laRegione
25.03.22 - 18:19

I casi di Covid in Africa sarebbero molti più dei dati ufficiali

Secondo una ricerca condotta in Zambia su oltre 1’000 decessi nel 2020 e 2021 il bilancio sarebbe falsato dalla carenza di test e infrastrutture mediche

Ats, a cura di Marco Narzisi
i-casi-di-covid-in-africa-sarebbero-molti-piu-dei-dati-ufficiali
Keystone

Crolla l’ipotesi del paradosso africano, nata fin dall’inizio della pandemia di Covid-19 sulla base del piccolo numero di casi nel continente.

Dopo oltre due anni, ad alzare il velo sui casi in Africa è la ricerca condotta in Zambia, nell’obitorio dell’ospedale di Lusaka, su oltre mille persone decedute nel 2020 e nel 2021: nei due anni considerati nella ricerca, i dati hanno permesso di individuare tre ondate epidemiche, durante le quali il virus è stato rilevato in più di un terzo dei casi e, "nei periodi di picco, in circa il 90% di tutti i deceduti", scrivono gli autori della ricerca, coordinata da Christopher J Gill e Donald M. Thea, entrambi della Boston University School of Public Health.

"Gli scarsi dati sull’impatto della pandemia nel continente hanno portato a pensare che il virus Sars-Cov-2 avesse ‘saltato’ l’Africa", scrivono gli autori dello studio, e invitano a rivedere l’ipotesi del cosiddetto ‘paradosso africano’, secondo la quale in Africa al sovraffollamento delle città e alle precarie condizioni igieniche non ha corrisposto un alto numero di casi di Covid-19.

La ricerca è pubblicata sulla piattaforma MedRxiv, che accoglie articoli non sottoposti all’esame della comunità scientifica, ed è presentata dalla rivista Nature sul suo sito. Senza dubbio, rileva Nature, le persone morte per Covid-19 potrebbero essere molto più numerose di quanto suggeriscano i dati ufficiali.

Secondo la rivista, il vero bilancio dell’epidemia in Africa sarebbe sfuggito a causa di una carenza di test e di infrastrutture mediche. Un’osservazione avvalorata dal fatto che, si legge nella ricerca, "dei casi di Covid-19 individuati nello studio, solo il 10% era stato diagnosticato quando le persone erano in vita".

Secondo Gill una delle ragioni principali del divario tra i suoi risultati e i conteggi ufficiali è nel fatto che la maggior parte delle persone in Zambia che muoiono di Covid-19 non sono seguite da strutture mediche: delle oltre mille persone decedute considerate nello studio, quattro su cinque non erano mai state ricoverate e la maggior parte di esse viveva nei quartieri più poveri di Lusaka: "Nessuno era vaccinato, nessuno aveva le mascherine, né – rileva Gill – aveva accesso alle cure",

I dati indicano che, nel periodo considerato nella ricerca, in Africa sono avvenute tre ondate dell’epidemia che hanno raggiunto il picco nel luglio 2020, nel gennaio 2021 e nel giugno 2021; sono state causate rispettivamente dalla sotto-variante AE.1 (o B.1.1.306.1), che nel 2020 era molto diffusa in Zambia, Burkina Faso e Gran Bretagna, e dalle varianti Beta e Delta.

"La maggior parte degli adulti deceduti positivi al virus Sars-CoV-sal2 presentava sintomi tipici della malattia. Questo – si legge nella ricerca – permette di sostenere che la malattia è stata la causa della loro morte e non una coincidenza". I decessi, si legge ancora, "sono avvenuti in tutte le fasce d’età, compresi i bambini": un dato che indica come l’impatto dell’epidemia in Africa sia stato diverso da quello osservato nei Paesi ad alto reddito".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Italia
15 ore
Evade dai domiciliari per ‘badare alle galline’, assolto
Vista la tenuità del fatto, il giudice ha chiuso un occhio, non senza ammonire l’83enne: ‘Mi raccomando, non esca più’
Perù
16 ore
Castillo scioglie il Parlamento, ‘è in atto un golpe’
L’annuncio è stato formulato alcune ore prima dell’inizio di una seduta del Parlamento in cui si sarebbe discussa la destituzione del presidente
Germania
18 ore
Volevano colpire il Bundestag, arrestati 25 terroristi
Tra gli attentatori, appartenenti tutti a un gruppo di estrema destra, anche un principe e un’ex deputata di AfD. Arresti anche in Italia e Austria
italia
22 ore
Giorgia Meloni è la settima donna più potente al mondo
Questo secondo la classifica di ‘Forbes’. Accanto a lei anche Ursula von der Leyen, Christine Lagarde, Kamala Harris e - simbolicamente - Mahsa Amini
Francia
22 ore
Obsolescenza programmata, dalla Francia una denuncia per Apple
Il colosso americano degli smartphone accusato di limitare le possibilità di riparazione delle sue apparecchiature
Francia
1 gior
La Francia risparmia Co2 e chiude tre tratte a corto raggio
Via libera da Bruxelle per la soppressione di collegamenti aerei Orly-Bordeaux, Orly-Nantes e Orly-Lione
Spagna
1 gior
Scontro tra due treni in Catalogna, 155 feriti
L’incidente è avvenuto presso la stazione di Montcada i Reixac-Manresa. Dove uno dei due convogli era fermo
Iran
1 gior
Ucciso mentre festeggia la sconfitta, arrestato capo polizia
Il 27enne, per strada ad acclamare il kappaò contro gli Stati Uniti, era stato freddato con un colpo alla testa
Argentina
1 gior
‘Meglio andare in prigione che essere una marionetta’
‘Non mi ricandiderò’. Così l’ex presidente argentina Cristina Fernandez de Kirchner dopo la lettura della sentenza di condanna a sei anni di prigione
Stati Uniti
1 gior
Luce verde alla vendita di elicotteri alla Corea del Sud
Gli Stati Uniti forniranno a Seul apparecchi Ch-47 Chinook per un valore stimato in 1,5 miliardi di dollari
© Regiopress, All rights reserved