laRegione
20.02.22 - 11:43
Aggiornamento: 14:49

Imminente un accordo sul nucleare con l’Iran. ‘Ma sarà fragile’

Lo annuncia il premier israeliano Naftali Bennett. L’intesa dovrebbe durare un quarto della precedente (due anni e mezzo anziché dieci)

Ats, a cura de laRegione
imminente-un-accordo-sul-nucleare-con-l-iran-ma-sara-fragile
Keystone
Il primo ministro israeliano Bennett

Israele anticipa un "imminente" accordo con l’Iran sul nucleare, ma avverte che è un’intesa "fragile". Lo afferma il premier israeliano, Naftali Bennett.

L’accordo del 2015 aveva una durata "di dieci anni, mentre adesso si parla di due anni e mezzo. Il che vuol dire che limitazioni al programma nucleare iraniano termineranno per la maggior parte nel 2025", precisa Bennett, secondo cui "se il mondo lo sottoscriverà senza spostare la scadenza si tratterà di una intesa che darà respiro solo per due anni e mezzo. Dopo di che l’Iran potrà sviluppare centrifughe avanzate senza limitazioni".

Il premier israeliano Naftali Bennett giudica "fragile e senza respiro" l’intesa sul nucleare che si profila con l’Iran.

In cambio dell’intesa "gli iraniani riceveranno subito decine di miliardi di dollari e la rimozione di sanzioni" aggiunge, sottolineando, nel corso dalla riunione domenicale del governo a Gerusalemme, che "questi fondi in definitiva sono destinati a fomentare terrorismo nella regione, cosa che metterà in pericolo anche le forze americane. Noi in ogni caso ci stiamo organizzando per affrontare il giorno dopo in tutte le sue dimensioni. Sapremo difendere la sicurezza dei cittadini di Israele con le nostre forze".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Canada
33 min
L’uragano Fiona lascia 500mila case senza corrente
Lo riferisce l’azienda elettrica locale, Nova Scotia Power, secondo quanto riportato da Cbc
Stati Uniti
3 ore
Problemi ai finestrini: le auto di Tesla tornano in garage
Richiamate 1,1 milioni di vetture per un aggiornamento del software che permetterà di ovviare a un malfunzionamento
Turchia
6 ore
‘Il referendum russo? Non lo riconosciamo’
Lo ha affermato il portavoce della presidenza turca Ibrahim Kal. La stessa cosa accadde anche per il referendum in Crimea nel 2014
Estero
7 ore
L’ultimo addio ad Abe
I funerali dell’ex premier giapponese, ucciso in un attentato, si terranno il prossimo 27 settembre
Estero
11 ore
La politica è un Hobbit (o un pelaverdure)
Cronaca semiseria dei comizi che hanno chiuso la campagna elettorale italiana, nell’attesa che arrivi domenica.
Estero
20 ore
Guardie armate porta a porta, al via i referendum in Ucraina
Milioni chiamati alle ‘urne’. Intanto il patriarca Kirill invita a combattere. E decine di migliaia di russi scappano all’estero
Estero
21 ore
Per l’ambasciatore svizzero l’occupazione di Izyum è ‘barbaria’
Dura presa di posizione della sede diplomatica elvetica in Ucraina. Visitati da Claude Wild i centri distrutti dagli occupanti russi
Stati Uniti d’America
21 ore
Aborto: ‘Datemi due senatori e ne farò una legge’
Duro attacco del presidente Biden alla fronda repubblicana: ‘Non sanno assolutamente nulla delle donne americane’
Italia
22 ore
Il piccolo Mattia risucchiato dall’acqua e dal fango per 13 km
Ritrovato l’ultimo disperso dell’alluvione che si è scagliata sulle Marche lo scorso 15 settembre. Il grande dolore dei genitori
Italia
23 ore
‘Cosa nostra, c’è il rischio di un ritorno a un passato buio’
La sorella del giudice Giovanni Falcone, ucciso dalla mafia, sui recenti casi di politici arrestati per infiltrazioni mafiose
© Regiopress, All rights reserved