laRegione
01.04.22 - 14:10
Aggiornamento: 17:09

Da oggi in Italia fine dell’emergenza Covid e allentamenti

Il green pass 3G non servirà più, fra l’altro, per negozi, hotel, musei e mostre e per la ristorazione all’aperto. 3G invece che 2G sui mezzi pubblici

Ats, a cura di Marco Narzisi
da-oggi-in-italia-fine-dell-emergenza-covid-e-allentamenti
Keystone

Da oggi si volta pagina in Italia: termina infatti, dopo oltre due anni, lo stato di emergenza che fu proclamato dal governo Conte il 31 gennaio 2020 per la pandemia da Covid ed entrano in vigore le nuove norme che per tutto il mese di aprile eliminano in molti casi il green pass e limitano l’utilizzo del super pass.

Il certificato noto in Svizzera come 2G (guariti o vaccinati) andrà però definitivamente in soffitta solo dal 1° maggio. Con un’eccezione: fino al 31 dicembre resta l’obbligo di green pass rafforzato (con tampone) per le visite nelle residenze sanitarie assistenziali (Rsa) e nei reparti di degenza degli ospedali, i luoghi epicentro della prima ondata.

Da oggi non è più necessario avere almeno il green pass base (3G) per entrare negli uffici pubblici, nei negozi, nelle banche, alle poste o dal tabaccaio. Addio al certificato verde anche per alloggiare in hotel e strutture ricettive (compresi i ristoranti al loro interno), visitare musei, mostre e biblioteche, per accedere ai parchi divertimento e alle piscine all’aperto, per mangiare nei ristoranti all’aperto, nonché per salire sui mezzi di trasporto pubblico locale (tram, autobus, metro), anche se resta obbligo di mascherina Ffp2 fino al 30 aprile.

Per la ristorazione al chiuso, al banco o al tavolo, serve il pass base (3G), che si può ottenere anche con un test negativo, e non più quello rafforzato (2G). Green pass base anche per salire su aerei, treni, traghetti e pullman intra-regionali (con obbligo di mascherina Ffp2 fino al 30 aprile), partecipare a concorsi pubblici, accedere alle mense, andare allo stadio (con mascherina Ffp2 fino al 30 aprile) e assistere a spettacoli teatrali e concerti all’aperto (sempre con mascherina Ffp2).

Da oggi decade, inoltre, il limite alle capienze e dunque anche negli stadi sarà possibile occupare il 100% dei posti. Così come torneranno a capienza piena i bus e le metropolitane.

Il "super green pass", ovvero il 2G, resta ancora obbligatorio fino al 30 aprile per gli eventi sportivi nei palazzetti al chiuso (con mascherina Ffp2); per qualsiasi tipo di festa nei locali al chiuso; per cinema, teatri e concerti al chiuso (con mascherina Ffp2); discoteche (qui basta la mascherina chirurgica, da levare solo in pista al momento del ballo); piscine, palestre, centri benessere, sport al chiuso; convegni e congressi, casinò.

Cambia anche la quarantena. Chi entra in contatto con un positivo, anche se non vaccinato, non deve più osservare l’isolamento. L’obbligo di mascherine al chiuso è al momento stato prorogato fino al 30 aprile.

A metà giugno decadono gli obblighi vaccinali per militari, forze dell’ordine, personale scolastico e amministrativo, over 50. Il 30 giugno è il termine fissato per il ritorno in ufficio in presenza nell’ambito privato: fino a quella data ci sarà la possibilità di ricorrere al cosiddetto "lavoro agile" senza accordi individuali.

L’ultima data da segnare è il 31 dicembre, quando decadrà l’obbligo vaccinale per i sanitari.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
1 ora
Otto morti in una sparatoria a Gerusalemme
Uomo apre il fuoco davanti a una sinagoga. Una decina i feriti. L’assalitore palestinese è stato ucciso. Hamas rivendica: ‘vendetta per i morti di Jenin’
Estero
1 ora
Afroamericano ucciso da agenti, video shock del pestaggio
Il capo della polizia di Memphis: ‘Disprezzo per la vita umana’. Attese proteste, appello alla calma da parte della mamma della vittima.
Estero
1 ora
Tensione dopo scontri a Jenin: razzi da Gaza, raid di Israele
Dopo l’‘operazione antiterrorismo’ israeliana con 9 vittime palestinesi, nella notte la Jihad islamica attacca, Tel Aviv risponde con l’aviazione
Estero
3 ore
Benedetto XVI: ‘L’insonnia il motivo centrale delle dimissioni’
Il defunto papa, in una lettera di ottobre al suo biografo resa nota oggi, narrava i problemi causati dalla mancanza di sonno e dai sonniferi prescritti
Oceania
11 ore
Un navigatore svizzero disperso nel mare al largo dell’Australia
Stando alla polizia australiana l’80enne è partito in direzione della Nuova Zelanda a bordo del suo yacht. Non si hanno sue notizie dal 5 dicembre.
Stati Uniti
13 ore
A Capitol Hill, a sorpresa, c’è anche Elon Musk
Il miliardario ha discusso con i leader di repubblicani e democratici il modo per assicurare ‘che Twitter sia equa nei confronti dei due partiti’
l’invasione russa
1 gior
Mosca risponde ai tank, missili ipersonici sull’Ucraina
Almeno 11 morti nei raid. Putin e Zelensky chiudono la porta ai colloqui
cisgiordania
1 gior
Esercito israeliano irrompe a Jenin: 10 morti
Scontri durante un’operazione definita di ‘antiterrorismo’ in un campo profughi. Dura presa di posizione di Abu Mazen. Hamas: ‘Tel Aviv la pagherà’
balcani
1 gior
Solo il 43% dei serbi vuole entrare nell’Ue
Nel sondaggio non si dicono convinti di voler abbracciare l’Unione europea. Il sistema sociale più ambito? Quello svizzero
russia
1 gior
Putin mette al bando Meduza ‘Testata indesiderata’
Il media indipendente nel mirino della censura del Cremlino: ‘Non molliamo’
© Regiopress, All rights reserved