laRegione
21.07.21 - 20:18

Londra ci ripensa: accordo sull’Ulster da riscrivere

Bruxelles risponde picche, ma nel Regno Unito cresce la preoccupazione per la situazione, potenzialmente esplosiva, in Irlanda del Nord

Ansa, a cura de laRegione
londra-ci-ripensa-accordo-sull-ulster-da-riscrivere
Sale la temperatura per le strade di Belfast (Keystone)

La postura politica e il tono sono quelli di chi è disposto ad andare allo scontro: Londra batte di nuovo i pugni sul tavolo e cambia idea sull'Irlanda del Nord, chiedendo a Bruxelles di fatto che si riveda l'intesa. Quel protocollo risultato cruciale per l'accordo sulla Brexit, sofferto, limato a più riprese, che il primo ministro britannico Boris Johnson aveva finalmente sottoscritto nel 2019 ma che a due anni di distanza resta evidentemente troppo controverso, e soprattutto insufficiente a garantire stabilità dato "il persistente febbrile clima politico" nell'area, che secondo Londra non consente di "poter andare avanti così".

Le parole sono del sottosegretario britannico con delega alla Brexit, David Frost: le ha scandite alla Camera dei Lord. E si traducono nell'intenzione di chiedere all'Ue una moratoria sull'applicazione delle disposizioni doganali post Brexit per l'Irlanda del Nord in modo da negoziare "cambiamenti importanti" nelle misure all'origine di gravi tensioni nella provincia britannica. "Pensiamo che ci dobbiamo mettere d'accordo rapidamente su una moratoria", ha detto Frost ai Lord senza troppi giri di parole.


Caso Brexit senza fine (Keystone)

Il "no" dell'Europa

La replica di Bruxelles è arrivata a stretto giro, con un 'niet' via comunicato, che non fa prevedere nulla di buono per i rapporti fra le due sponde della Manica che sembravano finalmente rasserenate dopo l'altalena del negoziato. In sostanza: il protocollo non si tocca, "ma siamo pronti a cercare soluzioni creative". L'onere di rispondere a Frost è toccato al vicepresidente della Commissione europea Maros Sefcovic: "Prendiamo atto della dichiarazione resa oggi da Lord Frost. Continueremo a impegnarci con il Regno Unito, anche sui suggerimenti avanzati oggi", ha fatto sapere, "siamo pronti a continuare a cercare soluzioni creative, nell'ambito del Protocollo, nell'interesse di tutte le comunità dell'Irlanda del Nord. Tuttavia, non accetteremo una rinegoziazione del Protocollo".

Così, nemmeno troppo tra le righe, si legge la risolutezza di Bruxelles a non riaprire un dossier non solo dolorosissimo, ma anche molto complicato, sul quale sono state spese energie, risorse e molto tempo. "Il Protocollo sull'Irlanda/Irlanda del Nord è la soluzione congiunta che l'Ue ha trovato con il primo ministro Boris Johnson e Lord David Frost, ed è stata ratificata dal Parlamento del Regno Unito", si legge nella nota della Commissione europea. "Il suo scopo è proteggere l'accordo del Venerdì Santo in tutte le sue parti, mantenere la pace e la stabilità nell'Irlanda del Nord, evitare un confine duro sull'isola d'Irlanda, preservando l'integrità del mercato unico dell'Ue. Affinché questi obiettivi siano raggiunti, il Protocollo deve essere attuato. Il rispetto degli obblighi legali internazionali è di fondamentale importanza".

Quindi la chiosa, che non lascia molto spazio a dubbi: "L'Ue ha cercato soluzioni pratiche e flessibili per superare le difficoltà che i cittadini dell'Irlanda del Nord stanno incontrando per quanto riguarda l'attuazione del Protocollo", ha sottolineato la Commissione, "soluzioni realizzate con lo scopo principale di farne beneficiare le persone dell'Irlanda del Nord". Ma il muro contro muro è appena iniziato, di nuovo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
3 ore
Il pallone aerostatico sorvola una base con missili nucleari
Gli Stati Uniti si dicono ‘molto sicuri’: ‘Si tratta di una spia cinese’. Ma per questioni di sicurezza non sarà abbattuto
oceania
15 ore
L’Australia non vuole Re Carlo sulle sue banconote
L’erede di Elisabetta non apparirà sui nuovi 5 dollari. Al suo posto una figura per onorare la cultura aborigena
asia
15 ore
Gli Usa sbarcano nelle Filippine, accordo anti-Cina
Altre 4 basi per la difesa a Taiwan, la vigilia dell’incontro Blinken-Xi si fa tesa
economia
15 ore
La Bce alza i tassi di mezzo punto
La mossa della Banca centrale europea fa seguito a quella della Fed, che aveva appena fissato un rialzo dello 0,25%
Confine
16 ore
Verbania, ritrovato morto il 54enne disperso da quattro giorni
Probabile una caduta all’origine della fatalità. Il corpo è stato trovato in una cava dismessa in territorio di Mergozzo
Estero
16 ore
Lufthansa pronta a rilevare il 40% del capitale di Ita Airways
Per l’operazione, la compagnia aerea tedesca è disposta a pagare tra i 250 e i 300 milioni di euro. A Fiumicino un ruolo chiave per i voli
Estero
18 ore
Putin: ‘La Russia è di nuovo minacciata dai panzer tedeschi’
Il presidente russo ha partecipato alla commemorazione dell’anniversario della battaglia di Stalingrado vinta dai russi contro i tedeschi 80 anni fa
Estero
20 ore
Coppia italo-svizzera morta in Spagna, è femminicidio-suicidio
Lo confermano gli inquirenti. I 64enni, italiano lui e svizzera lei, erano stati trovati morti martedì pomeriggio entrambi con ferite da arma da fuoco
Estero
23 ore
Malpensa: in maggio riapre il terminal 2, quello di EasyJet
Dopo la chiusura per il crollo del traffico aereo in periodo Covid, i lavori di riqualifica aumenteranno i servizi ai passeggeri
Estero
1 gior
Latitante da 17 anni arrestato in Francia: faceva il pizzaiolo
Edgardo Greco, presunto esponente della ’ndrangheta di Cosenza, è stato condannato all’ergastolo per omicidi risalenti agli anni 90
© Regiopress, All rights reserved