laRegione
il-tesoro-afghano-in-usa-alle-vittime-dell-11-settembre
Joe Biden (Keystone)
11.02.22 - 21:44
Aggiornamento: 22:17
Ansa, a cura de laRegione

Il tesoro afghano in Usa alle vittime dell’11 Settembre

Sette miliardi di dollari ripartiti fra le famiglie dei caduti e gli aiuti umanitari

Schiaffo di Joe Biden ai talebani. Il tesoro afghano da sette miliardi di dollari depositato alla Fed potrebbe andare in parte alle famiglie delle vittime dell’11 settembre, e in parte essere destinato agli aiuti umanitari per l’Afghanistan. I fondi “raggiungeranno direttamente la popolazione afghana, senza finire nelle mani dei talebani e di altri attori maligni”, ha spiegato la Casa Bianca.

Sul tesoretto si è aperta da mesi una battaglia, con i talebani che reclamano l’autorità sui fondi accumulati presso la Fed di New York dall’ex governo di Kabul. Miliardi congelati da Washington l’estate scorsa, dopo il ritiro delle truppe Usa dall’Afghanistan e il ritorno al potere di chi in passato ha protetto e finanziato gruppi terroristici come al Qaida.

Tira e molla

Il ministro degli Esteri dei talebani ha chiesto a più riprese lo sblocco delle risorse, considerate essenziali per evitare una crisi umanitaria dopo la guerra. Una richiesta che ha fatto infuriare le famiglie delle vittime degli attacchi del 2001 alle Torri Gemelle, al Pentagono e di coloro che si trovavano a bordo del volo precipitato in Pennsylvania. Venti anni fa infatti avevano fatto causa ad al Qaida e ai talebani e sono convinte che quei fondi depositati alla Fed siano un loro diritto: la pretesa accampata ora da Kabul, sostengono da quando è finita la guerra in Afghanistan, va quindi respinta.

Una matassa intricata che ha richiesto all’amministrazione Biden mesi per essere sciolta ma ora la Casa Bianca è giunta a una conclusione. Dei sette miliardi, 3,5 potrebbero essere distribuiti fra le famiglie delle vittime. La quota restante andrà a far fronte alle necessità della popolazione afghana, alla quale i fondi devono arrivare direttamente senza passare dai tentacoli talebani.

Parola ai giudici

Sul piano delineato da Biden l’ultima parola spetta alla giustizia americana e ai vari tribunali chiamati in causa con le azioni legali avviate. Potrebbero quindi volerci ancora mesi ma l’aver disegnato una strada precisa da seguire è un sollievo per le famiglie delle vittime e anche per le organizzazioni umanitarie, da mesi in pressing sull’amministrazione americana per lo stanziamento di fondi in grado di evitare che la situazione già critica in Afghanistan possa precipitare ulteriormente a danno di una popolazione che, sotto il regime dei talebani, si è vista già privare quasi di tutto.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
5 ore
Fiamme a Pantelleria, evacuate ville dei vip
Il rogo sta divorando ettari di vegetazione e minacciando diverse abitazioni. Scarsi i mezzi a disposizione dei soccorritori impegnati nello spegnimento
Estero
7 ore
Fanno surf a Venezia: multati per 1’500 euro ciascuno
Protagonisti della bravata due giovani turisti stranieri. Ripresi dalle telecamere sono stati fermati nel giro di poche ore
Estero
7 ore
Esplosione in una moschea a Kabul, decine di vittime
In Afghanistan i talebani non riescono a garantire la sicurezza della popolazione. I morti sarebbero,al momento, almeno 20
Stati Uniti
8 ore
‘Ho aggredito Rushdie perché ha attaccato l’Islam’
Parla l’assalitore. Che nega di essere stato in contatto con i pasdaran iraniani. ‘Ispirato dai video dello scrittore su Youtube’
Spagna
9 ore
Spagna, si rovescia un trenino turistico: undici feriti
L’incidente si è verificato a Maiorca. Tra le persone contuse anche quattro minori. Di cui uno in gravi condizioni
Spagna
9 ore
Oltre 21mila ettari di bosco arsi dalle fiamme in Spagna
Due grossi incendi stanno devastando le località di Bejís e la Valle d’Ebo, nell’Est della Spagna. Tremila le persone sfollate
Estero
10 ore
Covid, quindicimila decessi in una settimana
Per il direttore dell’Oms Tedros Ghebreyesus, una ‘situazione inaccettabile ora che abbiamo gli strumenti per prevenire le infezioni’
Italia
10 ore
Secca del Po, ‘il peggio è passato, ma ora si deve agire’
Lo afferma Alessandro Bratti, segretario generale dell’Autorità distrettuale del Fiume Po: ‘Interventi strutturali non più procrastinabili’
Germania
11 ore
Una chiatta in avaria blocca il Reno a Magonza
L’imbarcazione si è arenata non lontano dalla strettoia di Kaub, punto cruciale per la navigazione fluviale
Germania
14 ore
Saluto nazista agli atleti: arrestato un addetto sicurezza
Presa di mira la delegazione israeliana che si stava recando verso il monumento alla memoria dei compatrioti uccisi dai terroristi nel 1972
© Regiopress, All rights reserved