laRegione
frontex-sorvoli-per-evitare-altri-morti-nella-manica
Pattugliamenti nella Manica (Keystone)
28.11.21 - 20:49
Aggiornamento: 29.11.21 - 08:17
Ansa, a cura de laRegione

Frontex, sorvoli per evitare altri morti nella Manica

Vertice sui migranti senza il Regno Unito, ma Parigi tende la mano: ‘Lavoriamo tutti assieme’

Un aereo dell’agenzia europea delle frontiere, Frontex, dal primo dicembre a sorvegliare la Manica per evitare che il braccio di mare che separa la Gran Bretagna dall’Europa diventi - dopo il Mediterraneo - un nuovo cimitero di migranti: è la decisione concreta emersa dalla riunione europea convocata a Calais dopo la strage di mercoledì scorso, quando 27 persone sono annegate in un’imbarcazione di fortuna partita proprio da quel porto e diretta verso le coste inglesi. Il dispositivo europeo “potrà aiutare giorno e notte le polizie francese, olandese e belga“ nella lotta al traffico dei famigerati "passeur”, secondo quanto annunciato alla fine della riunione dal ministro dell’Interno francese, Gérald Darmanin parlando di “troppi morti” nel Canale: "Una situazione inaccettabile”, ha detto.

Lo stesso Darmanin, molto duro con i britannici al punto da annullare l’invito alla riunione diretto alla sua omologa Priti Patel in segno di protesta con il governo di Londra, ha lanciato segnali di pace auspicando di “lavorare“ con “gli amici britannici” per gestire meglio il flusso migratorio sulla Manica ma, ha precisato, "in una situazione di parità”. L’annullamento dell’invito alla ministra britannica era stato deciso dopo la lettera - definita “inaccettabile” da Parigi - con la quale il primo ministro britannico Boris Johnson chiedeva alla Francia di "riprendere indietro i migranti che arrivano sulle coste della Gran Bretagna”.


Manifestazione pro-migranti (Keystone)

Alla riunione di Calais, quindi, erano presenti i ministri dell’Interno di Germania, Olanda e Belgio, con la Commissaria europea agli Affari interni e i direttori di Frontex, l’agenzia delle frontiere, e di Europol. “Non è stata una riunione anti-inglese - ha voluto sottolineare Darmanin - era filoeuropea“. Nella dichiarazione finale congiunta, Germania, Belgio, Olanda e Francia fanno sapere di voler “rafforzare la cooperazione operativa” contro il traffico di migranti ma anche di “migliorare la cooperazione congiunta con la Gran Bretagna”. "Dobbiamo lavorare con i nostri amici britannici - ha sottolineato Darmanin - e dire loro alcune cose: prima di tutto, di aiutarci collettivamente a lottare meglio contro i passeur, ci mancano informazioni, ad esempio le risposte non sempre arrivano in tempo alle domande della polizia francese”. Ma bisogna anche andare più a monte, ha sottolineato il ministro francese, “lottando contro l’attrattività inglese” che circola fra i migranti, possibile in particolare grazie a "un mercato del lavoro in base al quale si può lavorare senza carta d’identità: non ci sono più strade legali - ha rincarato - per chiedere l’asilo in Inghilterra”.


I corpi seppelliti di alcuni migranti a Calais (Keystone)

Gli ha fatto eco il segretario di stato all’Asilo e alla Migrazione belga Sammy Mahdi, chiedendosi “perché così tante persone vogliono arrivare in Gran Bretagna e vedono la Gran Bretagna come l’eldorado? Bisogna progredire in modo molto più rapido per garantire che questi drammi non si verifichino perché addossarsi l’un l’altro la colpa non serve a niente". Per i tedeschi, Stephan Mayer, segretario di Stato parlamentare al ministero federale dell’Interno, ha definito “urgente" l’adozione di un accordo fra l’Unione europea e la Gran Bretagna” sulle migrazioni, invocando un "accordo post-Dublino fra l’Ue e la Gran Bretagna”.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
frontex gran bretagna londra manica migranti morti parigi riunione
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
3 ore
Finlandia e Svezia nella Nato: avviata la procedura
Durante il vertice in corso a Madrid è stato inoltre deciso un nuovo concetto strategico per l’alleanza militare
Estero
5 ore
Biden annuncia più forze Usa in Europa
Il presidente degli Stati Uniti lo ha comunicato oggi aprendo il summit Nato a Madrid
Estero
5 ore
Johnson: ‘Se Putin fosse donna non avrebbe attaccato l’Ucraina’
Il primo ministro britannico ha descritto la guerra come un ‘perfetto esempio di mascolinità tossica’
Confine
6 ore
Rissa al carcere Bassone, un detenuto in gravissime condizioni
È accaduto nella tarda mattinata di ieri. Il 28enne è già stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico
Estero
7 ore
Ue, accordo raggiunto: stop a motori a combustione entro il 2035
Se le misure verranno confermate, non potranno essere venduti auto e furgoni nuovi a benzina e diesel
Italia
11 ore
In barba alla pandemia, il vino italiano va a gonfie vele
Il valore dell’imbottigliato nella vicina Penisola sfiora i 10 miliardi di euro, con vendite in crescita del 12%
Estero
11 ore
‘Trump sapeva che c’era gente armata al comizio’
Lo ha detto Cassidy Hutchinson, braccio destro dell’ex chief of staff Mark Meadows.
Estero
11 ore
Caso Epstein, a Ghislaine Maxwell pena massima: 20 anni
L’ex socialite britannica ritenuta colpevole di aver adescato e manipolato minorenni perché fossero sessualmente abusate dal finanziere Jeffry Epstein
Estero
1 gior
’Ndrangheta, in Svizzera il gestore di un giro di soldi sporchi
Un 52enne italiano residente nella Confederazione è considerato il ‘dominus’ di un giro di affari che reinvestiva all’estero i soldi della malavita
Estero
1 gior
La sfida di Edimburgo: ‘Referendum per la secessione nel 2023’
La first minister scozzese Nicola Sturgeon annuncia un voto ‘consultivo’. ‘La democrazia scozzese non sarà prigioniera di Johnson o di un altro premier’
© Regiopress, All rights reserved