laRegione
21.02.22 - 07:21
Aggiornamento: 16:04

Sì di Putin e Biden al vertice proposto da Macron

Lo ha annunciato l’Eliseo, la Casa Bianca conferma. L’Ucraina non ritiene imminente un attacco russo

si-di-putin-e-biden-al-vertice-proposto-da-macron
Keystone
Joe Biden e Vladimir Putin al vertice di Ginevra del giugno 2021

Il presidente russo Vladimir Putin e quello americano Joe Biden hanno "accettato in linea di massima" di incontrarsi a un vertice, proposto dal loro omologo francese Emmanuel Macron e che "si potrà tenere solo se la Russia non invaderà l’Ucraina".

Lo ha annunciato l’Eliseo. Il vertice sarebbe poi esteso a "tutte le parti in causa" e si concentrerebbe su "sicurezza e stabilità strategica in Europa", ha precisato la presidenza francese, aggiungendo che la preparazione dell’incontro Usa-Russia inizierà questo giovedì.

La Casa Bianca conferma

Biden "ha accettato in via di principio un incontro con il presidente Putin" a patto che nel frattempo "non sia avvenuta un’invasione" dell’Ucraina, ha confermato la portavoce della Casa Bianca Jen Psaki dopo l’annuncio dell’Eliseo.

"Come il presidente ha ripetutamente messo in chiaro, siamo impegnati a perseguire la diplomazia sino al momento in cui comincia l’invasione. Il segretario di Stato Blinken e il ministro degli Esteri Lavrov hanno in programma di incontrarsi questa settimana, a condizione che la Russia non proceda con un’azione militare", ha aggiunto Psaki, sottolineando che "noi siamo sempre pronti per la diplomazia".

"Siamo anche sempre pronti ad imporre conseguenze rapide e severe nel caso in cui la Russia scelga la guerra. E al momento, la Russia sembra continuare i preparativi per un assalto in larga scala contro l’Ucraina molto presto", ha detto ancora l’addetta stampa. Biden intanto ha tra l’altro cancellato il viaggio che nelle prossime ore avrebbe dovuto portarlo nella sua Wilmington – per una questione familiare – e resterà invece nella capitale.

Nyt, ‘vari scenari aperti’

Anche il New York Times – dopo Washington Post e Cbs – ha confermato che l’intelligence Usa ha appreso dell’ordine dato alle truppe russe di procedere con l’invasione dell’Ucraina e ha osservato i primi passi per eseguirlo, ma precisa che il Cremlino ha sviluppato vari scenari di guerra e che la finestra per la diplomazia non è chiusa perché Putin "potrebbe ancora sospendere il suo piano".

In ogni caso, scrive il giornale, secondo l’intelligence Usa dal 40 al 50% degli oltre 150mila soldati russi che circondano l’Ucraina sono in formazione di combattimento e potrebbero lanciare una invasione in grande scala nel giro di giorni. Alcune delle forze, sempre secondo le stesse fonti, sono riservisti che potrebbero creare una forza di occupazione dopo il blitz.

Kiev: ‘Attacco non imminente’

L’Ucraina non ritiene però che ci sia un pericolo imminente di un’invasione russa, almeno secondo quanto affermato dal ministro della Difesa Oleksiy Reznikov, citato dall’agenzia Unian.

La Russia, ha sottolineato Reznikov parlando all’emittente TSN.Tyzhden, non ha ancora organizzato formazioni d’attacco tra le sue forze schierate vicino ai confini dell’Ucraina e quindi è inappropriato dire che un’invasione potrebbe iniziare "domani o dopodomani". Anche se ciò, ha aggiunto il ministro, "non significa che non ci sia alcuna minaccia" e che un attacco non possa avvenire più tardi. Non è la prima volta, nelle ultime settimane, che le autorità di Kiev smentiscono le previsioni degli Usa su un attacco imminente.

Donetsk denuncia morte di un civile sotto bombe

Nello scambio di colpi di artiglieria con l’esercito ucraino denunciato dalla repubblica autoproclamata di Donetsk, nel Donbass, sarebbe rimasto ucciso anche un civile, oltre a un miliziano.

Lo asserisce la milizia secessionista filorussa, citata dall’agenzia russa Tass. Il civile sarebbe, si afferma, un minatore che stava recandosi al lavoro ed è stato colpito mentre aspettava alla fermata dell’autobus.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
45 min
Il Nobel per la Pace va ad Ales Bialiatski (e non solo)
L’attivista bielorusso condivide il riconoscimento con due organizzazioni umanitarie: il Russia’s Memorial e l’Ukraine’s Center for civil Liberties
Estero
3 ore
Milano violenta, arrestati i trapper Baby Gang e Simba La rue
Alla base del provvedimento una lite nella zona della movida finita a colpi di pistola contro due persone. Il giudice: ‘Violenza legata a logica di banda’
Confine
6 ore
Minori non accompagnati, aumenta la pressione in frontiera
Nel suo oratorio di Rebbio, don Giusto della Valle sta attualmente ospitando 15 ragazzi egiziani. A Como mancano strutture sufficienti per tutti.
Estero
14 ore
Nasce la Comunità politica europea, c’è anche la Svizzera
L’incontro a Praga con 44 Paesi presenti. C’è anche la Turchia. Restano fuori solo Russia e Bielorussia
thailandia
21 ore
Entra nell’asilo e fa una strage: 37 vittime, 24 sono bambini
Il killer, un ex poliziotto licenziato dopo un test antidroga, ha poi sterminato la famiglia e infine si è ucciso
Brasile
1 gior
Presidenziali brasiliane, Lula in vantaggio
Nel primo sondaggio in vista del ballottaggio del 30 ottobre in Brasile, l’ex presidente di sinistra incasserebbe il 51% dei favori
Corea del Nord
1 gior
Altri due missili verso il Mar del Giappone
Altre provocazioni dalla Corea del Nord. E dall’ambasciatrice americana all’Onu arriva il richiamo: ‘Basta con questo atteggiamento sconsiderato’
Burkina Faso
1 gior
Burkina Faso, Ibrahim Traoré nominato presidente
Dopo il secondo colpo di Stato nel Paese in meno di nove mesi, al capitano sono stati conferiti pieni poteri
caro-energia
1 gior
L’Opec taglia la produzione di petrolio: schiaffo agli Usa
Diminuzione di due milioni di barili al giorno proprio mentre Washington cercava di contenere i prezzi
la guerra in ucraina
1 gior
Putin: ‘Ci riprenderemo tutti i territori persi’
Lo zar promuove Kadyrov e annette anche la centrale nucleare, ma Kiev avanza ancora
© Regiopress, All rights reserved