laRegione
26.02.22 - 00:03

‘Stanotte attaccheranno, si decide il destino dell’Ucraina’

Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un nuovo discorso alla nazione in video.

Ansa, a cura de laRegione
stanotte-attaccheranno-si-decide-il-destino-dell-ucraina
(Keystone)

"Questa notte lanceranno un assalto. Il nemico userà tutto il suo potere su tutti i fronti per spezzare la nostra difesa. Adesso si decide il destino dell’Ucraina". Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un nuovo discorso alla nazione in video. "Stanotte sarà più dura di oggi. Molte nostre città sono sotto attacco: Chernihiv, Sumy, Kharkiv, i nostri ragazzi e ragazze nel Donbass, le città del sud, attenzione speciale a Kiev. Non possiamo perdere la capitale", ha aggiunto nel video.

Nel frattempo i media ucraini hanno riferito di diverse pesanti esplosioni e spari a Kiev.

Veto della Russia sulla risoluzione Onu, la Cina si astiene

La Russia ha bloccato con il veto la bozza di risoluzione in Consiglio di Sicurezza Onu degli Usa che "deplora l’aggressione di Mosca dell’Ucraina" e chiede il ritiro delle sue truppe. Il testo ha ottenuto 11 voti a favore, il veto russo, e tre astensioni tra cui la Cina. All’ultimo momento dal testo elaborato dagli Usa è stato sostituito il termine "condanna" con "deplora" per tentare di ottenere il consenso maggiore possibile.

I Paesi che si sono astenuti, oltre alla Cina, sono India ed Emirati Arabi Uniti. Il testo, visionato dall’Ansa, "deplora con la massima fermezza l’aggressione della Russia contro l’Ucraina", chiedendo di "cessare immediatamente l’uso della forza" e "ritirare immediatamente, completamente e incondizionatamente tutte le sue truppe militari dal territorio ucraino entro i suoi confini internazionalmente riconosciuti". La risoluzione non è più sotto il cappello del capitolo 7 della Carta Onu, quello che fa riferimento all’uso della forza per mantenere la pace e sicurezza internazionale, ed è stato eliminato il riferimento al presidente russo. Il voto su un testo simile dovrebbe seguire nei prossimi giorni in Assemblea Generale, dove le risoluzioni non sono vincolanti ma i 193 membri non hanno il diritto di veto.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
11 min
Meloni sulla testa di Letta e Meloni
Un riassunto di quel che è successo alle elezioni in Italia, ’per chi l’ha visto e per chi non c’era’
Ecuador
18 min
Naufragio alle Galapagos: l’unica svizzera a bordo sta bene
La donna era fra i passeggeri dell’imbarcazione protagonista di un grave incidente che ha visto la morte di quattro persone
Stati Uniti d'America
54 min
Dodicenne spara al padre: aveva fatto un patto con un’amica
L’adolescente di una cittadina del Texas, a est di Dallas, avrebbe stretto un accordo con una coetanea per uccidere le due famiglie
Stati Uniti d'America
1 ora
New York non è una città per donne: casi di stupro in aumento
Critiche alla gestione della sicurezza sono rivolte alla polizia e all’Unità vittime speciali dopo l’incremento dell’11% dei casi
Italia
2 ore
Il leader dei Dem Enrico Letta non si ricandida alla segreteria
Dopo la sconfitta elettorale la sinistra fa il mea culpa e afferma di voler portare avanti “un’opposizione dura e intransigente”
italia
4 ore
I politici italiani? ‘Non hanno un amico’
Il comico Luca Bizzarri stila un breve bilancio sulle bizzarrie comunicative della campagna elettorale appena conclusa
Estero
6 ore
Spari in una scuola in Russia: 11 bimbi morti, suicida il killer
Uccisi anche due insegnanti e due guardie di sicurezza. La sparatoria a Izhevskn nella Russia centrale
Estero
8 ore
Per i media stranieri in Italia ‘al governo l’estrema destra’
Ampio spazio per le elezioni italiane e per Giorgia Meloni, di cui più di una testata sottolinea il ruolo di erede della tradizione politica neofascista
Estero
11 ore
Giorgia Meloni si prende l’Italia con numeri saldi per governare
Ampia maggioranza alle due Camere per la coalizione di centrodestra a guida Fratelli d’Italia, primo partito in tutto il Paese ad eccezione del Sud
Estero
14 ore
In Italia vince nettamente la destra
Elezioni politiche: 40% alla coalizione di Meloni secondo le proiezioni, centrosinistra fermo al 25%. Malissimo la Lega
© Regiopress, All rights reserved