laRegione
03.03.22 - 19:48

Brest crocevia delle vicende fra Russia e Urss

Nella località scelta per i colloqui furono firmati il trattato di uscita di Mosca dalla Grande Guerra e l’accordo per la dissoluzione dell’Unione

a cura di Marco Narzisi
brest-crocevia-delle-vicende-fra-russia-e-urss
Keystone

La foresta di Belovezhskaya Pushcha, nella regione bielorussa di Brest non è un posto come un altro, soprattutto per la Russia. Che nella località scelta per i nuovi colloqui tra Mosca e Kiev sull’Ucraina ha vissuto due eventi spartiacque della sua storia: la firma dell’armistizio della Grande Guerra, nel 1918, e soprattutto, la fine dell’Unione delle Repubbliche socialiste sovietiche (Urss), nel 1991.

Il Trattato di Brest-Litovsk sancì l’uscita dalla Prima Guerra mondiale, e di fatto la resa, della nuova Russia guidata dai bolscevichi. Dopo due mesi di negoziati, il 3 marzo 1918 Mosca firmò l’intesa con l’impero tedesco, l’impero austro-ungarico e l’Impero Ottomano. Nel quartier generale dell’esercito tedesco a Brest-Litovsk, che a quel tempo faceva parte della Polonia.

I russi furono costretti a rinunciare a Finlandia, Estonia, Lettonia, Lituania, Ucraina, Georgia e alcune aree della Polonia: quasi un quarto dei terreni agricoli e del sistema ferroviario dell’impero degli zar, ed oltre 62 milioni di persone. Secondo i bolscevichi, al potere a Mosca da pochi mesi, dopo la Rivoluzione d’ottobre, si trattò di una rinuncia necessaria per porre fine ad una guerra che aveva ridotto il Paese a pezzi.

La foresta di Belovezhskaya, 70 anni dopo, ospitò un altro vertice che chiuse un’epoca. L’8 dicembre del 1991 i presidente di Russia, Ucraina e Bielorussia, Boris Eltsin, Leonid Kravcuk e Stanislav Suskevic, si incontrarono in una tenuta di caccia per firmare l’accordo che sancì la dissoluzione dell’Unione sovietica. La disgregazione dell’Urss, di fatto, era già iniziata con la proclamazione dell’indipendenza da parte di Minsk e Kiev, nel luglio del 1990 e nell’agosto del 1991. Ma nella foresta di Brest, quel giorno di dicembre, fu senz’altro scritto l’epitaffio dell’utopia comunista del XX secondo in Europa orientale. Ad appena due anni dal crollo del Muro di Berlino.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
la guerra in ucraina
2 ore
Biden pronto a parlare con Putin
Conferenza di pace a Parigi il 13 dicembre, l’annuncio durante la visita di Macron a Washington
coronavirus
2 ore
La Cina allenta la morsa, ‘sì all’isolamento a casa’
Aperture di Pechino dopo le proteste, mentre si prepara l’addio a Jiang Zemin
Estero
2 ore
Giallo su sei pacchi bomba in Spagna
Oltre all’ordigno esploso all’ambasciata ucraina a Madrid, ne sono stati notificati altri, pure all’indirizzo del premier Pedro Sánchez. Indagini in corso
la guerra in ucraina
3 ore
“La Nato non entrerà nel conflitto”
Mosca accusa l’Alleanza: ‘Ci fanno la guerra’. Stoltenberg risponde seccamente. Macron spinge per un negoziato: ‘Lo ritengo possibile’
Estero
5 ore
Svezia, vendesi casa... con il proprietario morto sotto il letto
Nessuno in due anni si era accorto del decesso dell’80enne ex padrone di casa, probabilmente a causa del cattivo odore e del disordine degli ambienti
Italia
7 ore
Chat neonazista con foto di abusi e piani di stragi: tre arresti
Nel canale Telegram gestito da due genovesi si programmava un attentato al parlamento italiano. Fra le accuse anche quella di istigazione al suicidio
Italia
8 ore
Maxisequestro di marijuana in provincia di Brescia
Nel mirino della Guardia di Finanza un’azienda che coltivava canapa legalizzata. Ma con Thc superiore al limite: confiscate due tonnellate
Città del Vaticano
9 ore
Congo e Sud Sudan nei piani di viaggio del Papa
Rinviata già a luglio a causa di problemi al ginocchio, la visita in Africa del Pontefice sarà recuperata tra fine gennaio e inizio febbraio
Italia
11 ore
Frana di Casamicciola, individuati altri due corpi
All’appello mancano ancora due persone. E nel pomeriggio è prevista una nuova riunione del Centro Coordinamento Soccorsi
Confine
11 ore
Falsi test positivi per il green pass, 11 indagati a Varese
I tamponi venivano effettuati da due infermieri conniventi all’esterno di una farmacia estranea alla vicenda. Costo totale: 500 euro
© Regiopress, All rights reserved