laRegione
18.09.21 - 10:46

Conclusa la messa in sicurezza di Notre Dame, via al restauro

Per il 16 aprile 2024 la cattedrale potrà essere riaperta ai fedeli. Quel giorno nella navata principale tornerà a essere celebrata una messa

conclusa-la-messa-in-sicurezza-di-notre-dame-via-al-restauro
Keystone

La fase di messa in sicurezza e consolidamento della cattedrale di Notre-Dame di Parigi, gravemente danneggiata due anni fa da un incendio, si è conclusa. Lo ha annunciato l’ente pubblico incaricato dei lavori sul monumento, dichiarando che comincia ora la fase di restauro.

“I lavori di messa in sicurezza e consolidamento cominciato il 16 aprile 2019 (all’indomani dell’incendio) sono stati portati a buon fine conformemente al calendario fissato”, si legge in un comunicato. “La cattedrale è ormai interamente in sicurezza” dopo questa fase che ha compreso in particolare lo smantellamento delle impalcature che circondavano l’edificio al momento dell’incendio, la sistemazione del grande organo, l’apertura di cantieri per la pulizia delle due cappelle, la posa di rinforzi in legno sotto agli archi e la messa in sicurezza della volta del transetto.

Parallelamente, “la fase di restauro è stata attivamente preparata - si legge nel comunicato - ed è ormai definitivamente avviata così da far partire quest’inverno i primi lavori di restauro”.

Il presidente Emmanuel Macron aveva promesso, subito dopo l’incendio, che la cattedrale sarebbe stata ricostruita in 5 anni. Il cantiere non rispetterà questa scadenza ma per il 16 aprile 2024 la cattedrale potrà essere riaperta ai fedeli. Quel giorno, come ha annunciato il generale Georgelin, presidente dell’ente di ricostruzione, nella navata principale tornerà a essere celebrata una messa. L’ente lancerà appalti per i lavori e selezionerà le imprese che dovranno partecipare al cantiere di restauro.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
1 ora
Sempre più vittime del terremoto in Turchia e Siria: oltre 5’000
È stato intanto estratto vivo dalle macerie il calciatore ghanese Christian Atsu. Oltre 8’000 persone sono state salvate finora
Estero
5 ore
Sale a 4’890 il bilancio dei morti del sisma fra Turchia e Siria
Da parte di Ankara le vittime del terremoto di magnitudo 7,9 di ieri sono al momento 3’381, da parte siriana sono 1’509
la guerra in ucraina
15 ore
Zelensky: ‘Nuova offensiva russa entro 10 giorni’
Il leader atteso giovedì a Bruxelles al vertice e al Parlamento
italia
16 ore
Il tiramisù non è vegano, muore ragazza allergica al latte
Quattro indagati a Milano. Prodotto ritirato dal ministero della Salute
diplomazie
16 ore
La Cina insiste: ‘Palloni civili’. Un video la smaschera
Immagini del 2018 su un social network mostrano un test militare con un aerostato identico. Pechino se la prende con gli Usa
Estero
19 ore
‘Pray for Syria and Turkey’. L’inizio di un incubo
Il terremoto visto dal Ticino e con gli occhi della bellinzonese Sara Demir, con parenti sia in Turchia sia in Siria
Estero
19 ore
Turchia, del castello di Gaziantep non restano che macerie
Il terremoto miete vittime anche fra i monumenti storici: completamente distrutta la fortezza patrimonio dell’Unesco
Estero
22 ore
La visita dei parlamentari svizzeri a Taiwan preoccupa la Cina
Pechino critica i contatti ufficiali fra le autorità dell’isola che considera una provincia ribelle e i Paesi che hanno relazioni diplomatiche con la Cina
Confine
22 ore
Confine, arrestato un 21enne per spaccio di droga
Nell’abitazione del giovane militari e cane antidroga hanno rinvenuto 500 grammi di hashish, diversi contanti e una bici elettrica rubata in Ticino
Estero
22 ore
Sono oltre 3600 le vittime del sisma, ma si scava ancora
Superati i 2300 morti in Turchia e 1200 in Siria. Erdogan: ‘Il più grande disastro nel Paese dal 1939’
© Regiopress, All rights reserved