laRegione
01.10.21 - 20:01
Aggiornamento: 21:18

Sandoz pagherà 185 milioni di dollari per intesa sui prezzi

La filiale statunitense di generici e biosimilari di Novartis implicata in un cartello di fissazione dei prezzi con altri due produttori di farmaci statunitensi

Ats, a cura de laRegione
sandoz-paghera-185-milioni-di-dollari-per-intesa-sui-prezzi

Sandoz, la filiale statunitense di generici e biosimilari del gigante farmaceutico Novartis, pagherà 185 milioni di dollari (172 milioni di franchi) per essere stata implicata in un cartello di fissazione dei prezzi con altri due produttori di farmaci statunitensi, ovvero Taro Pharmaceuticals USA con sede a New York e Apotex Corporation installata in Florida. La multa totale ammonta a 447,2 milioni di dollari. Taro pagherà 213,2 milioni di dollari e Apotex 49 milioni.

Secondo quanto scrive il Dipartimento di giustizia americano, le tre aziende hanno così messo fine a "violazioni sospette del False Claims Act, derivanti da accordi per fissare i prezzi di vari farmaci generici"; un’intesa che ha portato a un aumento dei prezzi dei farmaci per i programmi sanitari federali e i loro beneficiari. Tra i farmaci in questione ci sono il benazepril HCTZ della Sandoz, usato per trattare la pressione alta, e il clobetasol, un corticosteroide per le condizioni della pelle.

Ogni società ha stipulato un accordo di integrità aziendale di cinque anni, che prevede disposizioni di sorveglianza interna e sulla trasparenza dei prezzi. In precedenza, le tre le imprese avevano stipulato accordi per risolvere le accuse penali, aggiunge il DoJ. Sandoz aveva così pagato una multa di 195 milioni di dollari e “ammesso di aver cospirato con altre quattro aziende di farmaci generici per fissare i prezzi” per alcuni trattamenti. La multa civile e la sanzione penale ammontano in totale a 380 milioni di dollari.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Confine
53 min
Truffa anziani in Valtellina, arrestata una 70enne ticinese
Il fermo alla dogana di Chiasso Brogeda. La donna è sospettata di aver messo a segno numerosi colpi in diverse province del Nord Italia
Confine
5 ore
Il traffico di orologi è la nuova frontiera del contrabbando
Aumentano in frontiera i sequestri di merce con le griffe delle celebrate marche svizzere. L’ultimo qualche giorno fa al valico di Ronago
la guerra in ucraina
21 ore
Biden pronto a parlare con Putin
Conferenza di pace a Parigi il 13 dicembre, l’annuncio durante la visita di Macron a Washington
coronavirus
21 ore
La Cina allenta la morsa, ‘sì all’isolamento a casa’
Aperture di Pechino dopo le proteste, mentre si prepara l’addio a Jiang Zemin
Estero
22 ore
Giallo su sei pacchi bomba in Spagna
Oltre all’ordigno esploso all’ambasciata ucraina a Madrid, ne sono stati notificati altri, pure all’indirizzo del premier Pedro Sánchez. Indagini in corso
la guerra in ucraina
22 ore
“La Nato non entrerà nel conflitto”
Mosca accusa l’Alleanza: ‘Ci fanno la guerra’. Stoltenberg risponde seccamente. Macron spinge per un negoziato: ‘Lo ritengo possibile’
Estero
1 gior
Svezia, vendesi casa... con il proprietario morto sotto il letto
Nessuno in due anni si era accorto del decesso dell’80enne ex padrone di casa, probabilmente a causa del cattivo odore e del disordine degli ambienti
Italia
1 gior
Chat neonazista con foto di abusi e piani di stragi: tre arresti
Nel canale Telegram gestito da due genovesi si programmava un attentato al parlamento italiano. Fra le accuse anche quella di istigazione al suicidio
Italia
1 gior
Maxisequestro di marijuana in provincia di Brescia
Nel mirino della Guardia di Finanza un’azienda che coltivava canapa legalizzata. Ma con Thc superiore al limite: confiscate due tonnellate
Città del Vaticano
1 gior
Congo e Sud Sudan nei piani di viaggio del Papa
Rinviata già a luglio a causa di problemi al ginocchio, la visita in Africa del Pontefice sarà recuperata tra fine gennaio e inizio febbraio
© Regiopress, All rights reserved