laRegione
radar-francesi-usati-per-raid-sui-civili-nel-deserto
Tre migranti nel deserto (Keystone)
egitto
22.11.21 - 21:00
Aggiornamento : 21:23

Radar francesi usati per raid sui civili nel deserto

L‘inchiesta: ’Distorti dati anti-jihadisti in Libia. Parigi sapeva’. Secondo alcuni documenti L’Eliseo era a conoscenza di almeno 19 attacchi

Ansa, a cura de laRegione

Le informazioni raccolte dagli aerei spia francesi nel deserto libico, ufficialmente trasmesse alle forze armate egiziane per colpire i jihadisti al confine, utilizzate contro carovane di sospetti trafficanti e contrabbandieri, con “centinaia di civili” probabilmente uccisi nei raid aerei del Cairo. Stanno provocando un terremoto politico le rivelazioni del sito d’inchiesta Disclose, che citando “documenti riservati della Difesa” di Parigi, foto satellitari e mappe, denuncia un uso distorto e prolungato per anni delle informazioni di intelligence dei militari francesi, di cui sarebbe stato a conoscenza anche l’Eliseo.

L’operazione Sirli, iniziata nel febbraio 2016 sotto la presidenza di Francois Hollande per coadiuvare l’Egitto del presidente Abdel Fattah al-Sisi nella lotta al terrorismo, sarebbe stata deviata dal Cairo praticamente dall’inizio. “In linea di principio, la missione (...) consisteva nella scansione del deserto occidentale” egiziano “per rilevare possibili minacce terroristiche dalla Libia", utilizzando un aereo da sorveglianza e ricognizione leggero (Alsr) noleggiato dalla Direzione dell’intelligence militare (Drm), scrive Disclose, non nuovo a scoop imbarazzanti per le forze armate di Parigi. "In teoria, i dati raccolti dovrebbero essere verificati in modo incrociato per valutare la realtà della minaccia e l’identità dei sospetti. Ma molto rapidamente - prosegue l’inchiesta - i membri (francesi) del team si sono resi conto che le informazioni fornite agli egiziani venivano utilizzate per uccidere civili sospettati di contrabbando”.


Un gruppo di jihadisti nel Sahara (Keystone)

Carta canta

Secondo i documenti ottenuti dal sito, “le forze francesi sono state coinvolte in almeno 19 attacchi contro civili tra il 2016 e il 2018”. Una deriva che preoccupava da tempo il Drm e l’Aeronautica d’oltralpe, come testimonierebbe anche una nota inviata all’Eliseo nel novembre 2017. E ancora nel gennaio 2019 le informazioni raccolte dai militari sulle manipolazioni degli 007 del Cairo sarebbero state trasmesse alla ministra della Difesa Florence Parly, alla vigilia di una visita del presidente Emmanuel Macron in Egitto. Eppure, la missione è proseguita regolarmente per anni e “l’esercito francese è ancora schierato nel deserto egiziano”, sullo sfondo di una relazione privilegiata sul piano militare: l’Egitto è uno dei principali destinatari della vendita di armi francese, che oltre a 30 caccia Rafale conta una fregata, quattro corvette e due portaelicotteri in soli tre anni.

Un export miliardario particolarmente cresciuto dall’arrivo al potere di Al-Sisi, insignito nel dicembre scorso da Macron della Legion d’Onore, tra mille polemiche delle organizzazioni per i diritti umani. Le scottanti rivelazioni hanno subito scatenato reazioni politiche. I deputati dell’opposizione a Parigi, tra cui la sinistra radicale di France Insoumise, hanno invocato la creazione di una commissione parlamentare ad hoc, mentre un’inchiesta interna è stata ordinata dalla ministra della Difesa, Florence Parly. Ma per il momento Parigi si è rifiutata di fornire una replica ufficiale per “motivi di sicurezza”.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
deserto egitto emmanuel macron francia jihadisti libia migranti parigi raid
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
6 ore
Gli hacker russi ‘dichiarano guerra’ a dieci Paesi ‘russofobi’
Il collettivo filorusso Killnet ha iniziato con l’attacco al sito della polizia italiana. Nel mirino anche Usa, Germania, Regno Unito e gli Stati baltici
Francia
8 ore
Francia, Elisabeth Borne è la prima donna premier dopo 30 anni
La ministra del Lavoro è stata nominata oggi dal presidente Macron. Succede a Jean Castex appena dimessosi
Stati Uniti
8 ore
Il killer di Buffalo ha risparmiato un cliente bianco scusandosi
La scena è stata immortalata nel video pubblicato su Twitch (poi rimosso) da Payton Gendron, il 18enne suprematista autore della strage a sfondo razziale
Estero
8 ore
Francia, si è dimesso il premier Castex, pronta Elisabeth Borne
Pochi dubbi sull’imminente nomina a primo ministro dell’attuale ministra del Lavoro, che sarebbe la prima donna in carica dopo 30 anni
Estero
9 ore
Crisi Covid in Corea del Nord, Kim Jong-Un mobilita l’Esercito
Il leader nordcoreano ha contestato la reazione del suo gabinetto e ordinato la mobilitazione di medici ed attrezzature sanitarie dell’Esercito popolare
Estero
9 ore
Abusi in coppia su 13enne, condannata attrice di Doctor Strange
Zara Phythian e il marito Vitkor Marke sono stati condannati a 8 e 14 anni di carcere per aver abusato di una ragazza adolescente
Estero
10 ore
La Svezia farà richiesta di adesione alla Nato
Lo ha comunicato la premier Magdalena Andersson. Quasi tutti i partiti svedesi hanno dato il loro appoggio. Contrari Sinistra e Verdi
Estero
12 ore
Somalia, partner internazionali salutano il nuovo presidente
L’elezione di ieri di Hassan Sheickh Mohamud è avvenuta dopo mesi di instabilità politica e attacchi di matrice jihadista, a cui si aggiunge la siccità
Estero
12 ore
Hacker filorussi attaccano il sito della polizia italiana
Il collettivo ‘Killnet’ ha dichiarato ‘guerra’ a 10 Paesi. Nei giorni scorsi avrebbero colpito alcuni siti istituzionali e provato a bloccare l’Eurovision
Estero
17 ore
Caldo da record: a Nuova Delhi raggiunti i 49,2 gradi
Da settimane la severa ondata di calore sta colpendo il Nord dell’India e il Pakistan. Gravi le conseguenze per l’agricoltura
© Regiopress, All rights reserved