laRegione
nuovo-colloquio-biden-putin-si-cerca-il-disgelo-sull-ucraina
Putin e Biden a Ginevra il 16 giugno scorso (Keystone)
29.12.21 - 20:52
Aggiornamento : 21:29

Nuovo colloquio Biden-Putin, si cerca il disgelo sull’Ucraina

Stati Uniti pronti alla via diplomatica, ma resta la minaccia delle sanzioni. Il 10 gennaio incontro previsto a Ginevra

Ansa, a cura de laRegione

Una nuova telefonata, la seconda in un mese, tra il presidente americano Joe Biden e quello russo Vladimir Putin per provare a imboccare la difficile strada del disgelo sul dossier Ucraina. Il colloquio tra i due leader è previsto alle 21.30 (ora italiana) di giovedì e si inserisce in un contesto nel quale, dietro la coltre di dichiarazioni alla stampa, le due potenze stanno entrambe aprendo alla possibilità di un alleggerimento delle tensioni. Il contatto, secondo fonti americane, sarebbe stato chiesto da Putin e Biden avrebbe accettato. Pronto – hanno spiegato da Washington – ad offrire al suo interlocutore “una via diplomatica”.

Saranno diversi gli argomenti, tutti caldissimi, che Biden e Putin toccheranno nel corso della telefonata. All’orizzonte ci sono i colloqui che si apriranno a inizio 2022 con il Consiglio Nato-Russia, previsto il 10 gennaio proprio sul dossier Kiev e anche sul tema del controllo delle armi nucleari. E il 12 e 13 dello stesso mese nuovi colloqui tra l’Occidente e Mosca avranno luogo in occasione del summit dell’Osce.

La Casa Bianca chiama

Washington, sul dossier ucraino, continua a tenere aperto un doppio binario. Da una parte, come hanno sottolineato anche in queste ore fonti dell’amministrazione Biden, conferma l’impegno ad uno sforzo diplomatico che porti ad una soluzione concordata con Mosca. Dall’altra ribadisce "la preoccupazione" per l’integrità territoriale dell’Ucraina e si dice "pronta a rispondere con nuove e dure sanzioni" in caso di escalation. nell’eventualità di invasione da parte della Russia, gli Usa “prevedono di rafforzare la posizione della Nato” e di “fornire ulteriore assistenza” all’Ucraina se necessario, ha aggiunto alla Cnn un funzionario dell’amministrazione americana. La strada delle sanzioni, al momento, resta comunque nettamente sullo sfondo e anche l’Unione Europea, al vertice dei leader del dicembre scorso, si è mostrata prudente.

Gli Usa hanno anche ribadito i loro sforzi “nel consultarsi e coordinarsi" con i propri alleati, Europa su tutti, “per un approccio comune nella risposta” a Mosca, alla quale si chiede un passo concreto per una de-escalation. Al momento gli Stati Uniti non hanno registrato alcun passo da parte della Russia per abbassare la tensione. "Continuiamo a vedere una significativa presenza di truppe russe al confine con l’Ucraina”, hanno sottolineato fonti del governo americano. E, nelle stesse ore in cui è stato annunciato il nuovo colloquio tra Biden e Putin, il segretario di Stato Usa Anthony Blinken ha telefonato al presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky per ribadire “l’appoggio” di Washington.

Il Cremlino risponde

Da parte sua, Putin potrebbe ribadire quanto già scritto nero su bianco nel documento sulle “proposte per la sicurezza” della Russia. È il ruolo della Nato, con la possibile adesione di Kiev, a essere in particolare nel mirino di Mosca, che reputa “inaccettabile” l’espansione a Est dell’Alleanza Atlantica e su questo vuole garanzie dagli Usa. Non è ancora chiaro se la nuova telefonata tra Putin e Biden sarà una videochiamata come è accaduto lo scorso 7 dicembre, quando i due leader si parlarono virtualmente ‘vis a vis’ per due ore.

E non è neanche chiaro se Biden porrà sul tavolo anche il tema dei diritti umani, sull’onda dell’indignazione che, nei principali Paesi dell’Occidente, ha innescato la chiusura del gruppo Memorial, considerata dallo stesso Blinken “un affronto” dopo la “repressione” sofferta nell’era sovietica. Il gruppo Memorial ha inoltrato un ricorso d’urgenza alla Corte europea dei diritti dell’uomo e il tribunale con sede a Strasburgo ha chiesto a Mosca di sospendere la chiusura almeno per il tempo necessario ad esaminare il caso. Ma il Cremlino, finora, non ha risposto mentre un tribunale di Mosca ha ordinato lo scioglimento del Centro per i Diritti Umani dell’Ong.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
colloqui cremlino ginevra joe biden memorial mosca ong russia sanzioni stati uniti
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
8 ore
Gli hacker russi ‘dichiarano guerra’ a dieci Paesi ‘russofobi’
Il collettivo filorusso Killnet ha iniziato con l’attacco al sito della polizia italiana. Nel mirino anche Usa, Germania, Regno Unito e gli Stati baltici
Francia
9 ore
Francia, Elisabeth Borne è la prima donna premier dopo 30 anni
La ministra del Lavoro è stata nominata oggi dal presidente Macron. Succede a Jean Castex appena dimessosi
Stati Uniti
9 ore
Il killer di Buffalo ha risparmiato un cliente bianco scusandosi
La scena è stata immortalata nel video pubblicato su Twitch (poi rimosso) da Payton Gendron, il 18enne suprematista autore della strage a sfondo razziale
Estero
10 ore
Francia, si è dimesso il premier Castex, pronta Elisabeth Borne
Pochi dubbi sull’imminente nomina a primo ministro dell’attuale ministra del Lavoro, che sarebbe la prima donna in carica dopo 30 anni
Estero
10 ore
Crisi Covid in Corea del Nord, Kim Jong-Un mobilita l’Esercito
Il leader nordcoreano ha contestato la reazione del suo gabinetto e ordinato la mobilitazione di medici ed attrezzature sanitarie dell’Esercito popolare
Estero
11 ore
Abusi in coppia su 13enne, condannata attrice di Doctor Strange
Zara Phythian e il marito Vitkor Marke sono stati condannati a 8 e 14 anni di carcere per aver abusato di una ragazza adolescente
Estero
12 ore
La Svezia farà richiesta di adesione alla Nato
Lo ha comunicato la premier Magdalena Andersson. Quasi tutti i partiti svedesi hanno dato il loro appoggio. Contrari Sinistra e Verdi
Estero
13 ore
Somalia, partner internazionali salutano il nuovo presidente
L’elezione di ieri di Hassan Sheickh Mohamud è avvenuta dopo mesi di instabilità politica e attacchi di matrice jihadista, a cui si aggiunge la siccità
Estero
13 ore
Hacker filorussi attaccano il sito della polizia italiana
Il collettivo ‘Killnet’ ha dichiarato ‘guerra’ a 10 Paesi. Nei giorni scorsi avrebbero colpito alcuni siti istituzionali e provato a bloccare l’Eurovision
Estero
18 ore
Caldo da record: a Nuova Delhi raggiunti i 49,2 gradi
Da settimane la severa ondata di calore sta colpendo il Nord dell’India e il Pakistan. Gravi le conseguenze per l’agricoltura
© Regiopress, All rights reserved