laRegione
la-riconquista-di-zemmour-parte-tra-proclami-e-scontri
Keystone
Zemmour e la sua banda
Francia
05.12.21 - 22:16

La riconquista di Zemmour parte tra proclami e scontri

Tafferugli e sedie lanciate in aria tra attivisti antirazzisti ed alcuni militanti di estrema destra. Il candidato: ‘Obiettivo, immigrazione zero’

Ats, a cura de laRegione

Partire alla “riconquista del più bel Paese del mondo”: parola di Eric Zemmour, l’ex polemista di estrema destra candidatosi il 30 novembre alle elezioni presidenziali francesi del 2022 che oggi ha tenuto il suo primo grande comizio elettorale dinanzi a migliaia di militanti giunti al Palazzo delle Esposizioni di Villepinte, nella banlieue nord di Parigi. Un evento segnato da momenti di alta tensione.

Poco prima di salire sul palco, il sessantatreenne candidato è stato strattonato da un individuo che secondo BfmTv avrebbe già dei precedenti. Scintille anche durante l’intervento di Zemmour, quando in fondo alla sala sono scattati tafferugli e sedie lanciate in aria tra attivisti antirazzisti ed alcuni militanti di estrema destra. Almeno due persone avevano il volto insanguinato dopo gli scontri, tra cui una militante di Sos Racisme. Mentre a Parigi circa 2.200 manifestanti, secondo la questura, hanno sfilato per denunciare la discesa in campo del candidato anti-Islam e anti-migranti due volte condannato per istigazione all’odio razziale.

Il leader del neonato movimento politico ‘Reconquete’, Riconquista (un chiaro riferimento storico alla ’Reconquista spagnola sulla dominazione musulmana’), è entrato in scena dinanzi ai 15mila presenti in sala a metà pomeriggio, accolto da ovazioni e un tripudio di bandiere bleu-blanc-rouge. “Se vinco quest’elezione, non sarà l’ennesima alternanza ma l’inizio della riconquista", ha assicurato Zemmour rivolgendosi al pubblico composto di tanti giovani, in stragrande maggioranza bianchi, giunti dai quattro angoli della Francia. "Il popolo francese - ha continuato - è qui da mille anni. E non ha detto l’ultima parola”.

Come primo slogan elettorale Zemmour ha scelto il motto ‘l’impossibile non è francese’, attribuita al suo beniamino Napoleone Bonaparte. Nel discorso di circa un’ora, incentrato soprattutto su temi identitari, lui ha assicurato di “non essere razzista” ma di voler “difendere la nostra identità". Rispedite al mittente anche le accuse di neofascismo: "Io fascista? Ma fatemi il favore...". Poi è tornato a tuonare contro i flussi migratori che a suo avviso minacciano il Paese, secondo la controversa teoria del ’grand remplacement’, vale a dire la sostituzione della Francia cosiddetta ‘bianca’ con i francesi di origine straniera. "L’immigrazione zero - ha avvertito - diventerà un obiettivo chiaro della nostra politica”.

Nel suo programma, il candidato di estrema destra promette tra l’altro l’abolizione dello Ius soli e l’espulsione sistematica di “tutti i clandestini presenti sul territorio“. "Prima della prossima estate - ha incalzato Zemmour in abito scuro, camicia bianca e cravatta azzurra - voglio limitare il diritto d’asilo a una manciata di individui”. Per poi assicurare di voler “tendere la mano” a "quei musulmani che vogliono diventare nostri fratelli”, assimilandosi alla società francese.

Ex giornalista ed ex star dei talk show ossessionato dalle questioni identitarie, Zemmour ha parlato anche di altre cose, con la promessa di reindustrializzare la Francia. Pur senza mai invocare una ‘Frexit’, ha rivolto dure critiche all’Unione europea ed ha annunciato che se verrà eletto presidente farà uscire Parigi dal comando integrato della Nato.

Zemmour si è ufficialmente candidato alla corsa all’Eliseo il 30 novembre, dicendo di voler “salvare la Francia” e i suoi valori minacciati a suo parere dall’immigrazione e l’Islam. Nelle ultime settimane, i sondaggi lo vedono tuttavia in calo rispetto all’impennata iniziale, quando alcune rilevazioni lo davano davanti a Marine Le Pen per un possibile ballottaggio presidenziale contro Emmanuel Macron.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
eric zemmour francia
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Confine
5 ore
Sospesi per quasi quattro mesi i lavori sulla A9
In vista del traffico estivo si sono fermati i lavori nella galleria San Fermo Sud, che riprenderanno in settembre
Estero
5 ore
L’Europarlamento chiede lo status di candidato per la Moldavia
Con 512 a favore, 43 contrari e 39 astenuti il Parlamento di Strasburgo sollecita le istituzioni europee a riconoscere la Moldavia come Paese candidato
Confine
11 ore
Operazione Ritual, 4 arresti e 3 kg di cocaina sequestrati
Prima di imbarcare la sostanza stupefacente verso l’Europa, la banda di nigeriani era solita avvalersi di riti propiziatori dei ‘santoni’
Estero
1 gior
Houston abbiamo un problema. Con le tute spaziali
Niente più uscite extraveicolari con i modelli Emu, fino al termine dell’indagine sull’incidente capitato al tedesco Matthias Maurer
Estero
1 gior
La Russia potrebbe ‘chiudere il gas’ alla Finlandia entro sabato
La principale azienda finlandese del gas, Gasum, ha rifiutato di passare al pagamento del gas in rubli
Estero
1 gior
L’Azerbaigian si dichiara pronto a firmare la pace con l’Armenia
Lo ha dichiarato il presidente azero Ilham Aliyev nel corso di un incontro con il presidente lituano Gitanas Naueda a Baku
Estero
1 gior
Erdogan insiste sul ‘no’ a Svezia e Finlandia nella Nato
Il presidente turco persiste nelle accuse ai due Paesi scandinavi candidati di ospitare membri del Pkk considerati terroristi da Ankara
Speciale Ucraina
1 gior
Il soldato russo si dichiara colpevole di crimini di guerra
Il 21enne è accusato di omicidio premeditato di un 62enne avvenuto nel nord-est dell’Ucraina. Segui il live de laRegione
Estero
1 gior
In Spagna lo Stato pagherà i congedi mestruali
Primo Paese in Europa a fare una legge. Permessi speciali di durata variabile. ‘Basta andare al lavoro imbottite di pillole’
Confine
1 gior
‘Big’ della logistica, infiltrazioni di ’ndrangheta dal Comasco
Un affiliato ai clan residente nel Comasco si sarebbe infiltrato nei subappalti della filiale italiana della tedesca Schenker, ora commissariata
© Regiopress, All rights reserved