laRegione
arabia saudita
30.12.21 - 19:17
Aggiornamento: 19:47

‘I killer di Khashoggi vivono nel lusso a Riad’

Secondo il Guardian, almeno tre condannati per l’omicidio del giornalista in Turchia risiedono e lavorano ‘in alloggi a sette stelle’

Ansa, a cura de laRegione
i-killer-di-khashoggi-vivono-nel-lusso-a-riad
Una manifestazione e un cartello per ricordare l’omicidio di Khashoggi (Keystone)

Almeno tre membri del commando saudita condannato per l’omicidio di Jamal Khashoggi in Turchia vivono e lavorano “in alloggi a sette stelle” all’interno di un complesso di sicurezza gestito dal governo a Riad.

Lo ha riferito una fonte collegata ai vertici dell’intelligence saudita che ha parlato con due testimoni, riporta il Guardian.

I killer del giornalista del Washington Post, critico del regime di Riad e ucciso nel consolato di Istanbul, erano stati condannati all’ergastolo. Ma stando a questa nuova rivelazione, stanno scontando la loro pena in condizioni di agio con la possibilità di ricevere visite periodiche dei familiari: in netto contrasto con le assicurazioni della corte saudita e del potente erede al trono Mohammed bin Salman che i responsabili dell’omicidio avrebbero subito una punizione esemplare.

Questi sviluppi rendono ancora più fitta la trama del caso Khashoggi, su cui – ricorda il Guardian – aleggia ancora il mistero dell’uomo arrestato dalla polizia francese su mandato della Turchia a inizio di dicembre e inizialmente identificato come membro di un’altra squadra coinvolta nell’omicidio. L’uomo subito dopo era stato scarcerato perché, nella versione di Parigi, si era trattato di uno scambio di persona.

Secondo Ankara, invece, la sua liberazione è avvenuta per motivi politici all’indomani della visita di Emmanuel Macron a bin Salman a Riad, la prima di un leader occidentale dopo l’omicidio Khashoggi, avvenuto nell’ottobre del 2018.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Italia
12 ore
Evade dai domiciliari per ‘badare alle galline’, assolto
Vista la tenuità del fatto, il giudice ha chiuso un occhio, non senza ammonire l’83enne: ‘Mi raccomando, non esca più’
Perù
13 ore
Castillo scioglie il Parlamento, ‘è in atto un golpe’
L’annuncio è stato formulato alcune ore prima dell’inizio di una seduta del Parlamento in cui si sarebbe discussa la destituzione del presidente
Germania
15 ore
Volevano colpire il Bundestag, arrestati 25 terroristi
Tra gli attentatori, appartenenti tutti a un gruppo di estrema destra, anche un principe e un’ex deputata di AfD. Arresti anche in Italia e Austria
italia
19 ore
Giorgia Meloni è la settima donna più potente al mondo
Questo secondo la classifica di ‘Forbes’. Accanto a lei anche Ursula von der Leyen, Christine Lagarde, Kamala Harris e - simbolicamente - Mahsa Amini
Francia
19 ore
Obsolescenza programmata, dalla Francia una denuncia per Apple
Il colosso americano degli smartphone accusato di limitare le possibilità di riparazione delle sue apparecchiature
Francia
21 ore
La Francia risparmia Co2 e chiude tre tratte a corto raggio
Via libera da Bruxelle per la soppressione di collegamenti aerei Orly-Bordeaux, Orly-Nantes e Orly-Lione
Spagna
21 ore
Scontro tra due treni in Catalogna, 155 feriti
L’incidente è avvenuto presso la stazione di Montcada i Reixac-Manresa. Dove uno dei due convogli era fermo
Iran
23 ore
Ucciso mentre festeggia la sconfitta, arrestato capo polizia
Il 27enne, per strada ad acclamare il kappaò contro gli Stati Uniti, era stato freddato con un colpo alla testa
Argentina
23 ore
‘Meglio andare in prigione che essere una marionetta’
‘Non mi ricandiderò’. Così l’ex presidente argentina Cristina Fernandez de Kirchner dopo la lettura della sentenza di condanna a sei anni di prigione
Stati Uniti
1 gior
Luce verde alla vendita di elicotteri alla Corea del Sud
Gli Stati Uniti forniranno a Seul apparecchi Ch-47 Chinook per un valore stimato in 1,5 miliardi di dollari
© Regiopress, All rights reserved