laRegione
regno-unito-un-fallimento-la-gestione-della-prima-ondata
(Keystone)
12.10.21 - 08:41
Aggiornamento: 10:15

Regno Unito, un fallimento la gestione della prima ondata

Lo denunciano i parlamentari in un rapporto. La ricerca dell’immunità di gregge e il lockdown tardivo sono costati vite umane

La gestione della prima fase della pandemia nel Regno Unito è stata uno dei peggiori fallimenti della salute pubblica: lo denunciano i parlamentari britannici in un rapporto.

L’approccio del governo, sostenuto dai suoi scienziati, è stato quello di cercare di gestire la situazione per ottenere l’immunità di gregge, con un ritardo nell’introduzione del primo lockdown, che è costato vite umane.

Il documento, redatto da un comitato di esperti e parlamentari di ogni schieramento e presieduto dagli ex ministri conservatori Jeremy Hunt e Greg Clark, ha rilevato che ci sono stati anche “grandi risultati”, come la campagna vaccinale.

Il rapporto, in evidenza su tutti i media nazionali, è stato redatto dal Health and Social Care Committee e dal Science and Technology Committee, composto da parlamentari di ogni parte politica. In 150 pagine vengono descritti i fallimenti, ma anche i successi del governo nella gestione della pandemia, che è stata definita la “più grande sfida in tempo di pace” per un secolo.

L’approccio adottato da ministri e scienziati è stato definito “fatalistico", provocando un’impennata di vittime (finora 150mila) e nel Regno Unito la situazione è andata “significativamente peggio” rispetto ad altri paesi. La crisi ha messo in luce "grandi carenze nella macchina del governo”. E nonostante il Paese sia stato uno dei primi a sviluppare un test per il Covid nel gennaio 2020, ha “sprecato” il suo vantaggio.

Allo stesso tempo, sono stati evidenziati i successi come la ricerca e lo sviluppo dei vaccini, “una delle iniziative più efficaci nella storia del Regno Unito”. Il Regno Unito ha ottenuto “alcuni grandi risultati e commesso alcuni grandi errori. È fondamentale imparare da entrambi”, si conclude.

Un portavoce del governo ha risposto che non è mai mancata un’azione rapida per salvare vite umane ed è stato evitato il collasso del sistema sanitario nazionale, ma allo stesso tempo si terrà conto dell’indagine dei parlamentari. I laburisti, invece, hanno evidenziato gli “errori monumentali” commessi dal governo Johnson.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
coronavirus lockdown regno unito
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
2 ore
Turista francese ferita da un orso polare alle Svalbard
La donna non è in pericolo di vita. Il plantigrado ha fatto irruzione nell’accampamento ferendola al braccio
Estero
5 ore
Morto il cardinale Tomko, era il più anziano fra i porporati
Slovacco, aveva 98 anni. Era fra i tre cardinali scelti per indagare sulla fuga di notizie in Vaticano nel 2012
Estero
8 ore
Proseguono le manovre militari cinesi intorno a Taiwan
Pechino accusa ancora gli Stati Uniti per aver provocato le tensioni nello Stretto di Taiwan
Confine
8 ore
Varesotto, colpito da un masso in una grotta: speleologo salvato
L’uomo si trovata nella grotta del Remeron a Comerio, in provincia di Varese. È stato soccorso dal Corpo nazionale Soccorso alpino e speleologico
Estero
8 ore
Gaza: il cessate il fuoco tiene dopo un inizio incerto
Israele aveva confermato ieri sera l’entrata in vigore del cessate il fuoco con la Jihad islamica a Gaza per le 23.30 locali
medio oriente
17 ore
Tregua tra israeliani e palestinesi
Accordo raggiunto con la mediazione decisiva dell’Egitto. Stop alle armi dalle 22.30
pacifico
19 ore
Taiwan risponde a Pechino, esercitazioni con artiglieria
La Cina insiste, ci saranno manovre ‘regolari’ oltre linea mediana
Estero
19 ore
Ancora razzi vicino alla centrale di Zaporizhzhia
Allarme dell’Aiea: russi e ucraini si accusano a vicenda. Le navi del grano finalmente si muovono
Estero
23 ore
Armadi e bauli, Pompei svela la casa del ‘ceto medio’ romano
In una casa che si riteneva abitata da persone ricche gli scavi rivelano ambienti che raccontano la vita di persone ai margini delle classi benestanti
Estero
23 ore
Amnesty: il rapporto su Kiev non giustifica le violenze russe
L’organizzazione si dice ‘profondamente rammaricata’ per l’indignazione ucraina sul rapporto sui pericoli per i civili, ma ne sostiene i risultati
© Regiopress, All rights reserved