laRegione
15.12.21 - 21:38

Regno Unito travolto dal virus, record di casi con Omicron

Mai così tanti positivi da inizio pandemia. Bufera sul premier Boris Johnson, contestato sia dall’opposizione laburista che da diversi deputati Tory

regno-unito-travolto-dal-virus-record-di-casi-con-omicron
Keystone
Boris Johnson

Era stato lo stesso Boris Johnson nei giorni scorsi a evocare “un’ondata” di nuovi casi di Covid scatenata dalla diffusione della variante Omicron. E oggi il primo ministro britannico è stato travolto dal record assoluto dei contagi nel Regno Unito fin dall’inizio della pandemia, 78.610, con altri 165 morti, mentre le infezioni dalla nuova mutazione sono raddoppiate, salendo da 4’671 a 10’017.

Ma i problemi, si sa, non vengono mai soli. Il premier è messo alle corde anche politicamente dal fuoco amico del centinaio di deputati Tory che ieri alla Camera dei Comuni hanno votato contro le misure restrittive anti-Covid del suo piano B (comunque approvato, anche se con l’aiuto del Labour) nella peggiore rivolta interna subita da Boris Johnson come primo ministro; e dall’opposizione laburista guidata da Keir Starmer, che oggi al Question Time l’ha accusato di essere “troppo debole per guidare il Paese” e soprattutto “il peggior primo ministro possibile nel peggior momento possibile”. Non è già la richiesta di dimissioni ma qualcosa in più di un guanto di sfida lanciato nel momento più difficile per Johnson.

Il premier ha risposto con uno slogan rivolto ai laburisti - ‘noi vacciniamo, loro vacillano’ - e spronato l’esercito di medici e infermieri ad andare avanti nella campagna di vaccinazione nel tentativo di arginare l’avanzata di Omicron, di cui si vedono già i primi allarmanti effetti negli ospedali. I ricoveri per Covid sono aumentati del 10% a livello nazionale e di un terzo a Londra, in una settimana, spinti proprio dalla variante. Lo ha confermato anche il Chief medical officer dell’Inghilterra, Chris Whitty: dagli ultimi grafici emerge come la curva dei contagi dalla variante Delta sia tendenzialmente piatta, mentre quella di Omicron vede un raddoppio di casi in due giorni, anche più rapidamente in alcune zone del Paese.

Per Johnson è quindi “vitale” la terza dose di vaccino: ha ricordato durante una conferenza stampa pomeridiana che finora la risposta dei britannici è stata più che positiva, con il record di 656’000 booster somministrati nelle ultime 24 ore - per un totale di 24,7 milioni - e la copertura del 90% degli over 70, il doppio della media Ue in proporzione e più del doppio degli Usa. Ma bisogna fare ancora di più.

Con i numeri di oggi è arrivata anche la previsione di nuovi record di contagi da qui a Natale, con picchi di ricoveri. Non a caso Whitty ha invitato a ridurre i contatti sociali e familiari durante le festività. Ancora una volta, quindi, il banco di prova per Johnson è rappresentato dalla gestione di un’emergenza su cui è stato già fortemente criticato in passato. Proprio oggi Boris Johnson ha annunciato che una giudice in pensione della Corte d’Appello e membro della Camera dei Lord, la baronessa Heather Hallett, presiederà l’inchiesta pubblica sulla pandemia.

Ma se il premier cerca di concentrare, per volere o per forza, l’attenzione sul piano della battaglia al virus le polemiche politiche non si placano. La fronda conservatrice contro di lui è più viva che mai. E sebbene sembri non avere già i tratti della congiura organizzata, qualcuno inizia a parlare apertamente di una sfida alla sua leadership.

Sono tanti i passi falsi compiuti nelle ultime settimane, dalla pessima gestione del caso di Owen Paterson - l’ex ministro dimessosi da deputato Tory dopo che il governo aveva tentato di salvarlo dalla sospensione inflitta per consulenze d’oro dall’organo disciplinare di Westminster - per arrivare ai party di Natale organizzati un anno fa dai funzionari nelle sedi istituzionali (fra cui Downing Street) in presunta violazione delle allora vigenti misure anti-coronavirus. L’ultima grana è la foto, pubblicata stamane dai media del Regno, che ritrae una festa di Natale nel quartier generale dei conservatori a Westminster avvenuta proprio nel periodo incriminato di dicembre 2020.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Stati Uniti
14 min
America nella morsa del ghiaccio: aerei a terra
Colpiti in particolare gli Stati meridionali, dove nelle ultime 24 ore sono stati cancellati circa 865 voli nazionali
Estero
9 ore
Kamikaze in moschea in Pakistan, almeno 63 morti
Centinaia i feriti a Peshawar, i talebani rivendicano la strage
la guerra in ucraina
10 ore
Boris Johnson: Putin minacciò di uccidermi con un missile
Il Cremlino nega, ma Londra ricorda le tante ingerenze di Mosca sul suolo britannico
Estero
10 ore
Bolsonaro chiede un visto di 6 mesi per restare negli Usa
L’ex presidente brasiliano, ora in Florida, ha domandato alle autorità statunitensi un permesso turistico per rimanere nel Paese per altri sei mesi.
Italia
10 ore
Alfredo Cospito trasferito al carcere di Opera (da Sassari)
L‘anarchico rischiava la vita dopo lo sciopero della fame e gli oltre 40 kg persi. Il ministro: ’La tutela della salute di ogni detenuto è una priorità’
Estero
14 ore
Sciopero in Francia, disagi sui binari in Svizzera
Le braccia incrociate contro la riforma delle pensioni nell’Esagono fanno saltare diversi collegamenti Tgv con Ginevra, Losanna e Zurigo
Estero
16 ore
Hitler nominato cancelliere: 90 anni fa i nazisti al potere
Il 30 gennaio del 1933 il Führer riceveva l’incarico di formare il governo dal presidente tedesco Paul von Hindenburg
Estero
18 ore
Euro, ogni milione di banconote 13 sono false
Lieve aumento nel 2022 per i casi di contraffazione: 376’000 quelle tolte dalla circolazione. I tagli da 20 e 50 restano i più gettonati
Italia
19 ore
Settantadue città fuorilegge per smog. Fra queste c’è anche Como
Lo indica il rapporto ‘Mal d’aria di città 2023’ di Legambiente, che ha analizzato l’inquinamento atmosferico in 95 centri della Penisola
Giappone
21 ore
Toyota si conferma prima casa automobilistica mondiale
Per il costruttore nipponico si tratta del terzo riconoscimento consecutivo. Nel 2022 venduti a livello globale circa 10,48 milioni di veicoli
© Regiopress, All rights reserved