laRegione
13.07.21 - 21:16
Aggiornamento: 23:10

Decine di arresti a Cuba, scontro Usa-America Latina

Aumentano le tensioni e anche l'Unione europea chiede spiegazioni. Riappare Raul Castro

decine-di-arresti-a-cuba-scontro-usa-america-latina
Un cubano in strada a Miami (Keystone)

Auto della polizia rovesciate, lancio di pietre contro agenti e militari, negozi gestiti dal governo saccheggiati. La tensione a Cuba non accenna a diminuire, con migliaia e migliaia di persone in strada in tutte le principali città dell'isola per protestare contro il regime e contro una crisi divenuta intollerabile per gran parte della popolazione.

Decine gli arresti di attivisti politici e giornalisti, tra cui una reporter del quotidiano spagnolo Abc. Un pugno duro che ha spinto anche Bruxelles a definire "inaccettabile" la risposta del regime alle manifestazioni. "Siamo giunti al limite della sopportazione", ripete intanto la gente, costretta a ore e ore di fila per acquistare cibo o medicine. E nonostante il governo del presidente Miguel Díaz-Canel continui a puntare il dito sugli Usa, accusati di voler provocare disordini sociali e di essere dietro a elementi controrivoluzionari, la preoccupazione comincia a serpeggiare ai vertici del partito comunista, che temono la situazione possa sfuggire di mano.

Così nella riunione delle ultime ore dell'Ufficio politico del Comitato centrale del partito, presieduta da Díaz-Canel, si è rivisto anche l'ex leader Raúl Castro, che con i suoi 90 anni resta un punto di riferimento fermo del regime. Dalla riunione è scaturito quindi un nuovo appello a difendere la rivoluzione e a combattere i tentativi di destabilizzare il Paese.

Poche ore prima il segretario di Stato americano, Antony Blinken, aveva definito "un grave errore interpretare le proteste come il prodotto di qualcosa che gli Usa hanno fatto". Il capo della diplomazia Usa è quindi tornato ad accusare L'Avana di "ignorare le voci e la volontà del popolo cubano, un popolo profondamente stanco di una repressione in atto da troppo tempo".

Il fronte latinoamericano

Ma Washington deve fare i conti con un fronte quasi compatto dei Paesi latinoamericani a sostegno del regime di Cuba. Così dopo il presidente del Messico Andrés Manuel López Obrador anche quello dell'Argentina Alberto Fernandez ha chiesto la fine dell'embargo e delle sanzioni imposte a L'Avana dagli Usa, misure che oramai con la crisi provocata dalla pandemia rischiano di strozzare definitivamente Cuba.

All'appello si sono quindi uniti il presidente della Bolivia, Luis Arce, che ha parlato di "attacco straniero" nei confronti dell'isola, e del leader del regime venezuelano Nicolas Maduro: "Cuba se la caverà - ha detto - ci è stato inflitto lo stesso trattamento, lo stesso metodo di asfissia e persecuzione che è stato applicato a Cuba per 60 anni. Se gli Usa vogliono davvero aiutare il popolo cubano revochino immediatamente le sanzioni e il blocco". Ma a far sentire la propria voce nelle ultime ore è anche la comunità cubana che vive in America, soprattutto in Florida, con migliaia di manifestanti scesi in strada a Miami e a Washington a sostegno delle proteste in corso a Cuba: "Abbasso il comunismo", lo slogan più gridato, con la speranza che prima o poi si possa arrivare alla caduta del regime castrista e che tanti cubani negli Usa possano tornare a casa.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
36 min
Proteste anti-Covid in Cina: ‘Via Xi e il Pcc’
Rabbia e cortei in diverse città contro la politica della ‘tolleranza zero’, il potere trema. Intanto la tv di Stato filtra i Mondiali di calcio
la guerra in ucraina
56 min
‘I russi stanno per lasciare la centrale di Zaporizhzhia’
Kiev sicura della ritirata dei soldati di Putin. Intanto due terzi dei Paesi della Nato sarebbero a corto di armi da inviare all’Ucraina
Confine
5 ore
Fiscalità dei frontalieri, l’accelerazione fa sperare per luglio
Il governo italiano ha approvato il disegno di Legge che porta alla ratifica, ora tocca al parlamento. Mattarella domani in visita nella Confederazione
Gallery
Italia
11 ore
Ondata di fango a Ischia: alla ricerca disperata dei dispersi
Mancano ancora all’appello undici persone. Oltre 150 gli sfollati sull’isola, mentre è stata confermata la morte di una giovane donna
Italia
1 gior
Scassinano 21 bancomat e rubano circa un milione: arrestati
Tra i reati contestati fabbricazione e porto illegale di esplosivi in pubblico, ricettazione, rapina aggravata e furto d’auto
eutanasia
1 gior
Cappato ha accompagnato un altro italiano a morire in Svizzera
La moglie: ‘Gravemente malato, non voleva più soffrire’. Dopo l’autodenuncia del tesoriere dell’associazione Luca Coscioni, un’altra indagine
la guerra in ucraina
1 gior
Putin alle madri russe: ‘I vostri figli sono eroi’
Secondo il presidente in rete circolano “false notizie, inganni e menzogne”, utilizzate come “armi da combattimento”
Estero
2 gior
Le proteste a Foxconn, tra il Covid e l’iPhone
Scontri senza precedenti si sono registrati nei pressi della megafabbrica cinese che produce gli smartphone di Apple. C’entra il coronavirus, ma non solo
Francia
2 gior
Macron si difende dalle accuse,‘non ho nulla da temere’
Il presidente francese nel mirino dei giudici per finanziamento illecito
Estero
2 gior
‘Il Papa vuole la mia morte’, la chat del cardinale a processo
Il cardinale Giovanni Angelo Becciu è imputato in Vaticano per la gestione di alcuni fondi della Santa Sede, in relazione a un affare immobiliare a Londra
© Regiopress, All rights reserved