laRegione
21.03.22 - 15:07
Aggiornamento: 15:28

In Francia tutti vogliono un bunker

‘Ce ne chiedono uno ogni 20 minuti’, dice l’azienda leader. Nel Paese, al contrario della Svizzera, sono pochissime le persone che sarebbero protette

Ats, a cura de laRegione
in-francia-tutti-vogliono-un-bunker
Keystone

In Francia vogliono tutti un riparo in cemento armato: i bunker ‘familiari’ dell’azienda francese leader del settore, Amesis Bat, vanno a ruba. Secondo il ‘patron’, Enzo Petrone – intervistato oggi da Le Parisien – "ce ne chiedono uno ogni 20 minuti, mentre il ritmo normale è di una decina al mese".

La guerra in Ucraina e la possibilità di un attacco russo in Francia spinge i francesi al rimedio estremo, un bunker per mettere al riparo sé stessi e i propri familiari da pericoli "nucleari, radiologici, biologici, chimici ed esplosivi".

Il ‘business’ è partito da un bunker costruito nel 2014 nel sottosuolo di un giardino di un grande terreno privato in banlieue di Parigi, in cemento. Doveva proteggere la famiglia del proprietario il quale – affittando gran parte dei 70 posti del rifugio – ha ammortizzato la spesa dell’investimento. Ultimamente gliene restavano una trentina, che sono stati assegnati in pochi giorni dall’inizio della guerra in Ucraina.

Nonostante il piccolo ‘boom’, la percentuale di francesi che sarebbe protetta nel caso di un pericolo di guerra o di contaminazione nucleare è bassissimo, "vicino allo zero", dice il responsabile di un’altra azienda produttrice, Artemis, che in soli 15 giorni ha ricevuto 700 richieste. Nulla a che vedere con quanto accade nella Confederazione: attualmente in Svizzera – dove per legge da una sessantina di anni ci sono bunker un po’ ovunque – ci sarebbero nove milioni di posti disponibili, pari a una protezione del 114% degli abitanti elvetici.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
10 ore
La protesta cinese è un foglio bianco
Migliaia di persone in piazza in diverse città per protestare contro le misure anti-Covid, tra esasperazione e censura. Resta da capire se c’è dell’altro
Estero
11 ore
Guerra: il Papa rilancia il negoziato, ma condanna la Russia
Critiche da Mosca: ‘Questa non è più russofobia, ma una perversione della verità’
ITALIA
11 ore
A Ischia si scava nel fango, ora è allarme maltempo
I soccorritori sono alla ricerca di quattro persone, disperse dopo la frana di sabato
Estero
17 ore
Riesumato il corpo di Saman, integro e con gli stessi abiti
Esame autoptico della 18enne pachistana che si ritiene sia stata uccisa a Novellara dai familiari per contrastare una relazione amorosa
Cina
20 ore
In Cina la polizia picchia e arresta un reporter della Bbc
Ed Lawrence è stato preso a calci e trattenuto per diverse ore per poi essere rilasciato. Il portavoce di Pechino: ‘Non si è qualificato come giornalista’
Estero
22 ore
C’è un’ottava vittima nella frana ad Ischia
Individuato il corpo di un uomo nella zona di Casamicciola Terme devastata dall’alluvione di sabato mattina
italia
1 gior
Sette morti a Ischia, tra loro un bimbo di 22 giorni
Ancora cinque dispersi dopo la colata di fango che ha travolto Casamicciola. Tra le vittime anche due bambini di 6 e 11 anni
Estero
1 gior
Proteste anti-Covid in Cina: ‘Via Xi e il Pcc’
Rabbia e cortei in diverse città contro la politica della ‘tolleranza zero’, il potere trema. Intanto la tv di Stato filtra i Mondiali di calcio
la guerra in ucraina
1 gior
‘I russi stanno per lasciare la centrale di Zaporizhzhia’
Kiev sicura della ritirata dei soldati di Putin. Intanto due terzi dei Paesi della Nato sarebbero a corto di armi da inviare all’Ucraina
Confine
1 gior
Fiscalità dei frontalieri, l’accelerazione fa sperare per luglio
Il governo italiano ha approvato il disegno di Legge che porta alla ratifica, ora tocca al parlamento. Mattarella domani in visita nella Confederazione
© Regiopress, All rights reserved