laRegione
gran-bretagna-a-corto-di-manodopera-nel-post-brexit
Keystone
26.09.21 - 10:31
Aggiornamento: 15:00
Ats, a cura de laRegione

Gran Bretagna, a corto di manodopera nel post-Brexit

Per far fronte alla penuria di camionisti e altri operai, il governo di Boris Johnson ha deciso di concedere 10mila visti di lavoro

Il Regno Unito concederà fino a 10’500 visti di lavoro temporanei a causa della penuria di manodopera, una scelta inaspettata sul fronte immigrazione post-Brexit, presa ieri dal governo di Boris Johnson.

I visti di tre mesi, validi da ottobre a dicembre, dovranno rispondere alla mancanza di camionisti, ma anche di personale in altri settori chiave dell’economia britannica, come quello degli allevamenti del pollame.

Negli ultimi giorni, nonostante le rassicurazioni del governo, i distributori di benzina sono stati presi d’assalto a causa del ritardo delle consegne di carburante, situazione che ha riguardato anche i reparti di prodotti agroalimentari in negozi e supermercati.

Per mesi il governo di Johnson, che continua a ripetere che il Regno non dipende più dalla manodopera straniera, ha cercato di evitare di arrivare a questo punto, nonostante gli allarmi lanciati da numerosi settori economici e la mancanza di circa 100’000 camionisti.

Oltre ai permessi di lavoro, altre misure eccezionali dovranno garantire gli approvvigionamenti prima delle feste di Natale, ha annunciato il segretario dei Trasporti, Grant Shapps. Intanto gli istruttori del Ministero della difesa saranno mobilitati per far acquisire migliaia di patenti per mezzi pesanti nelle prossime settimane.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
boris johnson brexit gran bretagna manodopera
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Confine
7 min
Tragedia in montagna: il Cervino si prende due vite
Gli alpinisti, probabilmente svizzeri, sarebbero stati vittima di una caduta nella zona della Cresta del Leone, sul versante aostano
Estero
52 min
Marmolada, è ancora corsa contro il tempo
Riprendono le ricerche dei dispersi dopo il crollo del seracco. Impiegati anche quattro droni
Stati Uniti
1 ora
Fermato il presunto killer della parata di Chicago
Individuato nella zona a nord della città dell’Illinois, l’uomo è stato arrestato dopo un breve inseguimento
Estero
11 ore
Ucraina, nel Regno Unito la prossima conferenza dei donatori
Lo ha confermato a Lugano la ministra degli Esteri britannica Liz Truss. L’appuntamento è per il 2023.
Estero
11 ore
Putin: ‘Avanti con l’offensiva’
La seconda fase dell’invasione russa nel Donbass è iniziata: Mosca punta a conquistare il Donetsk
Estero
13 ore
Sparatoria in Illinois alla parata del 4 luglio, sei le vittime
Stando ai media statunitensi diverse persone sono rimaste ferite. È caccia allo sparatore, non ancora localizzato
Estero
14 ore
L’Eliseo annuncia ufficialmente il rimpasto di governo
La notizia era stata anticipata dai media francesi questa mattina. Il ministro della salute Olivier Véran è stato nominato portavoce
Danimarca
17 ore
Copenaghen, due 17enni e un 47enne le vittime
Il bilancio finale comprende anche trenta persone ferite, di cui almeno quattro gravi. Autore accusato di omicidio e tentato omicidio
Stati Uniti
17 ore
Indipendenza... dipendente dai voli: 1’400 quelli cancellati
Notevoli disagi negli Usa per la festa del 4 luglio a causa del caos negli aeroporti. Oltre ai collegamenti saltati, altri 14’000 con ritardi
Italia
17 ore
Marmolada, la montagna restituisce un settimo corpo
Operazioni di ricerca rallentate dal maltempo. Ma c’è anche una buona notizia: rintracciati, sani e salvi, quattro dei dispersi
© Regiopress, All rights reserved