laRegione
allarme-onu-760-milioni-di-persone-senza-elettricita
Keystone
Ancora un lusso
24.09.21 - 16:19
Aggiornamento: 16:35
Ats, a cura de laRegione

Allarme Onu: ‘760 milioni di persone senza elettricità’

L’ha dichiarato oggi il segretario generale Antonio Guterres, aggiungendo che 2,6 miliardi circa non hanno accesso a fonti pulite per cucinare

“Quasi 760 milioni di persone non hanno ancora accesso all’elettricità, circa 2,6 miliardi non hanno accesso a fonti pulite per cucinare, e il modo in cui produciamo e utilizziamo l’energia è la causa principale della crisi climatica visto che le emissioni da energia rappresentano circa il 75% di quelle totali di gas serra”. Lo ha detto il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, al Dialogo ad alto livello sull’energia a margine della 76esima Assemblea Generale. “Abbiamo un duplice imperativo: porre fine alla povertà energetica e limitare il cambiamento climatico – ha proseguito – la risposta che soddisfa entrambi è energia accessibile, rinnovabile e sostenibile per tutti”.

Un terzo dell’energia globale proviene da fonti rinnovabili

Guterres ha poi spiegato che “abbiamo gli strumenti di cui abbiamo bisogno visto che la quota di energie rinnovabili nella produzione globale di elettricità è salita al 29% lo scorso anno e non farà che aumentare, il solare fotovoltaico è ora la fonte di energia più economica nella maggior parte dei paesi, e le rinnovabili danno tre volte più posti di lavoro rispetto al settore dei combustibili fossili”. Tuttavia, il segretario generale Onu ha avvertito che “il percorso non è abbastanza veloce: solo in 11 paesi subsahariani un quarto delle strutture sanitarie non ha accesso all’elettricità, e a livello globale ben 9 persone su 10 respirano aria inquinata, provocando circa 8 milioni di morti premature ogni anno”. Per Guterres “senza una rapida e profonda decarbonizzazione dei nostri sistemi energetici nei prossimi 10 anni, non raggiungeremo l’obiettivo dell’Accordo di Parigi di limitare l’aumento della temperatura a 1,5 gradi. Ma questo fosco futuro non è inevitabile, dobbiamo ridurre le emissioni del 45% rispetto ai livelli del 2010 entro il 2030, e raggiungere le emissioni nette pari a zero entro il 2050”.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
antonio guterres elettricità onu
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
1 ora
Media britannici: ‘Boris Johnson si dimetterà oggi’
Anche il neo cancelliere Zahawi sollecita ‘BoJo’ a ritirarsi. Secondo la Bbc il nuovo primo ministro dovrebbe entrare in carica in autunno
Estero
1 ora
Quattro anni dopo, inizia il processo per il ponte Morandi
La maggior parte degli imputati è composta da dirigenti e tecnici di Autostrade per l’Italia e della società d’ingegneria Spea
Estero
2 ore
Regno Unito, lascia anche il ministro per l’Irlanda del Nord
‘L’esecutivo è ormai oltre il punto di non ritorno’, riferisce lo stesso Brandon Lewis.
la conferenza di lugano
3 ore
‘Il 30% del Paese è distrutto, un nuovo ponte può salvare vite’
Il ministro delle Infrastrutture ucraino Kubrakov chiede aiuti subito, anche modesti: ‘Con 500 mila euro strutture temporanee che possono essere decisive’
Estero
17 ore
Un ginecologo olandese ha generato almeno 41 figli con l’inganno
Il medico, morto nel 2019, ha utilizzato segretamente il proprio sperma anziché quello di un donatore anonimo, nel corso dei trattamenti di fertilità
Estero
17 ore
Anche i ministri ancora fedeli chiedono a Johnson di lasciare
Una delegazione di almeno una mezza dozzina di membri del Consiglio di gabinetto annunciano di voler chiedere al primo ministro di dimettersi
Estero
17 ore
Salgono a 9 le vittime del disastro della Marmolada
Sono due in più rispetto a ieri. Cinque i morti non ancora identificati
Estero
18 ore
Tre accuse di stupro per un giocatore della Premier League
Il calciatore, la cui identità non è nota, è libero su cauzione. Secondo i media inglesi fa parte di una Nazionale qualificata ai Mondiali in Qatar
Estero
19 ore
Hong Kong: autori di libri per bambini accusati di sedizione
Cinque persone sono accusate di aver ritratto pecore e lupi riferendosi metaforicamente agli abitanti della città e alla Cina
Estero
22 ore
Boris Johnson al Parlamento: il Governo va avanti nel suo lavoro
Il premier inglese, nonostante la raffica di dimissioni in seguito al caso Pincher, è deciso a restare al suo posto
© Regiopress, All rights reserved