laRegione
putin-biden-un-dialogo-e-possibile
Uno sciamano con le foto di Biden e Putin (Keystone)
30.12.21 - 21:56

Putin-Biden: ‘Un dialogo è possibile’

Dall’Ucraina alla stabilità strategica, i due leader convinti di poter arrivare a un accordo a meno di due settimane dai colloqui Usa-Russia di Ginevra

Ansa, a cura de laRegione

“Il dialogo è possibile”, dall’Ucraina alla stabilità strategica: è la convinzione comune di Joe Biden e Vladimir Putin nella loro nuova telefonata, la seconda nel giro di un mese, questa volta su richiesta russa.

Un’apertura ribadita anche poche ore prima del colloquio da entrambe le parti, per alimentare una possibile atmosfera di disgelo in vista delle cruciali discussioni che dal 10 gennaio si apriranno a Ginevra in tre sedi diverse: i negoziati bilaterali Usa-Russia, seguiti dal consiglio Nato-Russia e dalla riunione Osce.

“Sono convinto che ... possiamo andare avanti e stabilire un dialogo russo-americano efficace basato sul rispetto reciproco e sulla considerazione degli interessi nazionali reciproci”, ha detto lo zar nel suo messaggio di auguri al presidente americano, ricordando il summit di giugno a Ginevra.

“La Russia ha messo le sue preoccupazioni sul tavolo e siamo pronti a discuterle, ci aspettiamo che anche Mosca sia preparata a discutere le nostre e quelle dei nostri alleati, sulla base della reciprocità”, ha spiegato in una conference call un alto dirigente della Casa Bianca anticipando le mossa di Biden.

La via diplomatica

Il commander in chief è pronto ad offrire una "via diplomatica" ma anche a rispondere in caso di ulteriore aggressione russa in Ucraina: sanzioni economiche e finanziarie “ben oltre” quelle del 2014 per l’annessione della Crimea, rafforzamento delle forze Nato in Europa, soprattutto sul fianco orientale, e ulteriore assistenza militare a Kiev. Tutte misure in stretto coordinamento con gli alleati, rispettando il principio “nothing about them without them” (nessuna decisione che li riguardi senza di loro).

Biden continua a restare “fortemente preoccupato” per l’ammassamento di forze e mezzi russi al confine con l’Ucraina e auspica che l’inizio del dialogo porti ad una de-escalation, con una riduzione delle truppe di Mosca e il loro ritorno alle caserme di partenza.


Biden e Putin il 16 giugno scorso a Ginevra (Keystone)

Gli Usa non hanno un documento né stanno lavorando a una bozza su cui discutere, come ha fatto il Cremlino, che vuole rinegoziare i trattati sull’equilibrio e l’architettura della sicurezza in Europa chiedendo garanzie contro l’allargamento della Nato ad est e la fine delle attività militari occidentali vicino alla frontiera russa, riproponendo la vecchia Urss come area off limits per l’Alleanza. Una posizione che riflette l’ambizione di Putin di mantenere la sua influenza su tutto l’ex territorio sovietico.

L’amministrazione Biden ha già fatto sapere che alcune richieste sono “inaccettabili” ma è evidente che il presidente americano, forte del suo pragmatismo, vede margini di manovra. Una intesa con Putin gli consentirebbe inoltre di concentrarsi sull’avversario numero uno, ossia la Cina. Al centro della telefonata quindi i temi dell’agenda che verrà sviscerata a Ginevra dalle due delegazioni, guidate dal vicesegretario di Stato Usa Wendy Sherman e dal viceministro degli Esteri russi Sergei Ryabkov. È naturale che molte questioni si intrecciano e quindi verranno trattate su più tavoli, a partire dall’Ucraina.

Nel frattempo il segretario di stato Antony Blinken continua a tessere la sua tela: mercoledì ha telefonato a Volodymyr Zelensky e ai colleghi francese, tedesco e inglese. Il presidente ucraino ha riferito di aver ricevuto nuovamente l’assicurazione di un “pieno sostegno americano” per “contrastare un eventuale attacco russo”.

Putin invece si è presentato all’appuntamento telefonico con Biden con un’ulteriore stretta contro l’opposizione interna: dopo la chiusura della storica ong Memorial, sono finiti nella lista degli “agenti stranieri” due componenti del gruppo di protesta Pussy Riot e un autore satirico di primo piano, Victor Shenderovich.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
8 ore
Gli hacker russi ‘dichiarano guerra’ a dieci Paesi ‘russofobi’
Il collettivo filorusso Killnet ha iniziato con l’attacco al sito della polizia italiana. Nel mirino anche Usa, Germania, Regno Unito e gli Stati baltici
Francia
9 ore
Francia, Elisabeth Borne è la prima donna premier dopo 30 anni
La ministra del Lavoro è stata nominata oggi dal presidente Macron. Succede a Jean Castex appena dimessosi
Stati Uniti
9 ore
Il killer di Buffalo ha risparmiato un cliente bianco scusandosi
La scena è stata immortalata nel video pubblicato su Twitch (poi rimosso) da Payton Gendron, il 18enne suprematista autore della strage a sfondo razziale
Estero
10 ore
Francia, si è dimesso il premier Castex, pronta Elisabeth Borne
Pochi dubbi sull’imminente nomina a primo ministro dell’attuale ministra del Lavoro, che sarebbe la prima donna in carica dopo 30 anni
Estero
10 ore
Crisi Covid in Corea del Nord, Kim Jong-Un mobilita l’Esercito
Il leader nordcoreano ha contestato la reazione del suo gabinetto e ordinato la mobilitazione di medici ed attrezzature sanitarie dell’Esercito popolare
Estero
11 ore
Abusi in coppia su 13enne, condannata attrice di Doctor Strange
Zara Phythian e il marito Vitkor Marke sono stati condannati a 8 e 14 anni di carcere per aver abusato di una ragazza adolescente
Estero
12 ore
La Svezia farà richiesta di adesione alla Nato
Lo ha comunicato la premier Magdalena Andersson. Quasi tutti i partiti svedesi hanno dato il loro appoggio. Contrari Sinistra e Verdi
Estero
13 ore
Somalia, partner internazionali salutano il nuovo presidente
L’elezione di ieri di Hassan Sheickh Mohamud è avvenuta dopo mesi di instabilità politica e attacchi di matrice jihadista, a cui si aggiunge la siccità
Estero
13 ore
Hacker filorussi attaccano il sito della polizia italiana
Il collettivo ‘Killnet’ ha dichiarato ‘guerra’ a 10 Paesi. Nei giorni scorsi avrebbero colpito alcuni siti istituzionali e provato a bloccare l’Eurovision
Estero
18 ore
Caldo da record: a Nuova Delhi raggiunti i 49,2 gradi
Da settimane la severa ondata di calore sta colpendo il Nord dell’India e il Pakistan. Gravi le conseguenze per l’agricoltura
© Regiopress, All rights reserved