laRegione
11.11.21 - 19:35
Aggiornamento: 19:50

Cop26, corsa contro il tempo dopo l’intesa Usa-Cina

A Glasgow si cerca di chiudere oggi con un accordo per contenere il riscaldamento globale entro 1,5 gradi. L’obiettivo sembra a portata di mano

cop26-corsa-contro-il-tempo-dopo-l-intesa-usa-cina
Keystone
L’attivista ugandese Vanessa Nakate alla Cop26 di Glasgow

Glasgow – Oramai alla Cop26 di Glasgow è una corsa contro il tempo. Il traguardo della conferenza sul clima è chiudere venerdì con un accordo che tenga il riscaldamento globale sotto 1,5 gradi. O almeno, che mantenga questo obiettivo ancora raggiungibile (“alive”, dicono i padroni di casa britannici). Ma non ci siamo ancora, anche se il clima non è di pessimismo.

“Oggi è una giornata cruciale – ha detto stamani a Glasgow il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani –. Ci sarà l’impianto delle conclusioni, sulle quali si faranno le rifiniture”. La seconda bozza di documento finale, dopo le osservazioni dei ministri, dovrebbe uscire in nottata. I negoziatori riferiscono che c’è un buon clima, che tutti sono intenzionati ad arrivare a un risultato positivo. L’unico problema è che questo risultato positivo non c’è ancora. E non è neppure in vista.

‘Non ci siamo ancora’

“C’è ancora molto lavoro da fare, e non ci siamo ancora”, ammette in giornata il presidente della Cop26, Alok Sharma. L’accordo di ieri fra Usa e Cina sulla cooperazione per il clima è “un passo importante”, ma i colloqui di oggi “devono preludere a un ulteriore cambio di marcia”. La pensa allo stesso modo il capo negoziatore della Ue, il vicepresidente della Commissione, Frans Timmermans: “Credo che il mondo sia troppo lontano da dove dovrebbe essere per raggiungere l’obiettivo di limitare a 1,5 gradi il riscaldamento globale. Abbiamo iniziato con 2,7 gradi. Ora ci avviciniamo a 2”. Però, aggiunge, “la stragrande maggioranza dei Paesi presenti a questa conferenza sostiene l’obiettivo di 1,5”. E conclude: “I prossimi due giorni mostreranno se possiamo essere all’altezza delle aspettative”.

“Non possiamo accontentarci del minimo comun denominatore in materia di azione sul clima”, twitta il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres. “Faccio appello a tutti i Paesi affinché aumentino l’impegno finanziario di adattamento e l’ambizione di mitigare gli effetti sul clima”.

L’attivista: non vi crediamo

Alla Cop oggi è arrivata Vanessa Nakate, la giovane attivista ugandese per il clima, molto vicina a Greta Thunberg. “Sono qui per dire che non vi crediamo – ha detto –. Non crediamo alle banche e alla finanza che vengono qui coi jet e fanno bei discorsi e belle promesse. Stiamo annegando nelle promesse. Ma sono qui per dire alla finanza e al business ‘fateci vedere la vostra credibilità, provateci che abbiamo torto. Abbiamo disperatamente bisogno di voi’". E poi chiede “un fondo separato per compensare danni e perdite provocate dal cambiamento climatico”.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
medio oriente
5 ore
Droni colpiscono sito militare in Iran
Lì si producono armi che vanno in Russia. Secondo il Wall Street Journal sono stati gli israeliani con il benestare degli Usa
la guerra in ucraina
7 ore
Putin ha deciso: addestramento militare nelle scuole russe
Come accadeva in Unione Sovietica si insegnerà l’uso di mitragliatrici e bombe a mano
Liechtenstein
10 ore
‘Faites vos jeux’... Anche nel Principato
Respinto in votazione popolare il divieto di casinò. Quasi tre cittadini su quattro (e tutti gli undici Comuni) si sono espressi negativamente
Italia
12 ore
Psicofarmaci per sballo, è boom in Italia
Gli psichiatri suonano il campanello d’allarme: ‘Dipendenza in crescita, necessario contrastarne l’abuso’
Regno Unito
16 ore
Grave violazione del codice ministeriale: Zahawi licenziato
Via lettera, il primo ministro britannico Rishi Sunak silura il ministro senza portafoglio
Estero
18 ore
Forte scossa di terremoto nella notte in Iran
Il sisma di magnitudo 5,7 è stato localizzato nel Nord del Paese. Il bilancio parziale è di tre vittime e diverse centinaia di feriti
Stati Uniti
19 ore
Incidente di caccia in Kansas, ma a sparare... è il cane
Calpesta l’arma nel retro del pick-up: parte un colpo che colpisce il cacciatore seduto davanti, uccidendolo
Estero
19 ore
Nuovo piano europeo per salvare api e farfalle
Ecco il ‘New Deal’ per gli impollinatori, con undici iniziative per frenare il declino della popolazione di questi insetti
Italia
1 gior
Milano, per gas e luce 30 milioni di euro in più
Già l’anno scorso il capoluogo lombardo aveva dovuto far fronte a un aumento di 70 milioni di euro. E per li 2023 il caro-bollette si farà ancora sentire
Italia
1 gior
Milano capitale italiana per numero di furti
Se ne registrano quasi tremila ogni centomila abitanti. Pure in aumento, nel capoluogo lombardo, il numero di femminicidi
© Regiopress, All rights reserved