laRegione
politkovskaya-uccisa-15-anni-fa-scatta-la-prescrizione
Una manifestazione per ricordare Anna Politkovskaya (Keystone)
russi
07.10.21 - 22:50
Ansa, a cura de laRegione

Politkovskaya uccisa 15 anni fa, scatta la prescrizione

Condannati i killer ceceni, mai accertato il mandante politico tra mille silenzi e ombre

Anna Politkovskaya moriva 15 anni fa, uccisa con quattro colpi di pistola - uno alla testa - mentre rincasava. Giornalista coraggiosa, volto conosciuto dai russi non solo per le sue inchieste scottanti ma anche per aver fatto da mediatrice nel corso della crisi al teatro Dubrovka, dove i terroristi ceceni presero in ostaggio oltre 800 persone, divenne suo malgrado il simbolo di un’epoca. Ovvero la prima Russia di Putin, per citare il titolo del suo libro più famoso.

Le condanne

Ecco, l’anniversario porta ancor più l’amaro in bocca perché oggi scadono i termini della prescrizione e il mandante dell’omicidio potrà farla franca. Le indagini, infatti, ci furono e scattarono anche delle condanne. Nel 2014 i ceceni Rustam Makhmudov e Lom-Ali Gaitukayev furono riconosciuti dalla giuria come l’esecutore e l’organizzatore dell’omicidio di Politkovskaja e per loro scattò l’ergastolo - Gaitukaev è successivamente morto in prigione. I fratelli dell’autore materiale dell’omicidio - Ibrahim e Dzhabrail Makhmudov, che seguivano la Politkovskaya - sono stati condannati a 12 e 14 anni. Poi Dmitry Pavlyuchenkov, ex poliziotto di Mosca, colpevole di aver organizzato la sorveglianza della giornalista. Infine l’ex poliziotto Sergei Khadzhikurbanov, che fu invece indicato come l’intermediario e costretto a 20 anni di prigione.

Una girandola di sentenze che però non arrivò mai a gettare luce sul dettaglio più oscuro: chi è il mandante dell’omicidio Politkovskaya? Novaya Gazeta, il giornale indipendente per antonomasia in Russia, fondato anche grazie all’impegno di Mikhail Gorbaciov, ha lanciato l’ennesima campagna di sensibilizzazione pubblicando (su YouTube) un dettagliato documentario che ricostruisce tutta la vicenda, rivela nuovi particolari, tiene alta la bandiera della memoria. Perché l’unico modo per non far cadere la tagliola della prescrizione è che il tribunale intervenga per estendere i termini.

“L’indagine si è trascinata fino a qui come meglio poteva, perché il mandante è la politica. E, a quanto pare, la grande politica", ha scritto il vice direttore del giornale Sergei Sokolov. Il nome del presunto mandante nel documentario non c’è. Ma si sostiene che lo Stato sia a conoscenza della sua identità ed "esistono ragioni per cui non è conveniente dirlo”.

Verità non cercata

A Novaya Gazeta si sono sempre detti sicuri che il caso possa essere collegato al capo della Cecenia, Ramzan Kadyrov, e che il Cremlino, per ragioni di convenienza politica, non abbia mai voluto andare fino in fondo. Politkovskaya d’altra parte aveva concentrato la maggior parte del suo lavoro proprio sulla Cecenia, dilaniata in quegli anni dal separatismo stragista da un lato e dalla cronica violazione dei diritti umani dall’altro.

La giornalista di Novaya Gazeta era poi aspramente critica dell’operato di Putin e della direzione da lui imposta alla Russia. Il suo omicidio avvenne proprio il giorno del compleanno dello zar e questa, per molti osservatori, fu percepita come una coincidenza agghiacciante. “Si sa che i crimini in cui si nascondono dei mandanti sono sempre difficili da risolvere e che a volte ci vogliono anni”, ha commentato il portavoce di Putin Dmitry Peskov. A quanto pare 15 non sono bastati.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
anna politkovskaya giornalista prescrizione processo russia vladimir putin
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Spagna
46 min
Spagna, si rovescia un trenino turistico: undici feriti
L’incidente si è verificato a Maiorca. Tra le persone contuse anche quattro minori. Di cui uno in gravi condizioni
Spagna
56 min
Oltre 21mila ettari di bosco arsi dalle fiamme in Spagna
Due grossi incendi stanno devastando le località di Bejís e la Valle d’Ebo, nell’Est della Spagna. Tremila le persone sfollate
Estero
1 ora
Covid, quindicimila decessi in una settimana
Per il direttore dell’Oms Tedros Ghebreyesus, una ‘situazione inaccettabile ora che abbiamo gli strumenti per prevenire le infezioni’
Italia
2 ore
Secca del Po, ‘il peggio è passato, ma ora si deve agire’
Lo afferma Alessandro Bratti, segretario generale dell’Autorità distrettuale del Fiume Po: ‘Interventi strutturali non più procrastinabili’
Germania
3 ore
Una chiatta in avaria blocca il Reno a Magonza
L’imbarcazione si è arenata non lontano dalla strettoia di Kaub, punto cruciale per la navigazione fluviale
Germania
5 ore
Saluto nazista agli atleti: arrestato un addetto sicurezza
Presa di mira la delegazione israeliana che si stava recando verso il monumento alla memoria dei compatrioti uccisi dai terroristi nel 1972
Estero
10 ore
La Corea del Nord ha lanciato due missili da crociera
Lo ha reso noto il ministero della Difesa di Seul. Si tratta del primo test missilistico da settimane
Estero
22 ore
Il Pd vara le liste tra le polemiche
Delusione degli ex renziani, epurati da Letta. Cirinnà dice no, poi ci ripensa. Il segretario parla di rinnovamento
taiwan
23 ore
Gli Usa testano missile nucleare a lungo raggio nel Pacifico
Il ministero della Difesa di Taipei ha rilevato 5 navi e 17 caccia cinesi intorno all’isola, con 10 jet che hanno volato attraverso la linea mediana
la guerra in ucraina
23 ore
Colpita un’altra base in Crimea. Putin contro gli Usa
Giovedì vertice tra Zelensky, Erdogan e Guterres a Leopoli. La rivendicazione però non arriva, se non da canali non ufficiali
© Regiopress, All rights reserved