laRegione
22.03.22 - 18:23
Aggiornamento: 18:50

Auto sulla folla, conducente accusato di omicidio colposo

Confermato l’arresto del 34enne che era alla guida della vettura che ha provocato la morte di sei persone a Strépy-Bracquegnies

Ats, a cura de laRegione
auto-sulla-folla-conducente-accusato-di-omicidio-colposo
Keystone
Il luogo della tragedia

È accusato di omicidio colposo e lesioni personali involontarie derivanti da un incidente stradale l’uomo alla guida dell’auto che domenica ha travolto la folla a (La Louvière) nel Belgio vallone, causando 6 morti e 27 feriti.

La formalizzazione dell’accusa è avvenuta nella notte tra ieri e oggi. Per il 34enne è stato disposto l’arresto e si trova ora in carcere nella prigione di Tournai, mentre il cugino di 32 anni, che si trovava sull’auto al momento del drammatico incidente è accusato di omissione di soccorso ed è stato posto in libertà condizionale, riferiscono i media belgi.

Dai primi elementi dell’indagine l’auto andava a 90 km/h in una zona con limite di 50 km/h e, contrariamente ad alcune testimonianze iniziali, è emerso che ha frenato prima dell’urto.

Il sostituto procuratore Damien Verheyen ha chiarito che il 34enne ha ammesso i fatti «tra cui l’eccessiva velocità» e ha spiegato di aver proseguito la propria corsa per centinaia di metri «a causa dello stato di shock».

«L’etilometro effettuato domenica ha rivelato in capo al conducente un tasso di alcool di 0,29 mg/l, che costituisce un leggero superamento del limite autorizzato», ha aggiunto Verheyen. «Il test salivare per l’indicazione del possibile consumo di stupefacenti è risultato negativo. Tuttavia, occorrerà attendere diversi giorni prima di ricevere i risultati degli esami del sangue completi per stabilire definitivamente se il conducente aveva consumato o meno stupefacenti».

La Camera del consiglio dovrà pronunciarsi entro cinque giorni sull’eventuale detenzione per un mese del 34enne. Il suo avvocato ha parlato di un impatto «totalmente involontario» e ha detto che la manifestazione legata al Carnevale non sarebbe stata segnalata in alcun modo: «Il mio cliente mi dice che il gruppo non è stato segnalato. Non ha visto nessun segnale, non ha visto deviazioni, non ha visto alcuna segnaletica. Anche a una velocità di 50 km/h il danno sarebbe stato molto significativo», ha detto a La Une.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
italia
8 ore
Sette morti a Ischia, tra loro un bimbo di 22 giorni
Ancora cinque dispersi dopo la colata di fango che ha travolto Casamicciola. Tra le vittime anche due bambini di 6 e 11 anni
Estero
9 ore
Proteste anti-Covid in Cina: ‘Via Xi e il Pcc’
Rabbia e cortei in diverse città contro la politica della ‘tolleranza zero’, il potere trema. Intanto la tv di Stato filtra i Mondiali di calcio
la guerra in ucraina
9 ore
‘I russi stanno per lasciare la centrale di Zaporizhzhia’
Kiev sicura della ritirata dei soldati di Putin. Intanto due terzi dei Paesi della Nato sarebbero a corto di armi da inviare all’Ucraina
Confine
14 ore
Fiscalità dei frontalieri, l’accelerazione fa sperare per luglio
Il governo italiano ha approvato il disegno di Legge che porta alla ratifica, ora tocca al parlamento. Mattarella domani in visita nella Confederazione
Gallery
Italia
20 ore
Ondata di fango a Ischia: alla ricerca disperata dei dispersi
Mancano ancora all’appello undici persone. Oltre 150 gli sfollati sull’isola, mentre è stata confermata la morte di una giovane donna
Italia
1 gior
Scassinano 21 bancomat e rubano circa un milione: arrestati
Tra i reati contestati fabbricazione e porto illegale di esplosivi in pubblico, ricettazione, rapina aggravata e furto d’auto
eutanasia
2 gior
Cappato ha accompagnato un altro italiano a morire in Svizzera
La moglie: ‘Gravemente malato, non voleva più soffrire’. Dopo l’autodenuncia del tesoriere dell’associazione Luca Coscioni, un’altra indagine
la guerra in ucraina
2 gior
Putin alle madri russe: ‘I vostri figli sono eroi’
Secondo il presidente in rete circolano “false notizie, inganni e menzogne”, utilizzate come “armi da combattimento”
Estero
2 gior
Le proteste a Foxconn, tra il Covid e l’iPhone
Scontri senza precedenti si sono registrati nei pressi della megafabbrica cinese che produce gli smartphone di Apple. C’entra il coronavirus, ma non solo
Francia
2 gior
Macron si difende dalle accuse,‘non ho nulla da temere’
Il presidente francese nel mirino dei giudici per finanziamento illecito
© Regiopress, All rights reserved