laRegione
10.01.22 - 10:36
Aggiornamento: 19:54

Birmania, Aung San Suu Kyi condannata a 4 anni di carcere

L’ex leader, attualmente agli arresti domiciliari, dichiarata colpevole di importazione illegale di walkie-talkie in una parte del processo a suo carico

Ats, a cura de laRegione
birmania-aung-san-suu-kyi-condannata-a-4-anni-di-carcere

L’ex leader civile della Birmania, Aung San Suu Kyi, è stata condannata a quattro anni di carcere in una parte del processo a suo carico al termine del quale rischia decenni di detenzione. Lo si apprende da una fonte vicina al caso.

Suu Kyi, agli arresti domiciliari dopo il colpo di stato del primo febbraio 2021, è stata dichiarata colpevole di importazione illegale di walkie-talkie. Era già stata condannata a dicembre a quattro anni di reclusione per aver violato le restrizioni sul coronavirus, pena ridotta a due anni dalla giunta.

La condanna odierna di Aung San Suu Kyi comprende tre verdetti per un totale di quattro anni di carcere. L’accusa di importazione illegale di walkie-talkie costerà al premio Nobel per la Pace due anni di reclusione, da servire in concomitanza con un anno supplementare per il reato di violazione della legge sulle comunicazioni. Inoltre, altri due anni di pena derivano dall’aver violato le norme di sicurezza per limitare la diffusione del coronavirus.

Suu Kyi, che già era stata condannata il 5 dicembre a quattro anni poi ridotti a due dalla giunta militare, dovrà rispondere di altre sette accuse che potrebbero costarle fino ad altri 89 anni di reclusione. “La Signora” è detenuta agli arresti domiciliari nella capitale Naypyidaw, e di lei non sono state diffuse immagini dal golpe dello scorso febbraio.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Canada
2 ore
L’uragano Fiona lascia 500mila case senza corrente
Lo riferisce l’azienda elettrica locale, Nova Scotia Power, secondo quanto riportato da Cbc
Stati Uniti
4 ore
Problemi ai finestrini: le auto di Tesla tornano in garage
Richiamate 1,1 milioni di vetture per un aggiornamento del software che permetterà di ovviare a un malfunzionamento
Turchia
8 ore
‘Il referendum russo? Non lo riconosciamo’
Lo ha affermato il portavoce della presidenza turca Ibrahim Kal. La stessa cosa accadde anche per il referendum in Crimea nel 2014
Estero
9 ore
L’ultimo addio ad Abe
I funerali dell’ex premier giapponese, ucciso in un attentato, si terranno il prossimo 27 settembre
Estero
13 ore
La politica è un Hobbit (o un pelaverdure)
Cronaca semiseria dei comizi che hanno chiuso la campagna elettorale italiana, nell’attesa che arrivi domenica.
Estero
22 ore
Guardie armate porta a porta, al via i referendum in Ucraina
Milioni chiamati alle ‘urne’. Intanto il patriarca Kirill invita a combattere. E decine di migliaia di russi scappano all’estero
Estero
22 ore
Per l’ambasciatore svizzero l’occupazione di Izyum è ‘barbaria’
Dura presa di posizione della sede diplomatica elvetica in Ucraina. Visitati da Claude Wild i centri distrutti dagli occupanti russi
Stati Uniti d’America
23 ore
Aborto: ‘Datemi due senatori e ne farò una legge’
Duro attacco del presidente Biden alla fronda repubblicana: ‘Non sanno assolutamente nulla delle donne americane’
Italia
23 ore
Il piccolo Mattia risucchiato dall’acqua e dal fango per 13 km
Ritrovato l’ultimo disperso dell’alluvione che si è scagliata sulle Marche lo scorso 15 settembre. Il grande dolore dei genitori
Italia
1 gior
‘Cosa nostra, c’è il rischio di un ritorno a un passato buio’
La sorella del giudice Giovanni Falcone, ucciso dalla mafia, sui recenti casi di politici arrestati per infiltrazioni mafiose
© Regiopress, All rights reserved