laRegione
regionali-in-francia-le-pen-avanza-nei-sondaggi
Marine Le Pen (Keystone)
18.06.21 - 21:04

Regionali in Francia: Le Pen avanza nei sondaggi

domenica le prove generali delle Presidenziali del 2022. Macron spera di guadagnare consensi dopo l'uscita dal lockdown. Prevista un'astinenza record

Ansa, a cura de laRegione

Sarà una prova generale delle presidenziali del 2022 quella di domenica prossima per i francesi, chiamati alle urne con 3 mesi di ritardo - causa Covid - per le elezioni regionali e dipartimentali. I sondaggi danno il Rassemblement National di Marine Le Pen in grado di conquistare diversi territori, mentre La République en Marche di Emmanuel Macron gioca la carta della gestione positiva dell'ultima fase della pandemia, con l'allentamento anticipato delle regole sanitarie.

Si teme un astensionismo record, dopo che già nel 2010 e nel 2015 più di un francese su due non aveva votato per queste stesse elezioni. Tutta sorrisi, in gran forma e proiettata verso un nuovo duello con Macron per l'Eliseo, Marine Le Pen si è fatta riprendere dalle telecamere mentre distribuiva volantini in un mercato nel Var, la regione di Marsiglia, un territorio dove quasi certamente vincerà l'estrema destra. Sorrisi, applausi e incoraggiamenti anche da commercianti e abitanti del quartiere per Le Pen, impegnata a sostenere Thierry Mariani che di questa campagna elettorale è stato un po' il protagonista. Passato dalle file dei Républicains a quelle del Rn, è capolista del partito nella maxiregione Provenza-Alpi-Costa azzurra, che tutti i sondaggi danno in mano al partito di Le Pen.

Lo slogan di Mitterrand

La leader, impegnata in una campagna dai toni moderati con l'obiettivo di sdoganarsi agli occhi degli elettori della destra repubblicana e del centro, ha ripetuto ancora una volta il suo slogan, ricalcato addirittura su quello del primo presidente socialista, François Mitterrand: "Noi siamo la forza tranquilla".

L'avversario da battere è Renaud Muselier, presidente della regione uscente e capolista dei Républicains, che avrà l'appoggio anche del partito di Macron in funzione anti-Rn. Se la strategia di Marine Le Pen si affermerà, addirittura 6 regioni su 13 - un record in Francia - vedrebbero in testa il suo partito fin da domenica, in attesa dei ballottaggi della settimana dopo. Per il 51% dei francesi intervistati per un sondaggio, una vittoria alle regionali del Rassemblement National non rappresenterebbe "un pericolo per la democrazia". Emmanuel Macron guarda a queste elezioni con grande apprensione, dal momento che i sondaggi per le presidenziali danno la sua avversaria pericolosamente vicina anche al secondo turno.

Per i sostenitori del partito della maggioranza di governo, ma anche per i suoi oppositori, una lettura dei risultati elettorali non sarà tuttavia agevole, poiché la République en Marche non esisteva nello scrutinio precedente (2015) e non ha candidati uscenti nelle regioni. Non ne dovrebbe conquistare direttamente neppure una, ma alleanze e desistenze lo faranno essere comunque alleato di possibili vincitori.

L'estrema destra dovrebbe quindi vincere strappando regioni alla destra dei Républicains, che ne governano attualmente la maggior parte. Il partito sembra lacerato non soltanto dalla defezione di Mariani a vantaggio di Marine Le Pen ma anche dalle tante alleanze con il partito di Macron. Poche chances, alla vigilia, per una gauche che continua a essere divisa fra ecologisti, socialisti e radicali de La France Insoumise.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
elezioni emmanuel macron francia marine le pen
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
1 ora
‘Solo un sì è un sì’: violenze sessuali, la Spagna indica la via
Primo via libera del Parlamento alla legge che pone al centro il consenso esplicito. La ministra Irene Montero: frutto di 30 anni di lotta civica.
Stati Uniti
2 ore
‘Una decisione sbagliata’ non irrompere nella classe
Tre giorni dopo il massacro di Uvalde, il capo del Dipartimento di pubblica sicurezza prende la parola. Oltre cento i colpi sparati dal killer
Olanda
5 ore
Cadono due gondole nel parco a tema, quattro feriti
Una giostra perde pezzi: momenti di paura questo pomeriggio al Sprookjesbos di Valkenburg, nei Paesi Bassi
Estero
8 ore
Stavolta è un guasto informatico a tenere a terra easyJet
Dopo i voli cancellati causa Covid in aprile, la compagnia low-cost fermata da problemi con i computer. Duecento decolli annullati nel Regno Unito
Estero
13 ore
Canada, la polizia uccide un uomo armato vicino a una scuola
Un portavoce dell’Unità investigativa speciale della polizia di Toronto ha spiegato che due agenti di polizia hanno sparato all’uomo e lo hanno ucciso
Confine
1 gior
Disastro al Mottarone: ‘Fune vecchia ed errori umani’
Depositata la relazione intermedia della Commissione di indagine del Ministero dei trasporti. Poco spazio alla tesi della tragica fatalità
Estero
1 gior
Kiev: ‘Segnali di un’escalation a est’
Nel frattempo Mosca disposta a lasciar uscire dal porto di Mariupol le navi che portano grano solo se si eliminano le sanzioni. Segui il live de laRegione
Estero
1 gior
‘I poliziotti non hanno attuato protocollo post Columbine’
Dopo la strage avvenuta nel 1999 il protocollo prevede che gli agenti armati presenti sulla scena trovino l’aggressore e lo uccidano
Confine
1 gior
Milano-Zurigo in tre ore? ‘Il terzo binario va fatto’
In un’interrogazione la parlamentare comasca Chiara Braga sottolinea l’importanza di implementare la struttura ferroviaria tra Camnago e Cantù
Estero
1 gior
Il Wwf critica il ‘culto della bellezza’ per frutta e verdura
Il 40% degli alimenti prodotti globalmente non viene consumato. È come se tutto il cibo prodotto da gennaio a oggi fosse stato buttato
© Regiopress, All rights reserved