laRegione
10.02.22 - 18:59
Aggiornamento: 20:28

Macron annuncia il ‘rinascimento del nucleare francese’

Nel suo piano di rilancio il presidente intende costruire almeno sei reattori entro il 2050

Ats, a cura de laRegione
macron-annuncia-il-rinascimento-del-nucleare-francese
Depositphotos

Il presidente francese Emmanuel Macron ha annunciato una massiccia espansione dell’energia nucleare. L’obiettivo è di costruire sei nuovi reattori di seconda generazione e si sta parlando di crearne otto supplementari entro il 2050. “Questo è il rinascimento del nucleare francese”. Allo stesso tempo, ha detto il presidente, la durata di vita di tutte le centrali esistenti verrebbe estesa se la sicurezza lo permettesse. Nessuna centrale elettrica dovrebbe essere tolta dalla rete se non ci sono ragioni di sicurezza impellenti per farlo, ha precisato. La compagnia elettrica Edf è stata incaricata di esaminare se il tempo di funzionamento delle centrali nucleari può essere esteso oltre i 50 anni.

Il Paese vuole essere ‘indipendente e libero’

La Francia è il secondo produttore mondiale di energia nucleare dopo gli Stati Uniti. Attualmente il Paese conta 56 centrali e anche dopo il disastro di Fukushima, in Giappone nel 2011, il Paese è rimasto fedele a questo tipo di produzione di energia. “La Francia sceglie la sua indipendenza e la sua libertà”, ha detto Macron, che ha descritto il nucleare come un elemento indispensabile della transizione energetica. Sulla strada verso la neutralità del carbonio, ha detto, la domanda di elettricità aumenterà del 60 per cento, e le energie rinnovabili da sole non potrebbero coprirla. Il modo più sicuro e pulito per raggiungere questo obiettivo è l’energia nucleare, che crea anche posti di lavoro e guida l’industrializzazione del Paese.

Espansione delle energie rinnovabili

Allo stesso tempo, Macron ha annunciato un’espansione delle energie rinnovabili. Esse sono ora più redditizie, competitive e disponibili prima dei nuovi reattori nucleari. Soprattutto l’energia solare deve essere ampliata, ma anche quella eolica offshore con circa 50 nuovi parchi eolici in mare entro il 2050. La produzione di energia da fonti rinnovabili deve essere raddoppiata entro il 2030 e ulteriormente aumentata entro il 2050.

Macron ha comunicato i nuovi piani energetici e nucleari a Belfort presso il sito di produzione delle turbine attualmente più potenti per le centrali nucleari. All’inizio della giornata, la società energetica francese Edf, prevalentemente statale, aveva annunciato un accordo per riacquistare una quota di maggioranza della sua divisione di turbine nucleari ‘Ge steam power’ dalla società statunitense General electic (Ge), con Belfort come sito principale. La divisione nucleare di Belfort, che prima apparteneva al gruppo Alstom, è stata venduta alla società statunitense nel 2015 durante il periodo di Macron come ministro dell’Economia e ora sta tornando in mani francesi.

Preoccupazione per alcune vecchie centrali

Attualmente, però, la compagnia elettrica Edf è preoccupata per le centrali nucleari difettose. A causa di possibili danni da corrosione, già l’anno scorso cinque sono state tolte dalla rete per lavori di manutenzione. Tre giorni fa, Edf ha annunciato la revisione di altri tre impianti a causa di possibili danni e ha corretto al ribasso la produzione di energia nucleare prevista per il 2021.

L’escalation dei costi e i problemi tecnici avevano recentemente ostacolato l’espansione dell’energia nucleare di Edf. Un controverso reattore nucleare a Flamanville sulla Manica, la cui costruzione è iniziata nel 2007, ha ottenuto solo di recente una licenza di funzionamento.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
1 ora
In Iran l’ayatollah concede la grazia a migliaia di prigionieri
Esclusi dal provvedimento gli accusati di ‘spionaggio, contatto con agenti stranieri, omicidio, distruzione e incendio doloso di proprietà di Stato’
Estero
1 ora
In Germania caccia al lupo ‘killer’ della pony di Von der Leyen
L’esemplare Gw950m è ricercato nella regione di Hannover dove è inserito nella lista degli animali da abbattere, ma finora si è dato alla fuga
Estero
4 ore
È morto l’ex presidente del Pakistan Musharraf
Aveva 79 anni ed era malato da tempo. Era salito al potere nel 1999 con un colpo di Stato per poi dimettersi nel 2008 per evitare l’impeachment
Confine
4 ore
Como, malore e infortunio allo stadio durante la stessa partita
Un 23enne è stato colto da arresto cardiaco, mentre un 46enne è caduto procurandosi un trauma facciale. Entrambi sono stati soccorsi e portati in ospedale
Estero
6 ore
‘Almeno 3 i palloni-spia cinesi sopra gli Usa sotto Trump’
Lo ha dichiarato un alto funzionario della difesa statunitense. Ieri è stato abbattuto l’apparecchio avvistato sopra una base americana
Estero
6 ore
Scholz: ‘Kiev non userà armi occidentali per colpire in Russia’
Il cancelliere tedesco rassicura sulle intenzioni della leadership ucraina dopo le dichiarazioni del rappresentante di Zelensky al Parlamento
Estero
6 ore
Sequestra e sevizia una escort costringendola a sniffare coca
Un uomo è stato arrestato a Desio, nei pressi di Monza. A salvare la ragazza, una chiamata ai carabinieri di un’amica che non era riuscita a rintracciarla
Estero
6 ore
Il Pakistan blocca Wikipedia: ‘Contenuti blasfemi’
L’enciclopedia partecipativa online segue lo stesso destino di Facebook e YouTube
Estero
1 gior
Australia, 16enne uccisa da uno squalo in un fiume
Non è nota la specie che ha azzannato la ragazza mentre nuotava nel fiume Swan uccidendola. L’ultimo attacco mortale in un fiume risale al 1960
iran
1 gior
Teheran rilascia il regista Panahi dopo 7 mesi di carcere
Libero il vincitore del Leone d’Oro 2000. Foto scioccanti di un altro attivista durante lo sciopero della fame
© Regiopress, All rights reserved