laRegione
16.03.22 - 20:21

Zelensky agli americani: ‘Per noi ogni giorno un 11 settembre’

Il presidente ucraino ha parlato al Congresso e ha ribadito le sue richieste: “Chiudete il cielo sopra l’Ucraina o dateci gli aerei”

Ats, a cura de laRegione
zelensky-agli-americani-per-noi-ogni-giorno-un-11-settembre
Keystone

"Chiudete il cielo sopra l’Ucraina o dateci gli aerei". In un appassionato discorso al Congresso americano il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha ricordato agli Stati Uniti e al presidente Joe Biden ciò di cui Kiev ha veramente bisogno per vincere la guerra contro la Russia.

Lo ha fatto nel primo discorso virtuale di un leader nella storia di Capitol Hill, evocando a deputati e popolo americano i momenti peggiori della loro storia recente: Pearl Harbour e l’11 settembre. Due ore dopo Biden, al quale Zelensky si è rivolto direttamente in inglese alla fine del suo intervento, ha risposto con l’annuncio di uno stanziamento "senza precedenti" per Kiev ma senza concedere per ora ne’ caccia ne’ l’imposizione di una no fly-zone.

"Ricordatevi Pearl Harbour, ricordatevi l‘11 settembre. Siete stati attaccati dal cielo. Il nostro Paese vive l‘11 settembre da tre settimane", ha detto il leader ucraino a Capitol Hill parlando al cuore degli americani in quello che alcuni analisti hanno definito una ’lezione di comunicazione’. "Abbiamo bisogno di voi ora, serve una no fly zone sopra l’Ucraina o ci servono aerei, lo sapete che esistono, ci sono", è stato l’accorato appello di Zelensky che, dopo aver citato Churchill e Shakespeare nel suo discorso al parlamento britannico, ai deputati americani si è rivolto prendendo in prestito le parole di Martin Luther King. "Voi dite ’I have a dream’, a voi posso dire ‘I have a need’, quello di proteggere i nostri cieli", ha incalzato chiedendo agli Stati Uniti di "fare di più". Infine, dopo aver mostrato un drammatico video di pochi minuti sugli orrori compiuti da Mosca in Ucraina, ha parlato direttamente al presidente americano come aveva fatto l’altro giorno con il premier canadese Justin Trudeau. "Biden, essere leader del mondo vuol dire essere leader di pace", è stato il messaggio forte di Zelensky.

Un appello "appassionato e convincente", lo definirà più tardi Biden che ha rivelato di aver seguito il discorso del presidente ucraino nella sua residenza privata. Evidentemente non abbastanza convincente da smuovere l’amministrazione Usa sull’invio di caccia della Nato o sull’imposizione di una fly-zone. Invece, Washington ha annunciato lo stanziamento di altri 800 milioni di dollari in aiuti militari che, assieme ai 200 milioni messi a disposizione la settimana scorsa, fanno un totale di 1 miliardo di dollari per il sostegno alla sicurezza di Kiev, una cifra "senza precedenti", l’ha definita il presidente. Biden non è entrato troppo nel dettaglio su quali sono gli armamenti che gli Usa aiuteranno Kiev ad ottenere. Ha citato i droni, ma non si tratterebbe di quelli armati chiesti da Zelensky, e di armi anti-carro e antiaeree a lungo raggio, queste ultime, espressamente richieste dalle forze armate di Kiev. Alla fine, come previsto, nessun annuncio a sorpresa da parte della Casa Bianca. Tuttavia il presidente americano ha voluto assicurare, quasi anticipando le obiezioni di chi in patria e fuori sostiene che questo tipo di aiuti militari non siano abbastanza per aiutare Kiev a difendersi, che gli Usa "continueranno a fornire armi all’Ucraina", che "ce ne sono altre in arrivo", perchè quella contro la Russia sarà una battaglia "lunga e difficile".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Canada
2 ore
L’uragano Fiona lascia 500mila case senza corrente
Lo riferisce l’azienda elettrica locale, Nova Scotia Power, secondo quanto riportato da Cbc
Stati Uniti
4 ore
Problemi ai finestrini: le auto di Tesla tornano in garage
Richiamate 1,1 milioni di vetture per un aggiornamento del software che permetterà di ovviare a un malfunzionamento
Turchia
8 ore
‘Il referendum russo? Non lo riconosciamo’
Lo ha affermato il portavoce della presidenza turca Ibrahim Kal. La stessa cosa accadde anche per il referendum in Crimea nel 2014
Estero
9 ore
L’ultimo addio ad Abe
I funerali dell’ex premier giapponese, ucciso in un attentato, si terranno il prossimo 27 settembre
Estero
13 ore
La politica è un Hobbit (o un pelaverdure)
Cronaca semiseria dei comizi che hanno chiuso la campagna elettorale italiana, nell’attesa che arrivi domenica.
Estero
22 ore
Guardie armate porta a porta, al via i referendum in Ucraina
Milioni chiamati alle ‘urne’. Intanto il patriarca Kirill invita a combattere. E decine di migliaia di russi scappano all’estero
Estero
22 ore
Per l’ambasciatore svizzero l’occupazione di Izyum è ‘barbaria’
Dura presa di posizione della sede diplomatica elvetica in Ucraina. Visitati da Claude Wild i centri distrutti dagli occupanti russi
Stati Uniti d’America
23 ore
Aborto: ‘Datemi due senatori e ne farò una legge’
Duro attacco del presidente Biden alla fronda repubblicana: ‘Non sanno assolutamente nulla delle donne americane’
Italia
23 ore
Il piccolo Mattia risucchiato dall’acqua e dal fango per 13 km
Ritrovato l’ultimo disperso dell’alluvione che si è scagliata sulle Marche lo scorso 15 settembre. Il grande dolore dei genitori
Italia
1 gior
‘Cosa nostra, c’è il rischio di un ritorno a un passato buio’
La sorella del giudice Giovanni Falcone, ucciso dalla mafia, sui recenti casi di politici arrestati per infiltrazioni mafiose
© Regiopress, All rights reserved