laRegione
13.07.21 - 12:35
Aggiornamento: 19:15

Francia, effetto Macron: un milione di vaccini prenotati

Dopo l'annuncio dell'estensione del green pass per l'accesso a ristoranti, bar e trasporti, il sito per le prenotazioni del vaccino è stato preso d'assalto

francia-effetto-macron-un-milione-di-vaccini-prenotati
(Keystone)

Boom di richieste di vaccinazione in Francia dopo il discorso del presidente Emmanuel Macron che ieri sera in diretta tv a reti unificate ha annunciato l'estensione del green pass per accedere a ristoranti, caffè e trasporti.

Questa mattina il capo del sito di prenotazione online Doctolib, Stanislas Niox-Chateau, ha detto che sono stati "926'000 i francesi che hanno preso appuntamento per il vaccino" ieri sera. "Abbiamo registrato 20'000 appuntamenti al minuto, un record assoluto, dall'inizio della campagna (di vaccinazione)", ha precisato aggiungendo che il 65% degli appuntamenti presi in queste ultime ore riguarda persone under-35.

Un trend "proseguito durante la notte e che continua stamani. Ci sono ancora 100'000 appuntamenti disponibili questa mattina, in particolare, in alcuni grandi centri" della Francia. Per il capo di Doctolib "si crescerà presto a quattro, cinque milioni di iniezioni a settimana". "In media - ha concluso - ci sono undici giorni tra la prenotazione e l'appuntamento, in questo modo, i francesi che hanno preso appuntamento ieri saranno integralmente vaccinati entro metà agosto o fine agosto".

Intanto il ministro della salute Olivier Véran, dopo l'annuncio di ieri sera di Macron, ha precisato che il personale sanitario che non si sarà completamente vaccinato entro il 15 settembre non potrà più lavorare e non verrà più pagato.

"A partire dal 15 settembre, se siete medici o paramedici e non siete vaccinati, non potrete più lavorare e non verrete più pagati", ha dichiarato Véran ai microfoni di LCI. Quanto all'estensione dell'obbligo di pass sanitario in bar ristoranti, treni, aerei, "non è un ricatto" ma una misura necessaria per evitare di "chiudere il paese", ha detto a BFM-TV.

Il pass sanitario, che serve a comprovare la completa vaccinazione contro il Covid-19, la recente guarigione o la realizzazione di un test negativo, diventerà obbligatorio a fine luglio per entrare nei luoghi di cultura di oltre 50 persone, come anche in numerosi cinema della Francia. A inizio agosto la misura verrà estesa in moltissimi altri campi di attività, come bar, ristoranti, centri commerciali, lunghe tratte in treno, pullman, aerei.

Dinanzi all'inquietante avanzata della variante Delta, Macron è corso ai ripari annunciando una grande offensiva per indurre i connazionali a vaccinarsi al più presto.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
coronavirus
5 ore
L’Oms: ‘Il 90% della popolazione mondiale è immune’
‘Vicini alla fine, ma serve ancora cautela’. Ancora test, sequenziamento e vaccini per evitare nuove varianti
russia
7 ore
Putin: negoziati (forse) sì, ritiro no
La Casa Bianca: ‘Spetta a Kiev decidere’. Telefonata Berlino-Mosca
grecia
7 ore
Attacco ad Atene alla diplomatica Susanna Schlein
La ticinese, sorella della politica del Pd Elly, si è salvata per puro caso da un attentato: in fiamme la sua auto
Confine
9 ore
Truffa anziani in Valtellina, arrestata una 70enne ticinese
Il fermo alla dogana di Chiasso Brogeda. La donna è sospettata di aver messo a segno numerosi colpi in diverse province del Nord Italia
Confine
13 ore
Il traffico di orologi è la nuova frontiera del contrabbando
Aumentano in frontiera i sequestri di merce con le griffe delle celebrate marche svizzere. L’ultimo qualche giorno fa al valico di Ronago
la guerra in ucraina
1 gior
Biden pronto a parlare con Putin
Conferenza di pace a Parigi il 13 dicembre, l’annuncio durante la visita di Macron a Washington
coronavirus
1 gior
La Cina allenta la morsa, ‘sì all’isolamento a casa’
Aperture di Pechino dopo le proteste, mentre si prepara l’addio a Jiang Zemin
Estero
1 gior
Giallo su sei pacchi bomba in Spagna
Oltre all’ordigno esploso all’ambasciata ucraina a Madrid, ne sono stati notificati altri, pure all’indirizzo del premier Pedro Sánchez. Indagini in corso
la guerra in ucraina
1 gior
“La Nato non entrerà nel conflitto”
Mosca accusa l’Alleanza: ‘Ci fanno la guerra’. Stoltenberg risponde seccamente. Macron spinge per un negoziato: ‘Lo ritengo possibile’
Estero
1 gior
Svezia, vendesi casa... con il proprietario morto sotto il letto
Nessuno in due anni si era accorto del decesso dell’80enne ex padrone di casa, probabilmente a causa del cattivo odore e del disordine degli ambienti
© Regiopress, All rights reserved