stati uniti
1 gior
L’uragano Ian spazza la Florida: oltre 2 milioni di evacuati
Dopo essersi abbattuto su Cuba lasciando l’isola caraibica al buio, la tempesta si è diretta verso la costa Usa e ha superato i 250 chilometri orari
medio oriente
2 gior
Dall’Iran al Libano, la rivolta è donna
In piazza per rivendicare il diritto di non portare il velo oppure a rapinare banche che occultano i loro risparmi: un mondo messo a tacere alza la voce
© Regiopress, All rights reserved