laRegione
massacri-in-birmania-almeno-40-morti-nelle-fosse-comuni
Keystone
La giunta militare non fa sconti
20.12.21 - 19:32
Aggiornamento: 19:54
Ansa, a cura de laRegione

Massacri in Birmania, almeno 40 morti nelle fosse comuni

L’inchiesta della Bbc porta alla luce la strage di civili compiuta la scorsa estate dall’esercito nel nord-ovest del Paese

Bangkok – Picchiati e mutilati per ore prima di morire, e poi gettati in fosse comuni: almeno 40 civili birmani sono stati uccisi lo scorso luglio dall’esercito in almeno quattro raid in un distretto nord-occidentale del Paese, dove la resistenza armata della popolazione alla giunta militare è particolarmente attiva. Prove audiovisive inconfutabili sono state raccolte da un’inchiesta della Bbc e pubblicate oggi, due settimane dopo il ritrovamento di altri 11 corpi carbonizzati in un’area non lontana.

A quasi un anno dal colpo di stato che ha deposto il governo di Aung San Suu Kyi, tali massacri confermano come l’esercito continui a reprimere nel sangue le aspirazioni democratiche della popolazione. Le stragi documentate dalla Bbc sono avvenute nella municipalità di Kani, un’area rurale nel distretto di Sagaing, dove in particolare tra maggio e agosto le “Forze di difesa del popolo” emerse in opposizione al golpe del primo febbraio hanno imbracciato le armi contro l’esercito. Nel villaggio di Yin, almeno 14 uomini sono stati uccisi dopo sevizie con pietre e calci di fucile durate per ore, mentre le donne – separate in precedenza dai militari – piangevano terrorizzate. Nel vicino villaggio di Zee Bin Dwin sono state ritrovate fosse comuni con 12 corpi mutilati, incluso quello di un minorenne e di un disabile.

Altre stragi

L’inchiesta della Bbc ha raccolto testimonianze di 11 sopravvissuti, incrociandole con filmati ripresi con telefonini e verificati dalla organizzazione per i diritti umani Myanmar Witness. Ma per quanto i fatti risalgano all’estate, è probabile che altri episodi simili siano avvenuti anche nei mesi successivi nelle vaste campagne birmane. Lo scorso 7 dicembre, sempre nella regione di Sagaing, sono stati ritrovati 11 corpi carbonizzati, tra cui quelli di cinque minori.

La strage, assieme ad altre uccisioni in proteste pacifiche a Yangon, ha spinto l’Alto commissariato per i diritti umani dell’Onu a dirsi “sgomento davanti all’allarmante escalation di gravi abusi dei diritti umani” in Birmania; violenze in linea con innumerevoli abusi compiuti per decenni dai militari contro svariate milizie etniche attive nel Paese, ma che ora colpiscono anche civili della maggioranza Bamar che si oppongono al golpe.

Pugno duro

Purtroppo niente fa pensare a un prossimo calo delle violenze. La giunta di Aung Ming Hlaing, dopo aver preso il potere citando gravi irregolarità nelle elezioni che avevano confermato al potere il partito di Suu Kyi, ha utilizzato il pugno di ferro contro le richieste della popolazione, causando almeno 1’300 morti. Le iniziali repressioni di manifestazioni pacifiche nelle grandi città sono diventate poi operazioni militari e rappresaglie anche nelle campagne, mentre il dissenso si è organizzato per la lotta armata. E due settimane fa, la condanna di Suu Kyi a quattro anni di reclusione – con altri processi in arrivo – ha confermato come l’esercito non stia contemplando compromessi.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
bbc birmania civili esercito inchiesta massacri morti strage
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
3 ore
Finlandia e Svezia nella Nato: avviata la procedura
Durante il vertice in corso a Madrid è stato inoltre deciso un nuovo concetto strategico per l’alleanza militare
Estero
5 ore
Biden annuncia più forze Usa in Europa
Il presidente degli Stati Uniti lo ha comunicato oggi aprendo il summit Nato a Madrid
Estero
5 ore
Johnson: ‘Se Putin fosse donna non avrebbe attaccato l’Ucraina’
Il primo ministro britannico ha descritto la guerra come un ‘perfetto esempio di mascolinità tossica’
Confine
6 ore
Rissa al carcere Bassone, un detenuto in gravissime condizioni
È accaduto nella tarda mattinata di ieri. Il 28enne è già stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico
Estero
7 ore
Ue, accordo raggiunto: stop a motori a combustione entro il 2035
Se le misure verranno confermate, non potranno essere venduti auto e furgoni nuovi a benzina e diesel
Italia
11 ore
In barba alla pandemia, il vino italiano va a gonfie vele
Il valore dell’imbottigliato nella vicina Penisola sfiora i 10 miliardi di euro, con vendite in crescita del 12%
Estero
11 ore
‘Trump sapeva che c’era gente armata al comizio’
Lo ha detto Cassidy Hutchinson, braccio destro dell’ex chief of staff Mark Meadows.
Estero
11 ore
Caso Epstein, a Ghislaine Maxwell pena massima: 20 anni
L’ex socialite britannica ritenuta colpevole di aver adescato e manipolato minorenni perché fossero sessualmente abusate dal finanziere Jeffry Epstein
Estero
1 gior
’Ndrangheta, in Svizzera il gestore di un giro di soldi sporchi
Un 52enne italiano residente nella Confederazione è considerato il ‘dominus’ di un giro di affari che reinvestiva all’estero i soldi della malavita
Estero
1 gior
La sfida di Edimburgo: ‘Referendum per la secessione nel 2023’
La first minister scozzese Nicola Sturgeon annuncia un voto ‘consultivo’. ‘La democrazia scozzese non sarà prigioniera di Johnson o di un altro premier’
© Regiopress, All rights reserved