laRegione
16.12.21 - 12:27
Aggiornamento: 23:42

Nel mondo 488 giornalisti sono detenuti, 46 uccisi nel 2021

Nel bilancio annuale l’ong Reporter senza frontiere sottolinea che il numero di giornalisti incarcerati è aumentato nell’ultimo anno di circa il 20%

Ats, a cura de laRegione
nel-mondo-488-giornalisti-sono-detenuti-46-uccisi-nel-2021
Keystone

Nel 2021 è stato raggiunto il numero record di 488 giornalisti detenuti nel mondo. A rivelarlo è l’annuale bilancio dell’ong Reporter senza frontiere, che registra anche 46 professionisti dei media uccisi in un anno, la cifra più bassa degli ultimi 20 anni, un fatto che si attribuisce alla stabilizzazione dei conflitti nel Medio Oriente. “Mai dalla creazione del rapporto di Rsf nel 1995 – si legge in un comunicato – il numero di giornalisti detenuti è stato così elevato”.

La ong evidenzia inoltre che il numero di giornalisti detenuti è aumentato di circa il 20% nell’ultimo anno per via soprattutto della repressione sui media in Birmania, Bielorussia e Hong Kong. Mai come prima inoltre il numero di giornaliste donne nelle carceri, con un totale di 60, un terzo in più rispetto al 2020.

La Cina è il primo Paese per numero di detenzioni, con un totale di 127, dovuto in gran parte alla legge per la sicurezza nazionale introdotta a Hong Kong. A seguire la Birmania con 53, il Vietnam con 43, la Bielorussia 32, l’Arabia Saudita 31.

D’altro canto il calo dei morti fra i giornalisti, che invece aveva visto un picco nel 2016, riflette i cambiamenti nelle dinamiche in Siria, Iraq e Yemen, dove un ridimensionamento dei conflitti ha portato a un numero inferiore di media nell’area. La gran parte dei 46 giornalisti uccisi sono stati assassinati. Ancora una volta i Paesi considerati più pericolosi sono Messico e Afghanistan, poi Yemen e India.

Rsf conta inoltre 65 giornalisti ancora in ostaggio: 44 in Siria, 11 in Iraq, 9 in Yemen, oltre al giornalista francese Olivier Dubois che da aprile è ostaggio in Mali.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
5 ore
Sempre più vittime del terremoto in Turchia e Siria: oltre 5’000
È stato intanto estratto vivo dalle macerie il calciatore ghanese Christian Atsu. Oltre 8’000 persone sono state salvate finora
Estero
9 ore
Sale a 4’890 il bilancio dei morti del sisma fra Turchia e Siria
Da parte di Ankara le vittime del terremoto di magnitudo 7,9 di ieri sono al momento 3’381, da parte siriana sono 1’509
la guerra in ucraina
19 ore
Zelensky: ‘Nuova offensiva russa entro 10 giorni’
Il leader atteso giovedì a Bruxelles al vertice e al Parlamento
italia
19 ore
Il tiramisù non è vegano, muore ragazza allergica al latte
Quattro indagati a Milano. Prodotto ritirato dal ministero della Salute
diplomazie
20 ore
La Cina insiste: ‘Palloni civili’. Un video la smaschera
Immagini del 2018 su un social network mostrano un test militare con un aerostato identico. Pechino se la prende con gli Usa
Estero
22 ore
‘Pray for Syria and Turkey’. L’inizio di un incubo
Il terremoto visto dal Ticino e con gli occhi della bellinzonese Sara Demir, con parenti sia in Turchia sia in Siria
Estero
23 ore
Turchia, del castello di Gaziantep non restano che macerie
Il terremoto miete vittime anche fra i monumenti storici: completamente distrutta la fortezza patrimonio dell’Unesco
Estero
1 gior
La visita dei parlamentari svizzeri a Taiwan preoccupa la Cina
Pechino critica i contatti ufficiali fra le autorità dell’isola che considera una provincia ribelle e i Paesi che hanno relazioni diplomatiche con la Cina
Confine
1 gior
Confine, arrestato un 21enne per spaccio di droga
Nell’abitazione del giovane militari e cane antidroga hanno rinvenuto 500 grammi di hashish, diversi contanti e una bici elettrica rubata in Ticino
Estero
1 gior
Sono oltre 3600 le vittime del sisma, ma si scava ancora
Superati i 2300 morti in Turchia e 1200 in Siria. Erdogan: ‘Il più grande disastro nel Paese dal 1939’
© Regiopress, All rights reserved