laRegione
wuhan-la-cina-esaminera-i-campioni-di-sangue-del-2019
13.10.21 - 19:42

Wuhan, la Cina esaminerà i campioni di sangue del 2019

Accogliendo in parte le richieste dell’Oms, il governo di Pechino procederà a verifiche sui prelievi eseguiti prima dello scoppio della pandemia

La Cina fa un passo verso le richieste dell’Organizzazione mondiale della sanità e si avvia a esaminare fino a 200mila campioni di sangue prelevati nella città di Wuhan prima che il focolaio di Covid-19 esplodesse nel capoluogo dell’Hubei a fine 2019, trasformandosi poi in una drammatica pandemia globale.

L’iniziativa, sollecitata già lo scorso febbraio, ha lo scopo di contribuire a fare luce su come e quando il coronavirus sia passato all’uomo.

I campioni di sangue in questione sono custoditi nel centro ematologico di Wuhan avvicinandosi alla scadenza dei due anni, il periodo legale di conservazione a tutela delle prove in caso di eventuali azioni legali sulla loro donazione. Quel periodo, ha riferito la Cnn, scadrà presto per i mesi chiave di ottobre e novembre 2019: la maggior parte degli esperti ritiene che il virus potrebbe aver infettato l’uomo prima di dicembre.

Un funzionario della Commissione sanitaria nazionale cinese ha spiegato che la preparazione per i test è in corso. I campioni contengono “indizi assolutamente vitali”, ha commento Maureen Miller, professore associato di epidemiologia alla Columbia University, sollecitando la Cina a consentire agli esperti stranieri di osservare il processo. “Nessuno crederà ai risultati che la Cina riporterà a meno che non ci siano osservatori qualificati”, ha aggiunto.

Il capo del team cinese che lavora con l’Oms sull’origine del virus, Liang Wannian, spiegò già a luglio in conferenza stampa che Pechino avrebbe testato i campioni, aggiungendo che una volta ottenuti “i risultati sarebbero stati consegnati agli esperti cinesi e stranieri” e che un pool di scienziati aveva in corso le valutazioni “sui metodi dei test e sul piano d’azione da attuare dopo” i due anni.

Capire se vi sia un legame tra l’attività di ricerca e analisi nel laboratorio e i primi casi

I campioni, se conservati correttamente, potrebbero contenere elementi cruciali dei primi anticorpi prodotti dall’uomo contro la malattia. Liang precisò che mentre il primo caso ufficiale di Wuhan risaliva all’8 dicembre 2019, “la nostra ricerca e i precedenti documenti correlati di scienziati cinesi suggeriscono che è improbabile che l’8 dicembre sia stato il caso principale. Potrebbero essercene stati altri che si sono verificati prima”.

L’amministrazione Usa di Joe Biden ha condotto una revisione di 90 giorni attraverso le agenzie di intelligence sull’origine del virus, arrivando alla conclusione che sia la trasmissione naturale dall’animale all’uomo sia la fuga di laboratorio erano due teorie plausibili. Biden, tuttavia, rimarcò che le “informazioni critiche sulle origini del Covid-19 esistono nella Repubblica popolare, ma fin dall’inizio i funzionari di Pechino hanno lavorato per impedirne l’accesso agli investigatori internazionali e della comunità globale di sanità pubblica”.

Per la Cina, quindi, una nuova occasione per rispondere alle critiche delle comunità internazionale.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
campioni pandemia sangue wuhan
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
3 ore
Stragi di Parigi, Salah Abdeslam condannato all’ergastolo
Per l’unico superstite dei commando kamikaze autori delle stragi jihadiste del 2015 nessuna possibilità di riduzioni né di sconti di pena
Estero
3 ore
Usa, Trump nei guai dopo rivelazioni su assalto Capitol Hill
L’assistente dell’ex chief of staff lo ha accusato di aver istigato i suoi fan a marciare per ribaltare il voto pur sapendo che alcuni erano armati
Estero
4 ore
Israele: Bennett non parteciperà a prossime elezioni
Il leader di Yamina ha spiegato che resterà ‘per quanto sarà necessario’ premier alternato a fianco dell’attuale ministro degli esteri Yair Lapid
Estero
9 ore
Finlandia e Svezia nella Nato: avviata la procedura
Durante il vertice in corso a Madrid è stato inoltre deciso un nuovo concetto strategico per l’alleanza militare
Estero
11 ore
Biden annuncia più forze Usa in Europa
Il presidente degli Stati Uniti lo ha comunicato oggi aprendo il summit Nato a Madrid
Estero
11 ore
Johnson: ‘Se Putin fosse donna non avrebbe attaccato l’Ucraina’
Il primo ministro britannico ha descritto la guerra come un ‘perfetto esempio di mascolinità tossica’
Confine
12 ore
Rissa al carcere Bassone, un detenuto in gravissime condizioni
È accaduto nella tarda mattinata di ieri. Il 28enne è già stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico
Estero
13 ore
Ue, accordo raggiunto: stop a motori a combustione entro il 2035
Se le misure verranno confermate, non potranno essere venduti auto e furgoni nuovi a benzina e diesel
Italia
17 ore
In barba alla pandemia, il vino italiano va a gonfie vele
Il valore dell’imbottigliato nella vicina Penisola sfiora i 10 miliardi di euro, con vendite in crescita del 12%
Estero
17 ore
‘Trump sapeva che c’era gente armata al comizio’
Lo ha detto Cassidy Hutchinson, braccio destro dell’ex chief of staff Mark Meadows.
© Regiopress, All rights reserved