laRegione
25.04.22 - 21:38

L’obiettivo degli Usa, ‘indebolire la Russia’

Per il segretario statunitense alla Difesa Lloyd Austin sconfiggere Putin equivale a impedire altre guerre

di Claudio Salvalaggio, Ansa
l-obiettivo-degli-usa-indebolire-la-russia
Keystone
Da sinistra: Lloyd Austin, Volodymyr Zelensky e Antony Blinken

Washington – Gli Stati Uniti credono che l‘Ucraina possa vincere la guerra "se ha l’attrezzatura giusta, il sostegno giusto" e vogliono vedere la Russia "indebolita" al punto che non possa lanciare nuove guerre: uscendo per la prima volta dalle operose retrovie in cui era rimasto finora, il segretario alla Difesa Lloyd Austin delinea quella che è già stata ribattezzata dal suo nome ’dottrina Austin’, fissando l’obiettivo strategico degli Usa nel conflitto ucraino, ossia sconfiggere Vladimir Putin e ridimensionare la sua macchina da guerra. Una strategia che verrà discussa martedì nel summit del Pentagono nella base di Ramstein in Germania, al quale hanno aderito oltre 20 Paesi, tra cui l’Italia.

"Noi crediamo di poter vincere", ha assicurato. "Crediamo che possano vincere, se avranno l’equipaggiamento giusto", si è corretto subito Austin, parlando in una conferenza stampa con il segretario di Stato Antony Blinken al confine tra Polonia e Ucraina dopo il loro viaggio (in treno) a Kiev da Volodymyr Zelensky, il primo di esponenti dell’amministrazione americana dall’inizio della guerra. Poi ha sparato alto: "Noi vogliamo vedere la Russia indebolita a un livello tale che non possa più fare cose come l’invasione dell’Ucraina, ha già perso molte delle sue capacità militari e molte truppe, per essere franchi, e noi non vorremmo che possa ricostruire rapidamente tali capacità". Parole inusualmente forti per un segretario della Difesa americano perché un conto è aiutare Kiev a resistere all’aggressione russa e un altro dichiarare di voler indebolire le capacità militari russe. Gli ha fatto eco il capo della diplomazia Usa: "La strategia che abbiamo messo in atto, ossia massiccio sostegno all’Ucraina, massiccia pressione contro la Russia, solidarietà con oltre 30 Paesi impegnati in questi sforzi, sta avendo veri risultati, con la Russia che sta fallendo nei suoi scopi e l’Ucraina che sta avendo successo".

‘Un’Ucraina indipendente sopravviverà a Putin’

"Un’Ucraina sovrana e indipendente esisterà sulla scena molto più a lungo di Vladimir Putin", ha promesso. Messaggi che hanno irritato lo zar: "L’Occidente sta tentando di spaccare la società russa e distruggere la Russia dall’interno", ha denunciato, sottolineando che "è una strana diplomazia quando i diplomatici chiedono all’Ucraina di vincere la guerra sul campo di battaglia". L’ambasciatore russo a Washington ha mandato anche una nota diplomatica chiedendo che gli Usa mettano fine alla fornitura di armi a Kiev. Ma per tutta risposta Austin ha annunciato un ulteriore stanziamento di aiuti militari per 713 milioni di dollari, di cui 300 per l’Ucraina e il resto a 15 Paesi dell’Europa centro-orientale che hanno fornito aiuti bellici a Kiev e hanno bisogno di ricostituire le loro scorte di armi. Esteso inoltre l’addestramento militare degli ucraini e disco verde alla vendita di munizioni a Kiev per 165 milioni di dollari per "i sistemi di fabbricazione sovietica". Blinken, dal canto suo, ha annunciato il graduale ritorno a partire da "questa settimana" di una presenza diplomatica Usa in Ucraina, probabilmente a Leopoli, con l’intenzione di riaprire l’ambasciata a Kiev nelle prossime settimane. Nel frattempo Joe Biden, rincuorato dalla rielezione di Emmanuel Macron che consolida il fronte occidentale anti Putin, ha nominato con una mossa tardiva Bridget Brink come nuova ambasciatrice a Kiev, una carica vacante da tre anni.

Diplomatica di carriera da 26 anni e attualmente capo missione in Slovacchia, Brink ha una grande esperienza di Europa orientale ed ex Urss, e parla cinque lingue, tra le quali il russo.

Dopo l’incontro di tre ore con Blinken e Austin, Zelensky ha ringraziato personalmente Biden per quella che gli appare come una svolta Usa su tutti i fronti. E si prepara a ricevere giovedì - con un certo scetticismo - il segretario generale dell’Onu Antonio Guterres, dopo la sua tappa a Mosca e - oggi - ad Ankara, dove ha incontrato il presidente Recep Tayyip Erdogan esprimendo il suo sostegno agli sforzi diplomatici della Turchia. I due leader hanno affermato che il loro "obiettivo comune è porre fine alla guerra il prima possibile e creare le condizioni per porre fine alle sofferenze dei civili", anche con la creazione di corridoi umanitari.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
2 ore
Dopo il cappotto ‘alla Messina Denaro’, il bimbo vestito da boss
Un video su TikTok mostra un bambino che ‘sfila’ con gli stessi abiti del capomafia al momento dell’arresto. C’è anche chi minimizza: ‘È solo ironia’
Stati Uniti
6 ore
America nella morsa del ghiaccio: aerei a terra
Colpiti in particolare gli Stati meridionali, dove nelle ultime 24 ore sono stati cancellati circa 865 voli nazionali
Estero
16 ore
Kamikaze in moschea in Pakistan, almeno 63 morti
Centinaia i feriti a Peshawar, i talebani rivendicano la strage
la guerra in ucraina
16 ore
Boris Johnson: Putin minacciò di uccidermi con un missile
Il Cremlino nega, ma Londra ricorda le tante ingerenze di Mosca sul suolo britannico
Estero
16 ore
Bolsonaro chiede un visto di 6 mesi per restare negli Usa
L’ex presidente brasiliano, ora in Florida, ha domandato alle autorità statunitensi un permesso turistico per rimanere nel Paese per altri sei mesi.
Italia
17 ore
Alfredo Cospito trasferito al carcere di Opera (da Sassari)
L‘anarchico rischiava la vita dopo lo sciopero della fame e gli oltre 40 kg persi. Il ministro: ’La tutela della salute di ogni detenuto è una priorità’
Estero
21 ore
Sciopero in Francia, disagi sui binari in Svizzera
Le braccia incrociate contro la riforma delle pensioni nell’Esagono fanno saltare diversi collegamenti Tgv con Ginevra, Losanna e Zurigo
Estero
22 ore
Hitler nominato cancelliere: 90 anni fa i nazisti al potere
Il 30 gennaio del 1933 il Führer riceveva l’incarico di formare il governo dal presidente tedesco Paul von Hindenburg
Estero
1 gior
Euro, ogni milione di banconote 13 sono false
Lieve aumento nel 2022 per i casi di contraffazione: 376’000 quelle tolte dalla circolazione. I tagli da 20 e 50 restano i più gettonati
Italia
1 gior
Settantadue città fuorilegge per smog. Fra queste c’è anche Como
Lo indica il rapporto ‘Mal d’aria di città 2023’ di Legambiente, che ha analizzato l’inquinamento atmosferico in 95 centri della Penisola
© Regiopress, All rights reserved