laRegione
cop26-corsa-contro-il-tempo-dopo-l-intesa-usa-cina
Keystone
L’attivista ugandese Vanessa Nakate alla Cop26 di Glasgow
11.11.21 - 19:35
Aggiornamento: 19:50

Cop26, corsa contro il tempo dopo l’intesa Usa-Cina

A Glasgow si cerca di chiudere oggi con un accordo per contenere il riscaldamento globale entro 1,5 gradi. L’obiettivo sembra a portata di mano

Glasgow – Oramai alla Cop26 di Glasgow è una corsa contro il tempo. Il traguardo della conferenza sul clima è chiudere venerdì con un accordo che tenga il riscaldamento globale sotto 1,5 gradi. O almeno, che mantenga questo obiettivo ancora raggiungibile (“alive”, dicono i padroni di casa britannici). Ma non ci siamo ancora, anche se il clima non è di pessimismo.

“Oggi è una giornata cruciale – ha detto stamani a Glasgow il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani –. Ci sarà l’impianto delle conclusioni, sulle quali si faranno le rifiniture”. La seconda bozza di documento finale, dopo le osservazioni dei ministri, dovrebbe uscire in nottata. I negoziatori riferiscono che c’è un buon clima, che tutti sono intenzionati ad arrivare a un risultato positivo. L’unico problema è che questo risultato positivo non c’è ancora. E non è neppure in vista.

‘Non ci siamo ancora’

“C’è ancora molto lavoro da fare, e non ci siamo ancora”, ammette in giornata il presidente della Cop26, Alok Sharma. L’accordo di ieri fra Usa e Cina sulla cooperazione per il clima è “un passo importante”, ma i colloqui di oggi “devono preludere a un ulteriore cambio di marcia”. La pensa allo stesso modo il capo negoziatore della Ue, il vicepresidente della Commissione, Frans Timmermans: “Credo che il mondo sia troppo lontano da dove dovrebbe essere per raggiungere l’obiettivo di limitare a 1,5 gradi il riscaldamento globale. Abbiamo iniziato con 2,7 gradi. Ora ci avviciniamo a 2”. Però, aggiunge, “la stragrande maggioranza dei Paesi presenti a questa conferenza sostiene l’obiettivo di 1,5”. E conclude: “I prossimi due giorni mostreranno se possiamo essere all’altezza delle aspettative”.

“Non possiamo accontentarci del minimo comun denominatore in materia di azione sul clima”, twitta il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres. “Faccio appello a tutti i Paesi affinché aumentino l’impegno finanziario di adattamento e l’ambizione di mitigare gli effetti sul clima”.

L’attivista: non vi crediamo

Alla Cop oggi è arrivata Vanessa Nakate, la giovane attivista ugandese per il clima, molto vicina a Greta Thunberg. “Sono qui per dire che non vi crediamo – ha detto –. Non crediamo alle banche e alla finanza che vengono qui coi jet e fanno bei discorsi e belle promesse. Stiamo annegando nelle promesse. Ma sono qui per dire alla finanza e al business ‘fateci vedere la vostra credibilità, provateci che abbiamo torto. Abbiamo disperatamente bisogno di voi’". E poi chiede “un fondo separato per compensare danni e perdite provocate dal cambiamento climatico”.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
accordo cina clima conferenza cop glasgow riscaldamento globale usa
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
6 sec
Boris Johnson si dimette da leader dei Conservatori
Il premier intende restare a capo del governo fino all’elezione del suo successore prevista per ottobre
Estero
19 min
La Cedu condanna la Grecia: ha messo a rischio vite in mare
La Corte europea dei diritti umani ha sanzionato Atene per non aver fatto il possibile per proteggere la vita di 27 migranti in un intervento nel 2014
Estero
3 ore
Media britannici: ‘Boris Johnson si dimetterà oggi’
Anche il neo cancelliere Zahawi sollecita ‘BoJo’ a ritirarsi. Secondo la Bbc il nuovo primo ministro dovrebbe entrare in carica in autunno
Estero
3 ore
Quattro anni dopo, inizia il processo per il ponte Morandi
La maggior parte degli imputati è composta da dirigenti e tecnici di Autostrade per l’Italia e della società d’ingegneria Spea
Estero
4 ore
Regno Unito, lascia anche il ministro per l’Irlanda del Nord
‘L’esecutivo è ormai oltre il punto di non ritorno’, riferisce lo stesso Brandon Lewis.
la conferenza di lugano
5 ore
‘Il 30% del Paese è distrutto, un nuovo ponte può salvare vite’
Il ministro delle Infrastrutture ucraino Kubrakov chiede aiuti subito, anche modesti: ‘Con 500 mila euro strutture temporanee che possono essere decisive’
Estero
18 ore
Un ginecologo olandese ha generato almeno 41 figli con l’inganno
Il medico, morto nel 2019, ha utilizzato segretamente il proprio sperma anziché quello di un donatore anonimo, nel corso dei trattamenti di fertilità
Estero
19 ore
Anche i ministri ancora fedeli chiedono a Johnson di lasciare
Una delegazione di almeno una mezza dozzina di membri del Consiglio di gabinetto annunciano di voler chiedere al primo ministro di dimettersi
Estero
19 ore
Salgono a 9 le vittime del disastro della Marmolada
Sono due in più rispetto a ieri. Cinque i morti non ancora identificati
Estero
20 ore
Tre accuse di stupro per un giocatore della Premier League
Il calciatore, la cui identità non è nota, è libero su cauzione. Secondo i media inglesi fa parte di una Nazionale qualificata ai Mondiali in Qatar
© Regiopress, All rights reserved