laRegione
la-giustizia-accusa-trump-di-pratiche-fiscali-fraudolente
Keystone
Trump
19.01.22 - 17:05
Aggiornamento : 17:22

La giustizia accusa Trump di pratiche fiscali ‘fraudolente’

Nell’inchiesta civile lanciata nel 2019 dalla Procura di New York sulla Trump Organization coinvolti anche due dei figli dell’ex presidente Usa

Ats, a cura de laRegione

Il cappio giudiziario si stringe su Donald Trump: lanciata nel 2019, una vasta inchiesta civile della Procura di New York contro il gruppo Trump Organization accusa l’ex presidente americano e due dei suoi figli di pratiche fiscali fraudolente.

In un documento giudiziario di più di 100 pagine e in un comunicato stampa rilasciato nella tarda serata di martedì, la procuratrice dello Stato di New York Letitia James ha annunciato di «aver scoperto prove significative che suggeriscono che Donald J. Trump e la Trump Organization hanno falsamente e fraudolentemente valutato numerosi beni». Li accusa di «dichiarare erroneamente il valore di questi beni alle istituzioni finanziarie per ottenere un vantaggio economico».

James, procuratrice eletta e membro del Partito democratico, sta indagando da tre anni su una possibile frode fiscale su larga scala all’interno della Trump Organization, il gruppo familiare del 45° presidente degli Stati Uniti (2017-2021) e dei suoi figli.

Mandati di comparizione di Trump

Sospetta che la Trump Organization abbia «fraudolentemente» sovrastimato il valore di certe proprietà quando ha chiesto prestiti alle banche e sottovalutato queste stesse proprietà alle autorità fiscali per pagare meno tasse.

A fine dicembre e inizio gennaio, i pubblici ministeri hanno citato in giudizio l’uomo d’affari repubblicano, suo figlio Donald Jr. e sua figlia Ivanka. Ma la famiglia Trump non ha risposto ai mandati di comparizione e sta usando ogni trucco procedurale nel libro per “annullare” i mandati di comparizione e ritardare l’indagine civile.

Una portavoce di Donald Trump, Liz Harrington, ha replicato mercoledì mattina su Twitter che «le accuse (di Letitia James) erano infondate e sarebbero state fortemente contrastate». Uno dei suoi avvocati, Alina Habba, ha contestato in una dichiarazione inviata all’Afp le «prove tangibili» avanzate dal procuratore.

‘Minaccia alla democrazia’

La famiglia Trump ha accusato per mesi la procuratrice James di motivazioni “politiche” e ha chiamato la sua indagine «una minaccia alla nostra democrazia».

Ma secondo gli estratti del documento giudiziario depositato presso la Corte Suprema di New York, Donald Trump aveva “l’autorità su una vasta gamma di pratiche alla Trump Organization, comprese le false dichiarazioni a terzi, comprese le istituzioni finanziarie e l’Irs”.

Per quanto riguarda sua figlia Ivanka, “fino a gennaio 2017, la signora Trump era il contatto principale per il più grande creditore della Trump Organization, la Deutsche Bank”. Secondo la signora James, Ivanka Trump «era responsabile dell’invio di documenti finanziari errati alla Deutsche Bank e al governo federale (statunitense)».

Infine, «dal 2017, Donald Trump Jr. aveva l’autorità su numerosi documenti che contenevano stime patrimoniali fuorvianti», in particolare una suite nella Trump Tower, che veniva indicata come tre volte più grande della sua vera dimensione e veniva sovrastimata di 200 milioni di dollari.

Gioco di scacchi

In questa partita a scacchi con il clan Trump, Letitia James ha ripetuto martedì sera che il sistema di giustizia civile di New York «non sarebbe stato frenato nel perseguimento di questa indagine» e che «nessuno (era) al di sopra della legge».

Eric Trump, un altro figlio del miliardario e vicepresidente della Trump Organization, è stato intervistato dall’ufficio della James nell’ottobre 2020. Donald Trump è anche oggetto di altre indagini negli Stati Uniti.

È stato ascoltato il 18 ottobre in un caso in cui i manifestanti hanno accusato il suo servizio di sicurezza di averli molestati sei anni fa.

Il suo gruppo è anche sotto inchiesta da parte del procuratore distrettuale di Manhattan per sospetti crimini finanziari e frodi assicurative.

A luglio, la Trump Organization e il suo principale contabile, Allen Weisselberg, si erano dichiarati non colpevoli in un tribunale di New York di 15 accuse di frode ed evasione fiscale. L’inizio del processo è previsto per la metà del 2022.

Nel frattempo, Donald Trump sta lottando per evitare di dover rivelare anni di dichiarazioni dei redditi ai procuratori, mentre a Washington una commissione speciale del Congresso sta cercando di accedere ai documenti della Casa Bianca sull’attacco al Campidoglio del 6 gennaio 2021.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
donald trump inchiesta pratiche fiscali trump organization
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
12 ore
Houston abbiamo un problema. Con le tute spaziali
Niente più uscite extraveicolari con i modelli Emu, fino al termine dell’indagine sull’incidente capitato al tedesco Matthias Maurer
Estero
14 ore
La Russia potrebbe ‘chiudere il gas’ alla Finlandia entro sabato
La principale azienda finlandese del gas, Gasum, ha rifiutato di passare al pagamento del gas in rubli
Estero
15 ore
L’Azerbaigian si dichiara pronto a firmare la pace con l’Armenia
Lo ha dichiarato il presidente azero Ilham Aliyev nel corso di un incontro con il presidente lituano Gitanas Naueda a Baku
Estero
17 ore
Erdogan insiste sul ‘no’ a Svezia e Finlandia nella Nato
Il presidente turco persiste nelle accuse ai due Paesi scandinavi candidati di ospitare membri del Pkk considerati terroristi da Ankara
Speciale Ucraina
22 ore
Il soldato russo si dichiara colpevole di crimini di guerra
Il 21enne è accusato di omicidio premeditato di un 62enne avvenuto nel nord-est dell’Ucraina. Segui il live de laRegione
Estero
1 gior
In Spagna lo Stato pagherà i congedi mestruali
Primo Paese in Europa a fare una legge. Permessi speciali di durata variabile. ‘Basta andare al lavoro imbottite di pillole’
Confine
1 gior
‘Big’ della logistica, infiltrazioni di ’ndrangheta dal Comasco
Un affiliato ai clan residente nel Comasco si sarebbe infiltrato nei subappalti della filiale italiana della tedesca Schenker, ora commissariata
Estero
1 gior
Germania: chiesti 5 anni per una ex guardia SS di 101 anni
L’uomo è accusato di aver aiutato tra il 1942 e il 1945 a uccidere più di 3’500 prigionieri
Confine
1 gior
AlpTransit a sud di Lugano, dall’Italia passi avanti
Per potenziare il traffico merci le Ferrovie italiane stanziano 100 milioni per il centro intermodale di Milano-Segrate, 70 milioni li mette la Svizzera
Estero
1 gior
Finlandia nella Nato, arriva anche il sì finale del parlamento
Larghissima maggioranza a favore dell’adesione di Helsinki: 188 i favorevoli, 8 i contrari. La richiesta dovrà ora essere approvata da tutti i 30 membri
© Regiopress, All rights reserved