laRegione
27.09.21 - 07:25

A San Marino l’aborto non è più un reato

Il SI vince con il 77.28%. Fino ad oggi l’interruzione volontaria della gravidanza era punibile con il carcere fino a 6 anni

Ansa, a cura de laRegione
a-san-marino-l-aborto-non-e-piu-un-reato
(Keystone)

Passa con una schiacciante maggioranza di Sì la depenalizzazione dell’aborto a San Marino dove oggi si è votato il referendum che cancella il reato per le donne che interrompono la gravidanza. Il Sì vince con 77,28% dei voti contro il 22,72%. È un risultato storico per la Repubblica di San Marino, che a 43 anni di distanza dalla legge italiana, ammette l’aborto. Il referendum di iniziativa popolare, che ha visto in prima linea l’Unione donne sammarinesi (Uds), segna quindi un momento importante di un percorso iniziato nel 2003 con la prima proposta di legge in questo senso da parte della parlamentare di Sinistra Unita Vanessa Muratori. Mentre questa sera i dati trasmessi dai rappresentati del comitato promotore presenti in ogni seggio, arrivavano alla spicciolata marcando il netto distacco del sì fin da subito, le donne dell’Uds riunite al Bar Tabarrini con giornalisti e attiviste delle città romagnole e marchigiane limitrofe, festeggiavano. “Ogni dato che arriva viene commentato con urla di gioia. In alcuni seggi i sì sono più del doppio del no - ha subito commentato, Rosa Zafferani, del direttivo Uds - si può immaginare la nostra felicità perché tutto l’impegno che ci abbiamo messo viene ripagato. Le donne hanno avuto fiducia in noi e sono state tante ad andare a votare oggi. Le donne sono state il 20% in più rispetto agli uomini, ma per avere una maggioranza così schiacciante significa che anche gli uomini hanno capito e ci hanno dato fiducia”. A San Marino - che rimane uno Stato cattolico confessionale che nella tradizione politica e sociale si definisce fondato dal Santo Marino, appunto, nell’anno 301, - gli elettori si sono così espressi definitivamente sulla depenalizzazione dell’interruzione volontaria di gravidanza considerata, fino ad oggi, un reato punibile con la reclusione fino a 6 anni.

A votare per il referendum, spiega una nota del Titano, sono stati 14.558.elettori: il voto interno si è attestato sul 60,30% per un totale di 13.850 voti mentre gli elettori esteri sono stati 708. L’affluenza del 41,11% è risultata in linea con la tornata referendaria di giugno 2019. Ora, con la vittoria del sì, il Congresso di Stato sarà chiamato a redigere entro sei mesi un progetto di legge volto a disciplinare l’interruzione volontaria di gravidanza in territorio sammarinese. Nel dettaglio - viene esplicitato - la Reggenza, ricevuto il progetto di legge, lo trasmetterà al Collegio Garante della costituzionalità delle norme perché si esprima sulla compatibilità della proposta. Il Congresso di Stato, apportati eventuali emendamenti, depositerà il progetto di legge all’Ufficio di Presidenza del Consiglio Grande e Generale che lo inserirà all’ordine del giorno della prima seduta utile. “L’importante affluenza, in linea con quella del 2019 - osserva Elena Tonnini, Segretario di Stato per gli Affari Interni - conferma l’attenzione dei sammarinesi per lo strumento del referendum con la differenza che, in questa occasione, si è chiesto alla cittadinanza di esprimersi su un unico quesito mentre nel recente passato i quesiti erano due o più. L’esito referendario, il grande divario tra sì e no - conclude - evidenzia che i sammarinesi hanno le idee chiare sul tema dell’interruzione di gravidanza”

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
22 min
Guasti a Nordstream 1 e 2, probabile la ‘mano’ di uno Stato
È l’ipotesi avanzata dallo Spiegel sulla natura delle falle nei gasdotti. Secondo cui sarebbe stato oggetto di un ‘sabotaggio mirato’
Italia
1 ora
In auto a dormire o a far spesa dopo aver timbrato
Timbravano il badge di entrata e poi si assentavano. Nei guai sei dipendenti del Comune di Santa Domenica Vittoria, nel Messinese
Estero
3 ore
Luce verde al nuovo pacchetto di sanzioni contro la Russia
Trovato l’accordo: l’Unione europea prepara un altro giro di vite. Che contempla pure il tetto al prezzo del petrolio
India
4 ore
Valanga sull’Himalaya, almeno dieci le vittime
All’indomani della slavina che ha travolto un gruppo di scalatori, recuperati altri 6 corpi. Ancora 18 persone mancano all’appello
India
5 ore
India, al matrimonio in bus. Che però precipita: 25 morti
L’incidente si è verificato lungo una strada scoscesa di montagna, nello Stato dell’Uttarakhand. Altre venti persone sono state tratte in salvo
Italia
6 ore
La terra trema a Genova. Scossa avvertita in tutta la città
Il sisma, di magnitudo 3,5, è stato registrato ieri sera alle 23.41, con epicentro a due chilometri a ovest del Comune di Davagna
Italia
7 ore
Molesta un’allieva 11enne. Professore arrestato a Caltanisetta
In giugno la ragazzina aveva raccontato tutto a un’insegnate, che aveva informato il preside, senza però sortire effetti. Poi si sono mossi i genitori
Stati Uniti
7 ore
Da Corea del Sud e Usa 4 missili nel Mar del Giappone
All’indomani del test nordcoreano di Pyongyang s’alza la voce (e non solo quella) di Seul e Washingon
Estero
16 ore
La Germania rifiuta le riparazioni di guerra alla Polonia
La ministra degli Esteri tedesca Annalena Baerbock ha detto che si tratta di una questione chiusa, dopo le rinunce di Varsavia del 1953 e del 1990
Estero
17 ore
Angela Merkel riceverà il Premio Onu per i rifugiati
L’onorificenza verrà consegnata all’ex cancelliera in ricordo alla sua decisione di aprire le porte della Germania a oltre un milione di siriani nel 2015
© Regiopress, All rights reserved