laRegione
ambiente
27.12.21 - 20:00

Marea nera al largo di Mauritius, condannato il capitano

Nel 2020 il cargo disperse 4.000 tonnellate di petrolio in mare. È il più grande disastro ecologico nell’Oceano Indiano

Ansa, a cura de laRegione
marea-nera-al-largo-di-mauritius-condannato-il-capitano
La fuoriuscita di petrolio dalla nave (Keystone)

Una pena lieve per il responsabile del peggior disastro ambientale della storia nell’Oceano Indiano. Il capitano del cargo giapponese battente bandiera panamense Mv Wakashio che nel luglio del 2020 si incagliò su una barriera corallina nella costa sud-orientale dell’isola di Mauritius, disperdendo circa 4.000 tonnellate di petrolio, è stato condannato a 20 mesi di carcere insieme al primo ufficiale.

La corte di Port-Louis ha preso in considerazione il fatto che “entrambi gli imputati si sono dichiarati colpevoli e si sono scusati“, ha detto il magistrato Ida Dookhy Rambarrun spiegando le ragioni di una condanna così leggera. Il capitano della nave, Sunil Kumar Nandeshwar, ha ammesso di aver bevuto durante una festa a bordo e insieme al suo primo ufficiale, Hitihanillage Subhoda Janendra Tilakaratna, è stato giudicato colpevole di "aver messo in pericolo la navigazione sicura”: "Sono stati irresponsabili e non hanno svolto come avrebbero dovuto i loro doveri di navigazione”.


Volontari al lavoro per ripulire le coste (Keystone)

La MV Wakashio, nave cisterna da 101 mila tonnellate di stazza, stava navigando da Singapore al Brasile con 3.800 tonnellate di olio combustibile e 200 tonnellate di diesel a bordo quando finì contro la barriera corallina al largo della costa sud-orientale di Mauritius. Più di 1.000 tonnellate di petrolio si riversarono in acqua ricoprendo mangrovie, coralli e altri fragili ecosistemi prima che le squadre di soccorso fossero in grado di rimuovere il carburante.

Immagini choc

Le immagini che arrivavano dall’isola scioccarono il mondo: chiazze nere galleggianti su acque cristalline che avanzavano verso paradisi di sabbia bianca visibili anche dallo spazio e un santuario della biodiversità messo in serio pericolo. Un incidente tanto più grave in quanto avvenuto vicino a due siti ecologicamente critici: Blue Bay, parco marino noto per i suoi giardini di corallo, e Pointe D’Esny, che ospita una foresta di mangrovie, un ecosistema protetto dalla Convenzione di Ramsar sulle zone umide dove vivono alcune specie rare di rettili e uccelli. Ma anche perché compromise a lungo l’economia dell’area basata sulla pesca ma soprattutto sul turismo.


La nave schiantata contro la barriera corallina (Keystone)

Nei giorni successivi all’incidente, migliaia di volontari si schierarono lungo la costa protetti da guanti e stivali di gomma, strofinando rocce e mettendo insieme cordoni di fortuna per contenere la marea oleosa. Un lavoro reso più arduo dalle condizioni meteo con venti a 50 chilometri orari che bloccarono per giorni le operazioni. Nelle operazioni di bonifica morirono tre marinai nel rovesciamento della loro rimorchiatore. Il governo del premier Pravind Jugnauth fu costretto a dichiarare lo stato d’emergenza e migliaia di persone scesero in piazza nei mesi successivi per protestare contro la reazione del governo al disastro giudicata troppo lenta e male organizzata.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Messico
4 ore
‘I morti continuano ad arrivare e le persone a scomparire’
In Messico traboccano gli obitori. È la conseguenza dell’ondata di violenza legata al traffico di droga. E dei tempi lunghi per l’identificazione
Italia
6 ore
Dopo caro-benzina e caro-elettricità, ecco il caro-panettone
Natale (e Capodanno) più caro per gli italiani (e non solo loro). Che complessivamente dovrebbero spendere 340 milioni di euro in più rispetto al 2021
India
6 ore
Coccodrilli con le valigie in mano pronti a traslocare
Complice la sovrappopolazione, che sta causando continui conflitti tra i rettili, migliaia di loro saranno trasferito da Chennai al Gujarat
Estero
8 ore
Schianto di primo mattino a Forcola. Muore un diciottenne
A bordo della vettura c’erano altri due giovani, entrambi rimasti gravemente feriti. I tre stavano andando a scuola a Sondrio.
Italia
8 ore
Rapina una farmacia. Ma dimentica la ricetta della moglie
Maldestro furto per un 57enne nel Milanese. Sul bancone ha infatti lasciato il foglietto con cui i carabinieri sono risaliti alla sua identità
Brasile
8 ore
Pelé non risponde alla chemio: trasferito in un altro reparto
Dopo il ricovero di martedì, ‘O Rei’ spostato nel reparto delle cure palliative dell’ospedale ‘Albert Einstein’ di San Paolo
Italia
8 ore
Eredità... stupefacente a Sesto Fiorentino
Nell’appartamento del fratello deceduto spuntano un laboratorio per la droga e 2,4 chili di marijuana
Russia
11 ore
Mosca se ne fa un baffo del ‘price cap’ sul petrolio
Per l’ambasciata russa negli Stati Uniti, malgrado il tetto al prezzo dell’oro nero russo, il greggio continuerà a essere richiesto
Indonesia
12 ore
La terra trema sull’Isola di Giava, in Indonesia
L’epicentro del terremoto, di magnitudo 5,7, è stato localizzato a 18 chilometri a sud-est della città di Banjar
Francia
13 ore
Sarkozy da lunedì nuovamente al banco degli imputati
È fissata per dopodomani a Parigi l’udienza in appello per l’ex presidente della Francia, accusato di corruzione
© Regiopress, All rights reserved